Un'aula del Tribunale
Un'aula del Tribunale
Cronaca

Spaccio nella Villa, il Gip attenua le misure per 4 pusher

Due 19enni, un 27enne ed un 44enne possono tornare a Giovinazzo

Ad undici giorni dall'esecuzione di sette ordinanze applicative della misura cautelare del divieto di dimora e di accesso nel territorio di Giovinazzo nei confronti di altrettanti presunti pusher, che, secondo gli inquirenti, gestivano un'attività di spaccio di sostanze stupefacenti nella Villa Comunale, il gip della Procura della Repubblica di Bari, Alessandra Susca, ha accolto la richiesta di modifica del dispositivo emesso nei confronti di due 19enni, un 27enne ed un 44enne.

Il provvedimento, contro cui si erano opposti gli avvocati difensori Giuseppe Giulitto, Francesco Mastro e Tiziano Tedeschi, risale al 29 ottobre scorso ed era arrivato al termine delle indagini dei Carabinieri della locale Stazione su una lunga e complessa attività info-investigativa sullo spaccio al minuto di sostanze stupefacenti (hashish e marijuana) a giovani, giovanissimi e ad abituali assuntori di mezza età.

Ieri mattina, il giudice per le indagini preliminari ha sostituito il divieto di dimora e di accesso nel territorio di Giovinazzo con l'obbligo di dimora, una misura meno afflittiva: i due 19enni, il 27enne ed il 44enne, infatti, possono tornare in città, ma le misure cautelari personali imposte dal gip Alessandra Susca sono categoriche: tra le ore 21.00 e le ore 07.00 non possono uscire di casa.

Inoltre non possono frequentare l'area verde intitolata a Giuseppe Palombella ed il parco Giovanni Scianatico (luoghi, secondo gli inquirenti, dove avveniva l'attività di spaccio di sostanze stupefacenti). Non solo. I quattro pusher hanno anche l'obbligo di mantenere, dai succitati luoghi, una distanza non inferiore ai 200 metri.

«Il 19enne che assisto - dice l'avvocato Mastro - ha ottenuto l'attenuazione della misura dopo che ho fatto notare alcune incongruenze nelle indagini e insufficienze probatorie». Secondo Tedeschi, invece, che difende due ragazzi di 19 e di 27 anni, «la revoca del provvedimento adottato è fondata».

«Le accuse mosse dalla Procura della Repubblica, dopo un'attenta ed analitica lettura degli atti, - termina Mastro - hanno dimostrato la loro debolezza. Va chiarito che invero nessuna perquisizione ha mai portato esito positivo e le dichiarazioni dei consumatori di sostanza stupefacente sono assolutamente generiche e per nulla indizianti. L'attività difensiva attenta e intensa ha potuto far emergere una realtà molto diversa da quella prospettata dagli inquirenti».
  • Francesco Mastro
  • Droga Giovinazzo
  • Tiziano Tedeschi
Altri contenuti a tema
Furti di auto ed estorsioni, assolto un 45enne di Giovinazzo Furti di auto ed estorsioni, assolto un 45enne di Giovinazzo I fatti risalgono al 2010. L'uomo è stato scagionato «per non aver commesso il fatto», accolta la richiesta del difensore Tedeschi
Da una vecchia stalla spuntano pistola e droga. Arrestato un 20enne Da una vecchia stalla spuntano pistola e droga. Arrestato un 20enne Il giovane, incensurato, è stato fermato dai Carabinieri. Sequestrate 30 dosi di cocaina e un'arma a salve
Una città invasa dalla droga: sino a 75mila euro a settimana in estate Una città invasa dalla droga: sino a 75mila euro a settimana in estate Gli sconvolgenti dati illustrati ieri dal criminologo Mortellaro. Con lui il deputato Lattanzio e la candidata Pugliese
Hashish in casa, due arresti a San Pio. Uno è di Giovinazzo Hashish in casa, due arresti a San Pio. Uno è di Giovinazzo In manette un 29enne e un 21enne, poi rimesso in libertà. Sequestrate 53 bustine per un peso di circa 58 grammi
Confinato ai domiciliari, ma non ha una casa: finisce in carcere Confinato ai domiciliari, ma non ha una casa: finisce in carcere L'uomo, un 49enne del posto, è stato arrestato dai Carabinieri dopo una lite con la compagna
A spasso per la città con cocaina e hashish: arrestato un 53enne A spasso per la città con cocaina e hashish: arrestato un 53enne L'uomo, già noto, è stato fermato dai Carabinieri: processato per direttissima, obbligo di dimora a Giovinazzo
Traffico di droga dall'Albania alla Puglia: altre 10 condanne Traffico di droga dall'Albania alla Puglia: altre 10 condanne I fatti contestati nell’inchiesta "Kulmi" della Direzione Investigativa Antimafia italiana e della Polizia albanese
Donna insospettabile tradita dai nervi tesi: nascondeva droga Donna insospettabile tradita dai nervi tesi: nascondeva droga Una 36enne, incensurata, è stata fermata dai Carabinieri mentre portava due panetti di hashish. È stata denunciata
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.