La biblioteca
La biblioteca
Eventi e cultura

Al Museo Diocesano ci sono le Giornate dei Musei Ecclesiastici

Due appuntamenti da non perdere tra sabato e domenica. Ingresso gratuito alle collezioni

Oggi e domani, sabato 20 e domenica 21 ottobre si celebra la sesta edizione delle Giornate AMEI. L'Associazione Nazionale dei Musei Ecclesiastici ogni anno promuove due giornate di aperture, eventi e iniziative per contribuire a diffondere la conoscenza dell'Associazione e del ricco e prezioso patrimonio custodito in questi "scrigni" di arte sacra.

Il Museo Diocesano di Molfetta, che nel recente passato ha svolto il ruolo di coordinamento regionale AMEI, nei consueti orari di apertura (10.00-13.00 e 17.30-20.30) promuove l'ingresso gratuito alle collezioni e offre due momenti di conoscenza delle stesse.

Quest'oggi, alle ore 18.30, nella Pinacoteca antica il prof. Gaetano Mongelli, curatore scientifico della Collezione Piepoli-Spadavecchia, terrà un intervento di approfondimento storico-artistico a partire dal recente recupero di tre opere pittoriche del XVII-XVIII secolo. "A restauro avvenuto: conversazione su tre dipinti della Donazione Giorgio Azzollini", una collezione di nove dipinti a soggetto religioso donati all'Istituzione museale nel 2011.

Domenica 21, sempre alle ore 18.30, in Auditorium si terrà la presentazione, a cura del direttore artistico Gioacchino De Padova, della X edizione di Anima mea, festival dedicato alla musica antica e a nuove opere connesse con i repertori storici, che anche quest'anno sarà ospitato tra ottobre e novembre a Molfetta presso la struttura diocesana.

Prevista, inoltre, un'anteprima con intervento musicale di Officia: un progetto discografico della etichetta molfettese Digressione Music, diretta da don Girolamo Samarelli, che nasce dalle composizioni del musicista e sacerdote molfettese Antonio Pansini (1703-1791). Durante la serata si esibiranno i soprano Annamaria Bellocchio Ester Facchini, Michele Dispoto basso, Gioacchino De Padova alla viola da gamba, Gaetano Magarelli organista e curatore dell'edizione critica delle opere di Pansini. A dirigereAntonio Magarelli, direttore della Cappella Musicale Corradiana
  • Museo Diocesano
Altri contenuti a tema
La Diocesi s'interroga sulle elezioni europee La Diocesi s'interroga sulle elezioni europee Martedì 14 maggio, ore 19.30, all'Auditorium "Salvucci" Molfetta incontro pubblico promosso dalle Aggregazioni Laicali
La mostra "Ave Mater Dolorosa" prolungata fino al 25 aprile La mostra "Ave Mater Dolorosa" prolungata fino al 25 aprile La decisione degli organizzatori dopo il grande afflusso di visitatori di queste settimane
"Ave Mater Dolorosa", è l'ultima domenica per visitare la mostra iconografica "Ave Mater Dolorosa", è l'ultima domenica per visitare la mostra iconografica Apertura alla chiesa del Carmine dalle 18.30 alle 22.00
Penultima domenica per visitare la mostra "Ave Mater Dolorosa" Penultima domenica per visitare la mostra "Ave Mater Dolorosa" L'esposizione di via Cattedrale resterà aperta dalle 18.30 alle 22.00
Visitabile anche di domenica "Ave Mater Dolorosa" Visitabile anche di domenica "Ave Mater Dolorosa" La mostra iconografica curata da Saverio Amorisco aperta dalle 18.30 alle 22.00
Incontri a sorpresa al Museo Diocesano con il Teatro dei Cipis Incontri a sorpresa al Museo Diocesano con il Teatro dei Cipis La struttura museale accoglie una nuova iniziativa per le famiglie
"Vengo da Migdàl. Il mio nome è Maria": ResExtensa al Museo diocesano "Vengo da Migdàl. Il mio nome è Maria": ResExtensa al Museo diocesano Oggi e domani un'azione sacra che unisce la danza di Elisa Barucchieri, poesia, immagini e arte
1 Sgarbi in visita al Museo Diocesano Sgarbi in visita al Museo Diocesano Il critico d'arte in visita alla città di Molfetta si è soffermato sulle bellissime opere
© 2001-2019 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.