La colpa è sempre dei giovani?
La colpa è sempre dei giovani?
Corsivi

I giovani, la movida e la nostra immagine riflessa nello specchio

Una riflessione che inchioda tutti alle nostre responsabilità

Le immagini delle bottiglie sul lungomare di Molfetta, le scene della movida del venerdì sera a Giovinazzo, similmente a quanto accade nella fase-2 della pandemia in molte altre parti della Puglia e d'Italia, hanno avuto l'effetto di compattare l'opinione pubblica che, con pochissimi distinguo, ha emesso la propria sentenza: la colpa è dei giovani.

È vero che dare giudizi sbraitando sui social incarna l'anima della stessa opinione pubblica di cui sopra, quella che - non si capisce bene come e a che titolo - ma sta sempre nel giusto, quella che ha sempre qualcuno o qualcosa che non le va a genio, contro cui esibisce copiose dosi di disprezzo che spesso sconfina nella violenza verbale.

Sarà lo spirito del tempo, sarà la colpa dei meccanismi perversi dei social network e di chi è bravo a muovere i suoi fili, ma troppo spesso il copione si ripete uguale: si danno giudizi, si insulta qualcuno senza nemmeno sapere bene come e perché e avanti con la prossima vicenda. Del resto è senza dubbio più difficile e più faticoso farsi delle domande, trovare la chiave di lettura che sta al di là di quello che appare in superficie.

Anche la questione della movida non si sottrae all'esercizio. La colpa è dei giovani e semmai dei titolari dei locali. Ma può essere tutto così facile, così semplicistico?

Una domanda proviamo a farcela e noi l'abbiamo proposta anche dalle nostre pagine giorni addietro quando abbiamo scritto che il pericolo arriva dai loro comportamenti: ma questi giovani, hanno dei genitori e degli insegnanti?

Se dunque i giovani sono così irresponsabili, chi fa parte di una delle due categorie o di entrambe (come chi vi scrive) non può non sentirsi esente da responsabilità. Perché è assurdo pensare che quelli stessi giovani irresponsabili siano un arcipelago separato dal resto della società. Essi sono la società stessa, più precisamente quella stessa che noi adulti abbiamo apparecchiato per loro.

Siamo stati bravissimi ad insegnare loro come ci si mette in fila per acquistare l'ultimo iPhone, come essere più "dritti" degli altri o come odiare bene il nemico sui social. Quanto abbiamo fatto invece per insegnare loro il rispetto, la tolleranza, i doveri civici? Tranne poi cadere dalle nuvole perché questi doveri non vengono messi in pratica, perché si lasciano le bottiglie sul lungomare, perché ci si affolla in un piazzale.

Quando invece dietro i presunti eccessi della movida, dietro i comportamenti irresponsabili dei giovani c'è la nostra immagine riflessa nello specchio.
  • Fase 2
  • Assembramenti Giovinazzo
  • Giovani
Altri contenuti a tema
Spostamenti tra regioni ed all'estero: da oggi cambiano le regole Spostamenti tra regioni ed all'estero: da oggi cambiano le regole Niente autocertificazione, ma dalla Regione Puglia è consigliato scaricare l'App "Immuni"
Depalma firma l'ordinanza: no al consumo e vendita bevande in lattina o vetro nei luoghi della movida di Giovinazzo Depalma firma l'ordinanza: no al consumo e vendita bevande in lattina o vetro nei luoghi della movida di Giovinazzo Pagamento Tosap e imposta pubblicità prorogati al 30 settembre
Riaperti Villa comunale e Parco Scianatico tra controlli e qualche perplessità Riaperti Villa comunale e Parco Scianatico tra controlli e qualche perplessità Agli ingressi gli uomini del Servizio Civico hanno distribuito mascherine e gel igienizzante
4 Liberi tutti: la movida giovinazzese se ne infischia delle regole (FOTO) Liberi tutti: la movida giovinazzese se ne infischia delle regole (FOTO) Nessun distanziamento a Ponente. Così è davvero dura uscirne
Fase 2, il fotoracconto della ripartenza di un centro estetico di Giovinazzo Fase 2, il fotoracconto della ripartenza di un centro estetico di Giovinazzo Tra rigore nell’applicazione delle norme igienico-sanitarie e speranza per il futuro, le attività per la cura della persona aperte in sicurezza
La Fase 2 nelle chiese di Giovinazzo: ecco le regole delle nostre parrocchie La Fase 2 nelle chiese di Giovinazzo: ecco le regole delle nostre parrocchie Ingressi contingentati, posti distanziati e nuove procedure da seguire. Cosa cambia per i fedeli
Primo giorno di riapertura: il nostro reportage da una parrucchiera (FOTO) Primo giorno di riapertura: il nostro reportage da una parrucchiera (FOTO) Regole da seguire, punti fermi, incertezze e perplessità in questa complicata seconda fase dell'emergenza sanitaria
Siamo al bivio Siamo al bivio Da una parte la luce di una ripresa della vita e dell'economia. Dall'altra la possibilità di sprofondare in una nuova Fase 1
© 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.