Il clan Strisciuglio
Il clan Strisciuglio
Cronaca

Decapitato il clan Strisciuglio: gestiva la piazza di spaccio di Giovinazzo

L'inchiesta si è avvalsa delle dichiarazioni di 21 collaboratori di giustizia. Il ruolo di Michele Costantino

L'egemonia del clan Strisciuglio di Bari, decimato ieri con l'operazione antimafia "Vortice Maestrale", si affermava soprattutto per lo spaccio di stupefacenti. Non solo a Bari, ma anche nelle città dell'hinterland come Conversano, Palo del Colle e Rutigliano, dove il gruppo criminale si è impadronito delle piazze di spaccio.

Ma la maxi indagine della Direzione Distrettuale Antimafia di Bari, con la collaborazione della Direzione Nazionale Antimafia, a carico di 99 indagati, ritenuti capi e affiliati della famiglia di Domenico e Sigismondo Strisciuglio (per 96 è stata disposta la detenzione in carcere - 53 erano già detenuti - per 3 i domiciliari), ha ricostruito anche la gerarchia e le attività del clan della «Luna» che, in passato, aveva allungato i propri tentacoli a Giovinazzo (operazione "Libertà" del 2010).

A costruire il castello delle accuse hanno contribuito le dichiarazioni di 21 collaboratori di giustizia fra cui Michele Costantino, detto «Ie Ie», che in un verbale del 5 giugno 2018, ha ricostruito il periodo (dal 2006) in cui «ha gestito la piazza di Giovinazzo in competizione con personaggi che erano legati al clan Capriati». E tra i concorrenti «archiviava Michele Arciuli, fino a quando lo stesso non si legava camorristicamente a Simone Schingaro, trasmigrando nel clan Strisciuglio».

«Allorquando Arciuli faceva parte della compagine contrapposta, ovvero erano in atto manovre di avvicinamento al clan Strisciuglio - si legge nell'ordinanza -, egli si rivolgeva a Francesco Laera, nipote del defunto Michele Laera, affinché questo intercedesse nei rapporti col dichiarante: "Vedi che quello appartiene a noi"».
Elezioni Amministrative 2022
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
  • Michele Costantino
  • Clan Strisciuglio
Altri contenuti a tema
Usura con tassi al 700%, condannati 5 affiliati al clan Strisciuglio Usura con tassi al 700%, condannati 5 affiliati al clan Strisciuglio Gli arrestati avevano preso di mira un esercizio commerciale a Santo Spirito al quale erano riusciti a sottrarre oltre mezzo milione di euro
Giovinazzo terra d'influenza del clan Capriati. Restano attivi i Di Cosola Giovinazzo terra d'influenza del clan Capriati. Restano attivi i Di Cosola L'Antimafia analizza entrambi i clan: «I Capriati hanno collegamenti in città, i Di Cosola attivi nel traffico di stupefacenti»
Due clan si spartiscono Giovinazzo: Di Cosola e Strisciuglio Due clan si spartiscono Giovinazzo: Di Cosola e Strisciuglio La Direzione Investigativa Antimafia fa una radiografia delle attività criminali
Estorsioni e usura, arrestati 5 esponenti del clan Strisciuglio Estorsioni e usura, arrestati 5 esponenti del clan Strisciuglio Vittima un imprenditore barese costretto a pagare interessi fino al 600% annui
Traffico di droga e armi e due tentati omicidi, i particolari dell'operazione della Polizia Traffico di droga e armi e due tentati omicidi, i particolari dell'operazione della Polizia I due episodi contestati risalgono al 2014. Sequestrati stupefacenti e munizioni. Giannella: «Chi denuncia è al sicuro»
Blitz contro i clan Mercante e Strisciuglio: preso un 37enne Blitz contro i clan Mercante e Strisciuglio: preso un 37enne I traffici tra i quartieri San Paolo e Japigia. Nell'operazione coinvolto anche Riccardo Lucchesi
«Non fu sequestro di persona». Quattro assolti «Non fu sequestro di persona». Quattro assolti Un 26enne raccontò di essere stato sequestrato per un debito non pagato. Tre degli imputati sono stati comunque condannati per estorsione
Blitz contro i clan Mercante e Strisciuglio. IL VIDEO. Blitz contro i clan Mercante e Strisciuglio. IL VIDEO.
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.