Giuseppe Conte
Giuseppe Conte
Attualità

Dpcm di Conte, un'altra stretta

Somministrazione al banco permessa solo fino alle 18, rinviata di una settimana la decisione sulle palestre

Un pacchetto di nuove misure, gran parte delle quali restrittive rispetto a quelle attualmente in vigore. Questo quanto presentato dal primo ministro Giuseppe Conte nel messaggio diffuso agli italiani domenica 18 ottobre.

Il premier ha demandato ai Sindaci l'opzione di chiudere al pubblico, a partire dalle 21, quelle vie e piazze in cui è ritenuto sussistere il rischio potenziale di creazione di assembramenti, consentendo accesso solo ai titolari di pubblici esercizi.

Tutte le attività di ristorazione potranno essere aperte dalle 5 del mattino e fino a mezzanotte nel caso di consumo ai tavoli, altrimenti sarà permessa somministrazione solo fino alle 18. Nessun vincolo di orario per le consegne a domicilio mentre l'asporto sarà permesso fino a mezzanotte. Consentito un massimo di sei persone per singolo tavolo. I titolari dei locali dovranno affiggere un cartello indicando la capienza massima secondo queste nuove normative.

Non sono state previste limitazioni per ospedali, aeroporti e autostrade. Sale gioco, sale scommesse e sale bingo chiuderanno alle 21.

Le attività scolastiche proseguiranno in presenza. Riguardo le secondarie di secondo grado (superiori) saranno favorite modalità più flessibili dell'organizzazione didattica, come anche per le Università.

Stop alle attività sportive dilettantistiche di base (quindi di tutti i settori giovanili) mentre si continuerà con l'attività sportiva a livello professionistico. Si andrà avanti con gli eventi e le competizioni riguardanti gli sport individuali e di squadra riconosciuti di interesse nazionale o regionale dal Comitato olimpico nazionale italiano (Coni) e dal Comitato italiano paralimpico (Cip).

Vietate sagre, fiere locali. Le manifestazioni fieristiche nazionali e internazionali, invece, si terranno. Sospese le attività congressuali e convegnistiche in presenza: potranno svolgersi, naturalmente, con modalità a distanza.

Sullo spinoso tema delle palestre, il Governo ha preso tempo riservandosi di stabilire il da farsi tra una settimana.
  • Giuseppe Conte
  • Coronavirus Giovinazzo
  • Covid
Speciale Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutti gli aggiornamenti

393 contenuti
Altri contenuti a tema
«Dodici positivi per la Prefettura, da 21 in su per la mappa regionale» «Dodici positivi per la Prefettura, da 21 in su per la mappa regionale» Depalma aggiorna la situazione Covid a Giovinazzo: «Ci aspettiamo a breve nuove comunicazioni»
Impennata di contagi, 485 nuovi casi positivi in Puglia Impennata di contagi, 485 nuovi casi positivi in Puglia Quasi 500 i ricoverati negli ospedali del territorio regionale
Lezioni in presenza sospese per le ultime tre classi di scuola secondaria a Giovinazzo e in tutta la Puglia Lezioni in presenza sospese per le ultime tre classi di scuola secondaria a Giovinazzo e in tutta la Puglia Lo ha stabilito il presidente Michele Emiliano attraverso un'ordinanza che avrà effetto da lunedì 26 ottobre al 13 novembre
123 nuovi casi Covid e due decessi nel barese 123 nuovi casi Covid e due decessi nel barese Quasi 6000 attualmente positivi in Puglia
Terapie intensive in Puglia, interrogazione parlamentare di Gemmato Terapie intensive in Puglia, interrogazione parlamentare di Gemmato Il deputato terlizzese si è rivolto al ministro Speranza
Dodicimila casi positivi in Puglia dall'inizio dell'emergenza Dodicimila casi positivi in Puglia dall'inizio dell'emergenza 295 nuovi contagi (113 nel barese) e 36 ricoveri nelle ultime ore sul territorio regionale
Scuola e trasporto pubblico locale, la Regione fa il punto Scuola e trasporto pubblico locale, la Regione fa il punto Emiliano: «L'obiettivo è scaglionare gli orari delle lezioni nelle secondarie e riorganizzare le corse dei mezzi»
13.1% di test positivi nelle ultime ore sul territorio regionale 13.1% di test positivi nelle ultime ore sul territorio regionale Sale l'incidenza della contagiosità in Puglia. 165 casi nel barese
© 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.