Pier Luigi Lopalco
Pier Luigi Lopalco
Scuola

Aumentano i contagi a scuola. Lopalco auspica Didattica a Distanza sino a primavera

L'Assessore regionale alla Sanità è intervenuto ai microfoni di Radio Capital

«Dopo il 5 marzo spero che il Governo ascolti la voce delle Regioni e che dia indicazioni chiare per la scuola. Le mie sono indicazioni sanitarie, mentre le decisioni sono politiche. Per me la didattica a distanza dovrebbe continuare almeno fino all'inizio della primavera».

Queste le parole dell'Assessore regionale alla Sanità Pier Luigi Lopalco, pronunciate questa mattina in diretta su Radio Capital. L'Assessore regionale ha rimarcato l'aumento dei contagi in Puglia legati alle varianti, contagi che coinvolgono i più giovani e che vanno oltre la decisione governativa sulla zona gialla.

«I contagi sono in ascesa - ha sottolineato -, sono centinaia ogni settimana gli operatori scolastici che si infettano e abbiamo centinaia di classi in isolamento o in quarantena, con scuole che chiudono comunque, perché il virus circola. Il virus circola nelle scuole soprattutto in questo periodo, non dimentichiamo che ci stiamo avvicinando al periodo in cui l'anno scorso ci fu la prima ondata. Tutti i Presidenti di tutte le Regioni in Conferenza delle Regioni hanno sollevato il problema scuole. I provvedimenti sono stati diversi e noi siamo stati forse un po' più ferrei, siamo stati un po' più coraggiosi e abbiamo sfidato le ire di alcune famiglie».

«Noi siamo consapevoli del fatto che la didattica a distanza può essere un problema per molte di esse - ha spiegato Lopalco - ma qui ci deve aiutare il Governo. Basterebbe, per esempio, concedere una giustificazione di assenza per lavoro a quelle famiglie che hanno un bambino piccolo in DaD oppure, come si fa per alcune categorie, concedere dei bonus che possano aiutare la famiglia a pagare una soluzione. Gli strumenti deve offrirli il Governo, non possiamo farlo noi dal bilancio regionale», è stata la sua chiusa.
  • Pier Luigi Lopalco
Speciale Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutti gli aggiornamenti

975 contenuti
Altri contenuti a tema
Quasi 24mila negativizzati nelle ultime ore in Puglia Quasi 24mila negativizzati nelle ultime ore in Puglia Crescono i ricoveri, calano i positivi
Terapia intensiva, indice di occupazione al 14% in Puglia. A Giovinazzo 518 positivi Terapia intensiva, indice di occupazione al 14% in Puglia. A Giovinazzo 518 positivi Sale anche il numero dei ricoverati in area non critica
ASL Bari: «Tra il 10 e il 16 gennaio 767 contagi nelle scuole» ASL Bari: «Tra il 10 e il 16 gennaio 767 contagi nelle scuole» Il report mette a fuoco la situazione dell'epidemia dopo la ripresa delle lezioni in presenza
Covid, pressione sugli ospedali. A Giovinazzo 513 positivi Covid, pressione sugli ospedali. A Giovinazzo 513 positivi 678 ricoverati in Puglia, 63 dei quali si trovano in terapia intensiva
Nuovo balzo del numero dei positivi ricoverati in Puglia Nuovo balzo del numero dei positivi ricoverati in Puglia Quasi 120mila i contagiati
Superato anche il limite dei 600 positivi ricoverati in Puglia Superato anche il limite dei 600 positivi ricoverati in Puglia Oltre 100 mila i contagiati
Covid, 586 ricoverati in Puglia. A Giovinazzo 437 positivi Covid, 586 ricoverati in Puglia. A Giovinazzo 437 positivi Inseriti nel database regionale anche i casi diagnosticati a seguito di test antigenici rapidi effettuati nelle farmacie
Positività o sintomi: cosa fare? Disponibile il nuovo strumento regionale Positività o sintomi: cosa fare? Disponibile il nuovo strumento regionale Le informazioni utili per i cittadini consultabili da un apposito link
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.