La facciata non è illuminata da due anni. <span>Foto Marzia Morva</span>
La facciata non è illuminata da due anni. Foto Marzia Morva
Eventi e cultura

"La Confraternita del Carmine di Giovinazzo": Diego de Ceglia presenta il suo saggio

Sabato 11 settembre, alle 19.00, in piazza Benedettine

Questo sabato, 11 settembre, a partire dalle ore 19.00, sul sagrato della chiesa ex monastica di "San Giovanni Battista" in piazza Benedettine, nel centro storico di Giovinazzo, sarà presentato il volume di Diego de Ceglia dal titolo "La Confraternita del Carmine di Giovinazzo. Spiritualità e debolezze umane in una istituzione di epoca post-tridentina" (vol. 11° della collana "Il Grifo" del Centro Ricerche di Storia e Arte - Bitonto).

Si tratta di un appuntamento di rilievo per quanti amano la storia giovinazzese ed in particolar modo quella legata ai pii sodalizi cittadini, da secoli spina dorsale della comunità cattolica locale.

La serata sarà aperta dai saluti di Gaetano Masellis, Priore Arciconfraternita Maria SS. del Carmine. A seguire vi sarà l'interevento del Prof. Stefano Milillo, Presidente Centro Ricerche di Storia e Arte di Bitonto.
Eccellente anche il relatore, che sarà il Monsignor Luigi Michele de Palma, Docente di Storia della Chiesa presso la Pontificia Università Lateranense ed Archivista Generale della Diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi.

IL VOLUME

Il saggio delinea la storia complessa della Confraternita del Carmine di Giovinazzo partendo dalla presentazione del suo atto istitutivo, il cui originale pergamenaceo del 1598 è stato casualmente rinvenuto nell'Archivio di Stato di Bari.
Dopo aver accennato all'operato del Vescovo Giovanni Antonio Viperano (1598-1610), al quale si deve la fondazione di questo sodalizio nello spirito della riforma tridentina, lo studio esamina i rapporti della confraternita sia con l'Ordine dei Gesuiti, ai cui principi si rifaceva, sia con quello dei Somaschi, dei quali condivise la locale sede. Approfonditi i riferimenti alla soppressione del corpo sociale nel 1615 e alla sua ricostituzione trenta anni dopo
Particolare attenzione è riservata alle vicende connesse al trasferimento della Confraternita in diverse sedi, alle regole imposte al momento della formale istituzione canonica e a quelle dei secoli XVIII e XIX approvate dall'autorità civile.
Il saggio restituisce l'immagine di un sodalizio che ha lasciato un segno nella religiosità cittadina e nei confratelli che, pur guidati dalla devozione alla Vergine Santissima, sono stati spesso condizionati dalle umane debolezze.
  • Arciconfraternita Maria SS del Carmine
  • piazza Benedettine
  • Diego de Ceglia
Altri contenuti a tema
Giovinazzo in festa per San Francesco da Paola: il programma odierno Giovinazzo in festa per San Francesco da Paola: il programma odierno Solenne celebrazione in piazza Benedettine
A Giovinazzo iniziano i festeggiamenti per San Francesco da Paola A Giovinazzo iniziano i festeggiamenti per San Francesco da Paola Quattro giorni di celebrazioni nella chiesa di San Giovanni Battista
A Giovinazzo una Mostra di Passione in pieno maggio A Giovinazzo una Mostra di Passione in pieno maggio S'inaugura domani "Assembramenti sotto la Croce" di Saverio Amorisco
Rinviata la mostra di Passione di Saverio Amorisco Rinviata la mostra di Passione di Saverio Amorisco "Assembramenti sotto la croce" non sarà inaugurata questa sera
Quella croce in fondo a via Cattedrale Quella croce in fondo a via Cattedrale L'infinita Passione ai tempi del Covid
Quaresima 2021: a mezzanotte l'accensione della grande croce in via Cattedrale Quaresima 2021: a mezzanotte l'accensione della grande croce in via Cattedrale Un segno importante in periodo pandemico che rinnova la traf
Sabato riapre ai fedeli la Chiesa del Carmine. Con una sorpresa Sabato riapre ai fedeli la Chiesa del Carmine. Con una sorpresa La decisione dell'Arciconfraternita omonima in vista del Corpus Domini
Inizia la Quaresima: a mezzanotte accesa la grande croce in via Cattedrale Inizia la Quaresima: a mezzanotte accesa la grande croce in via Cattedrale Un rito, curato dall'Arciconfraternita del Carmine, che segna il passaggio al periodo penitenziale
© 2001-2021 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.