Un'aula di Tribunale
Un'aula di Tribunale
Cronaca

Voto di scambio, la Procura di Bari chiede 27 condanne

Il clan Di Cosola avrebbe tentato di condizionare, anche a Giovinazzo, l’esito delle elezioni del 2015

La Procura di Bari ha chiesto 27 condanne a pene comprese fra i 18 anni e i 4 anni di reclusione per altrettanti imputati accusati, a vario titolo, di associazione mafiosa, scambio elettorale politico-mafioso, coercizione elettorale e corruzione.

Stando alle indagini della Direzione Distrettuale Antimafia di Bari, gli imputati, quasi tutti affiliati al clan Di Cosola, avrebbero tentato di condizionare l'esito delle ultime elezioni regionali in Puglia del maggio 2015 procurando voti, in cambio di denaro, a Natale Mariella, candidato (poi non eletto) con la lista Popolari a sostegno di Michele Emiliano.

In particolare in alcuni comuni della provincia di Bari alcuni affiliati all'organizzazione criminale, fra i quali Michele Di Cosola, figlio del boss pentito Antonio Di Cosola, nelle settimane precedenti le elezioni regionali avrebbero fermato persone per strada invitandole a votare Mariella (che non è imputato in questo processo) «mediante l'esercizio della forza di intimidazione del clan» e con «minacce velate», così «impedendo il libero esercizio del diritto di voto».

Il pubblico ministero della Direzione Distrettuale Antimafia Federico Perrone Capano ha chiesto condanne fino a 18 anni di reclusione per gli affiliati al clan e la condanna a 12 anni per Armando Giove, ritenuto il referente di Mariella, accusato di aver accettato la promessa del clan di procurare voti, offrendo in cambio 70mila euro.

Giove risponde di concorso esterno in associazione mafiosa perché «mediante l'offerta di denaro e posti di lavoro», avrebbe «fornito un contributo concreto e consapevole al rafforzamento dell'organizzazione criminale». Il processo si sta celebrando con il rito abbreviato dinanzi al gup del Tribunale di Bari Alessandra Piliego.

Si tornerà in aula il prossimo 11 aprile per le discussioni dei difensori.
  • Regionali Puglia 2015
  • Natale Mariella
  • Clan Di Cosola
Altri contenuti a tema
Condannati 27 affiliati ai Di Cosola: il clan operava anche a Giovinazzo Condannati 27 affiliati ai Di Cosola: il clan operava anche a Giovinazzo L'operazione è stata denominata "Hinterland II": eseguiti 27 ordini di esecuzione pena per complessivi residui 145 anni
Soldi in cambio di voti: confermate le condanne a 5 affiliati al clan Di Cosola Soldi in cambio di voti: confermate le condanne a 5 affiliati al clan Di Cosola Avrebbero fermato gli elettori per strada invitandoli, con minacce e intimidazioni, a votare per Natale Mariella, non eletto
Operazioni "Porto" e "Pandora", stroncata l'espansione del clan Capriati a Giovinazzo Operazioni "Porto" e "Pandora", stroncata l'espansione del clan Capriati a Giovinazzo La fotografia fatta dalla Direzione Investigativa Antimafia. Ma in città resta attivo il clan Di Cosola
Due clan si spartiscono Giovinazzo: Di Cosola e Strisciuglio Due clan si spartiscono Giovinazzo: Di Cosola e Strisciuglio La Direzione Investigativa Antimafia fa una radiografia delle attività criminali
Voto di scambio, Laricchia: «La politica non metta la testa sotto la sabbia» Voto di scambio, Laricchia: «La politica non metta la testa sotto la sabbia» La consigliera del Movimento 5 Stelle commenta la sentenza di condanna di 23 presunti affiliati ai Di Cosola
Voto di scambio alle Regionali: due condannati e un assolto Voto di scambio alle Regionali: due condannati e un assolto Colpevoli in 23: tra questi Carmine Maisto e Piero Mesecorto. Scagionato e rimesso in libertà Pasquale Maisto
Clan Di Cosola, 43 condanne in Corte d'Appello Clan Di Cosola, 43 condanne in Corte d'Appello Confermate le condanne per gli esponenti dei clan, ma ridotte quasi tutte le pene
«Disse di accontentarli». Giove inguaia Mariella «Disse di accontentarli». Giove inguaia Mariella L'uomo è imputato con altre 26 persone, tutte affiliati al clan Di Cosola. L'inchiesta coinvolge anche Giovinazzo
© 2001-2019 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.