Capannelli di giovani a Ponente
Capannelli di giovani a Ponente
Cronaca

Liberi tutti: la movida giovinazzese se ne infischia delle regole (FOTO)

Nessun distanziamento a Ponente. Così è davvero dura uscirne

Liberi tutti a Ponente, ieri sera, con la tenue luce del crepuscolo che da quelle parti, in questa stagione, sa regalare emozioni.

Liberi tutti tra i giovani di una movida che stride con i due mesi che abbiamo trascorso e con l'emergenza sanitaria ancora in corso.

Le foto che vedete, con i volti da noi coperti in un opportuno sussulto deontologico, non lasciano spazio a dubbi. Nessun distanziamento sociale, nonostante qualcuno (pochissimi) indossasse le mascherine, e assembramenti (parola che non amiamo, ma con cui abbiamo imparato a convivere) in vari punti del Lungomare Marina Italiana.

Tra i ragazzi l'idea che sta passando è duplice: loro sono meno colpiti e quindi si sentono sostanzialmente immuni al Covid-19 e dal 4 maggio si può fare tutto quel che ci pare.

Siamo stati tra i primi a puntare i riflettori sulle attività commerciali chiuse, a volere per imprenditori e gestori un sostegno concreto, a dar voce alle esigenze di chi investe e rischia di suo. E siamo quindi stanchi di recitare la parte dei censori, ma sono tanti i lettori che ci scrivono per evidenziare questa situazione continua, che sostanzialmente si verifica ogni sera o quasi in differenti zone di Giovinazzo. Il punto nodale è che nelle foto che vi proponiamo ci sono sì giovanissimi, ma anche persone decisamente sopra la maggiore età e non può sempre essere colpa dei commercianti se fuori dai loro locali non si rispettano le regole.

Se i nostri ragazzi ed i giovani in genere non capiranno in fretta che molti comportamenti vanno nella direzione di una nuova diffusione del contagio (tornano a casa da genitori e a volte da nonni), presto, come annunciato dal Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, si potrebbe optare o per sanzioni sostanziose a loro carico o, peggio, per una nuova chiusura di molti locali. E sarebbe un disastro sociale ed economico da scongiurare ad ogni costo.

Al Sindaco Tommaso Depalma ed alla sua squadra sentiamo di rivolgere un appello: c'è bisogno di sostenere la Polizia Locale nel suo lavoro, magari con una linea più dura almeno in questo primissimo periodo di ripresa. Il lungo fine settimana a Giovinazzo è solo all'inizio e situazioni simili rischiano di ripetersi ancora.

Così non va proprio.
3 fotoAssembramenti a Ponente
IMG WAIMG WA LIIMG WA LI
  • Fase 2
  • Assembramenti Giovinazzo
Altri contenuti a tema
Spostamenti tra regioni ed all'estero: da oggi cambiano le regole Spostamenti tra regioni ed all'estero: da oggi cambiano le regole Niente autocertificazione, ma dalla Regione Puglia è consigliato scaricare l'App "Immuni"
Depalma firma l'ordinanza: no al consumo e vendita bevande in lattina o vetro nei luoghi della movida di Giovinazzo Depalma firma l'ordinanza: no al consumo e vendita bevande in lattina o vetro nei luoghi della movida di Giovinazzo Pagamento Tosap e imposta pubblicità prorogati al 30 settembre
Riaperti Villa comunale e Parco Scianatico tra controlli e qualche perplessità Riaperti Villa comunale e Parco Scianatico tra controlli e qualche perplessità Agli ingressi gli uomini del Servizio Civico hanno distribuito mascherine e gel igienizzante
I giovani, la movida e la nostra immagine riflessa nello specchio I giovani, la movida e la nostra immagine riflessa nello specchio Una riflessione che inchioda tutti alle nostre responsabilità
Fase 2, il fotoracconto della ripartenza di un centro estetico di Giovinazzo Fase 2, il fotoracconto della ripartenza di un centro estetico di Giovinazzo Tra rigore nell’applicazione delle norme igienico-sanitarie e speranza per il futuro, le attività per la cura della persona aperte in sicurezza
La Fase 2 nelle chiese di Giovinazzo: ecco le regole delle nostre parrocchie La Fase 2 nelle chiese di Giovinazzo: ecco le regole delle nostre parrocchie Ingressi contingentati, posti distanziati e nuove procedure da seguire. Cosa cambia per i fedeli
Primo giorno di riapertura: il nostro reportage da una parrucchiera (FOTO) Primo giorno di riapertura: il nostro reportage da una parrucchiera (FOTO) Regole da seguire, punti fermi, incertezze e perplessità in questa complicata seconda fase dell'emergenza sanitaria
Siamo al bivio Siamo al bivio Da una parte la luce di una ripresa della vita e dell'economia. Dall'altra la possibilità di sprofondare in una nuova Fase 1
© 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.