Immigrati sulla banchina
Immigrati sulla banchina
Attualità

Migranti ospitati a Molfetta? L'operazione coperta dall'8 x 1000

Le spiegazioni del presidente di Caritas Italiana don Francesco Soddu

Sta facendo discutere in tutta la Diocesi la proposta di Mons. Domenico Cornacchia di ospitare due nuclei familiari sbarcati in Italia dalla Nave Diciotti. Un tema che sta coinvolgendo tutta l'opinione pubblica, talvolta con toni grotteschi, al limite del razzista, altre volte con atteggiamenti troppo rilassati, che non vanno nella direzione di una autentica solidarietà bensì della presa di posizione buonista, talvolta per raccattare voti per la propria parte politica.

Il nostro network sta cercando di tenere informati voi lettori (nella speranza che non vi fermiate ai titoli ma leggiate gli interi articoli) ora dopo ora e di capire quale soluzione sarà trovata per questi esseri umani. La redazione molfettese ha oggi pubblicato il pensiero, molto interessante, di don Francesco Soddu, presidente della Caritas Italiana. Questo è ciò che riportano i colleghi di MolfettaViva.

Si saprà solo nelle prossime ore se il centro Caritas di Molfetta "don Tonino Bello" ospiterà alcuni migranti approdati in Italia sulla Nave Diciotti il cui caso continua a tenere banco nelle cronache e nei dibattiti nazionali.

Ieri l'annuncio della Diocesi di Molfetta: Monsignor Domenico Cornacchia ha fatto pervenire la disponibilità della Curia ad accoglierli, come stanno facendo altri Vescovi in Italia tra cui quelli di Bari e Andria.

Ma sarà la Chiesa a farsi carico dell'operazione? La risposta arriva da don Francesco Soddu, direttore di Caritas Italiana.
«L'intera operazione sarà coperta dai fondi 8 x 1000 messi a disposizione dalla Conferenza Episcopale Italiana, e si pone in continuità con un programma consolidato di accoglienza diffusa (vedi le varie iniziative avviate) con cui la Chiesa Italiana ha fatto suo l'appello del Papa, accogliendo negli ultimi tre anni oltre 26mila migranti, spesso in famiglie e parrocchie, come dimostra anche l'esperienza del progetto "Protetto. Rifugiato a casa mia" e dei corridoi umanitari».

Dal 28 agosto i cento migranti si trovano nella struttura di Rocca di Papa.
«Caritas Italiana, organismo pastorale della Conferenza Episcopale Italiana, ha coordinato sul posto questa fase e ha già registrato la disponibilità di varie Diocesi, oltre una ventina in tutta Italia da Nord a Sud, sia piccole che medie e grandi città, che accoglieranno nei prossimi giorni ciascuna un piccolo numero di migranti», è una nota della stessa Caritas.
  • Diocesi Molfetta - Ruvo - Giovinazzo - Terlizzi
  • Caritas
  • Migranti
Altri contenuti a tema
"Un caffè col Policoro" approda a Giovinazzo "Un caffè col Policoro" approda a Giovinazzo Appuntamento in un noto bar nei pressi della stazione ferroviaria
La diocesi ricorda don Tonino Bello a 29 anni dalla morte La diocesi ricorda don Tonino Bello a 29 anni dalla morte Tre appuntamenti per le celebrazioni
Il clero di Giovinazzo stasera alla Messa Crismale a Molfetta Il clero di Giovinazzo stasera alla Messa Crismale a Molfetta Alle 19.00 nella Cattedrale di Santa Maria Assunta
Tornano le processioni della Settimana Santa a Giovinazzo: tutte le regole Tornano le processioni della Settimana Santa a Giovinazzo: tutte le regole Ieri conferenza stampa di Monsignor Cornacchia a Molfetta
Le suore vincenziane accolgono a Giovinazzo profughi dall'Ucraina Le suore vincenziane accolgono a Giovinazzo profughi dall'Ucraina Sono arrivati in Italia ieri sera, 22 marzo. Altri sono ospitati a Terlizzi
Guerra in Ucraina, veglia per la pace nella parrocchia di San Domenico Guerra in Ucraina, veglia per la pace nella parrocchia di San Domenico Sabato 26 febbraio alle ore 20.00
125 sacerdoti ambrosiani in visita a Giovinazzo 125 sacerdoti ambrosiani in visita a Giovinazzo Accompagnati dall'Arcivescovo Mario Delpini si sono confrontati in questi giorni sul tema «Abita la terra e vivi con fede»
Diocesi, eletto il collegio dei Consultori e il consiglio presbiterale Diocesi, eletto il collegio dei Consultori e il consiglio presbiterale Rinnovato anche il Consiglio Pastorale diocesano
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.