Palazzo di Città si illumina contro il cancro alla mammella. <span>Foto Marzia Morva</span>
Palazzo di Città si illumina contro il cancro alla mammella. Foto Marzia Morva
Attualità

Il bollettino del Sindaco tra misure governative e la nascita di "Giovinazzo Solidale"

Il sunto delle iniziative messe in atto a livello cittadino

Anche questa sera vi riportiamo il bollettino del Sindaco di Giovinazzo Tommaso Depalma, che stavolta punta sulle nuove misure a sostegno delle fasce deboli varate dal Consiglio dei Ministri e si occupa anche di solidarietà cittadina.

I PROVVEDIMENTI GOVERNATIVI
«Il Presidente Conte ha appena terminato di comunicare informazioni importanti. Ai Comuni verrà erogato l'anticipo del Fondo di Solidarietà Comunale (FSC) e verrà erogato inoltre un fondo particolare dedicato alla gestione di questa emergenza ovvero ad aiutare economicamente le persone più esposte ed in difficoltà economica. La richiesta di anticipo del fondo FSC è stata formulata giorni fa dall'Anci: sono davvero contento che il Governo abbia preso in considerazione questa nostra richiesta e sono felice per le parole spese da Conte in favore dei Sindaci. Ho anche apprezzato l'intervento del nostro presidente Decaro, che ha sottolineato come i Comuni stiano mobilitando le loro energie sul territorio e stiano ricevendo la solidarietà dei cittadini e il supporto di tutto il Terzo Settore. L'Italia unita che collabora è l'unica Italia in grado di battere questo virus infame.

NASCE "GIOVINAZZO SOLDALE"
Oggi questo aggiornamento è dedicato tutto alla solidarietà: come preannunciato ieri stiamo lavorando per mettere a sistema la solidarietà di tanti che ci hanno contattato per donare qualcosa (cittadini, esercenti, associazioni, confraternite…). La rete che stiamo costruendo, "Giovinazzo Solidale", va proprio nella direzione di quanto annunciato da Conte. Aiutare subito quanti sono in difficoltà e quanti saranno più esposti al contraccolpo della crisi economica anche nei mesi a venire. Per questo l'assessore Sollecito insieme ai servizi sociali sta organizzando la fase 2 di questa emergenza in collaborazione con Exprivia per la realizzazione di una piattaforma che possa gestire al meglio donazioni di varia natura. Da una parte ci sono le donazioni, dall'altra il servizio sociale professionale che gestirà l'erogazione in modo da garantire riservatezza degli assistiti in collaborazione con il SerMolfetta con il quale stiamo già lavorando in questi giorni. Ci confronteremo anche con la Caritas e con tutto il mondo associativo di volontariato (Angeli della Vita, volontari Anghellein, Gioventù Mariana Vincenziana e altri…) per tessere una rete sempre più stretta e forte.
Già oggi registriamo la donazione anonima di un nostro concittadino che ha voluto fare una spesa solidale a Despar, un altro cittadino che ha acquistato dei buoni spesa da donare a chi ne ha bisogno, alcuni esercizi che hanno già manifestato la volontà di offrire gratuitamente prodotti a domicilio. Abbiamo anche notato la volontà di alcuni esercizi a donare parte della merce invenduta, siamo dovuti intervenire per regolamentare questa bella iniziativa perché non dobbiamo mai dimenticare che occorre comunque evitare di richiamare gente fuori di casa. Ringrazio di cuore queste persone che hanno dimostrato gran cuore e tanta comprensione in questo momento emergenziale. Nella giornata di lunedì invierò una lettera a tutti i supermercati per metterli al corrente della nostra iniziativa e per favorire la loro partecipazione alle iniziative di solidarietà. Intanto ribadisco: chi si trova in condizioni di difficoltà è pregato di chiamare il numero dei servizi sociali 0803945151 e ci attiveremo per intervenire.
La necessità di coordinare queste iniziative nonché la necessità di garantire consegne in sicurezza e di garantire riservatezza e discrezione ci spingono quindi a metter a sistema nel modo migliore tutta la solidarietà di cui siamo capaci. Vinceremo questa sfida, ne sono certo.


LA PERDITA DI PINO TULIPANI
Oggi più che mai dobbiamo guardare lontano. Perché nel giorno del dolore grande per la dipartita del caro Pino Tulipani possiamo solo mitigare questa tristezza pensando a seminare germogli di speranza, esattamente come Pino che con caparbietà e lungimiranza ha fatto spuntare le ali ai suoi ragazzi, gli Angeli della Vita. E la vita vince sempre, anche sul virus più temibile. Ciao Pino, vegliaci da lassù»
  • Tommaso Depalma
  • Comune di Giovinazzo
  • Coronavirus Giovinazzo
Altri contenuti a tema
Lavori alla "San Giovanni Bosco" per 230mila euro (IL VIDEO) Lavori alla "San Giovanni Bosco" per 230mila euro (IL VIDEO) Depalma: «Cantiere luogo naturale della nostra operatività»
Coronavirus, 5 morti e 4 nuovi positivi in Puglia Coronavirus, 5 morti e 4 nuovi positivi in Puglia Ben 4 decessi riguardano la Città Metropolitana di Bari
Depalma firma l'ordinanza: no al consumo e vendita bevande in lattina o vetro nei luoghi della movida di Giovinazzo Depalma firma l'ordinanza: no al consumo e vendita bevande in lattina o vetro nei luoghi della movida di Giovinazzo Pagamento Tosap e imposta pubblicità prorogati al 30 settembre
Il sindaco annuncia la chiusura del cantiere di piazza don Tonino Bello (VIDEO) Il sindaco annuncia la chiusura del cantiere di piazza don Tonino Bello (VIDEO) Depalma: «Rispetto a chi parlava di periferie dell'anima, noi abbiamo preferito dare un'anima alle periferie»
Covid-19, seconda giornata senza decessi e positivi nella ex provincia barese Covid-19, seconda giornata senza decessi e positivi nella ex provincia barese Ci sono 10 nuovi contagi tutti nel foggiano. Un morto nel brindisino
Fiamme in discarica. Incendio spento, indagini partite Fiamme in discarica. Incendio spento, indagini partite I Vigili del Fuoco hanno lavorato senza sosta, il rogo è stato domato dopo oltre 12 ore
Incendio in discarica, Depalma: «Siamo sul posto, la situazione è insostenibile» Incendio in discarica, Depalma: «Siamo sul posto, la situazione è insostenibile» Il sindaco: «Mi auguro che le indagini abbiano un esito positivo, quasi sicuramente si tratta di un rogo doloso»
Coronavirus, altri 11 casi anche ieri in Puglia. Nessun decesso nell'ex provincia barese Coronavirus, altri 11 casi anche ieri in Puglia. Nessun decesso nell'ex provincia barese I guariti sono 2.298. In 15 restano in terapia intensiva
© 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.