Daniele de Gennaro in piazza. <span>Foto Gianluca Battista</span>
Daniele de Gennaro in piazza. Foto Gianluca Battista
Politica

Daniele de Gennaro dalla "rivoluzione gentile" al "patto d'opposizione"

Ieri sera il comizio di ringraziamento di piazza Vittorio Emanuele II

«Un avvocato di provincia che ha fatto capire che un'altra politica era possibile».

Così Daniele de Gennaro ieri sera dal palco di piazza Vittorio Emanuele II, da dove ha voluto ringraziare i suoi elettori per quel 47,8% di voti ottenuti al ballottaggio.

Sconfitto dalle urne, ma non nello spirito, de Gennaro ha tracciato già la strada per il prossimo lustro, ricordando ai suoi che nonostante l'esito delle elezioni non si può essere tristi, ma bisogna alzare la testa e continuare a far crescere un progetto che si è avvalso di uomini e donne, giovani e meno giovani, pronti a scommettere su legalità e trasparenza.

E quindi l'avvocato ha lanciato la proposta di un "patto d'opposizione" tra chi siederà in Consiglio comunale e che coinvolga quelle forze che non si riconoscono nell'azione di governo di Depalma. Lo ha fatto ricordando quanto lo stesso Sindaco rieletto aveva detto dallo stesso palco di piazza Vittorio Emanuele II più volte, richiamando inciuci con il PD che non si sono verificati.

Sarebbe invece lo stesso Tommaso Depalma ad aver usufruito, secondo de Gennaro, di una forte spinta dei vertici baresi dei Democratici, da Michele Emiliano a Marco Lacarra, più volte rimbrottati dal candidato Sindaco sconfitto.

Il primo cittadino, inoltre, avrebbe iniziato a mettere in atto un'epurazione di alcuni dirigenti ritenuti non «fedeli alla sua linea» ed ai quali è andata la solidarietà di de Gennaro.

Poi il passaggio sull'essere «ancora carichi come le molle» e vogliosi di far crescere il movimento alle proprie spalle, un movimento che parta dal basso. «La rivoluzione gentile non è d'élite - ha ricordato de Gennaro -, ma viene dalla gente. E dobbiamo trasformarla nei prossimi cinque anni in rivoluzione popolare».

Infine la chiosa che è sembrata essere un forte sprone a non lasciare che le persone che lo hanno votato abbassino la guardia: «Non dobbiamo mai più lasciare che le cose vadano da sole. Mai più - ha concluso de Gennaro - dobbiamo essere indifferenti alle vicende della nostra città. Dobbiamo invece essere rivoluzionari», inteso come persone che vogliono cambiare il modo di far politica prima ed il proprio paese poi.
  • Daniele de Gennaro
  • Elezioni Amministrative 2017
Altri contenuti a tema
Tagli ai treni, i consiglieri di PVA a Trenitalia: «Giovinazzo penalizzata» Tagli ai treni, i consiglieri di PVA a Trenitalia: «Giovinazzo penalizzata» Tagliate numerose corse, fortissimi disagi. Su Depalma: «Insensibile ai problemi dei pendolari»
Il de Gennaro-pensiero in una intervista Il de Gennaro-pensiero in una intervista Tanti temi, molti spunti in una chiacchierata a cuore aperto con il leader di PrimaVera Alternativa
1 Discarica, de Gennaro: «Come cittadino e padre sarò alla manifestazione» Discarica, de Gennaro: «Come cittadino e padre sarò alla manifestazione» Il leader di PVA deciderà con gli altri Consiglieri se prender parte al Consiglio comunale monotematico di questa mattina
"Giovinazzo città delle ombre". Così PVA attacca Depalma sulle dimissioni di Teresa Discioscia "Giovinazzo città delle ombre". Così PVA attacca Depalma sulle dimissioni di Teresa Discioscia Nuove stoccate all'Amministrazione da un video pubblicato su Facebook
Serafina, la buca "adottata" tra via Bovio e via D'Azeglio Serafina, la buca "adottata" tra via Bovio e via D'Azeglio L'ironia del Consigliere de Gennaro: «Ormai la consideriamo una di famiglia»
1 PVA denuncia irregolarità nell'assegnazione di un incarico PVA denuncia irregolarità nell'assegnazione di un incarico Ieri sera il comizio di piazza. Sotto accusa il provvedimento di affidamento al presidente della Commissione Paesaggistica
D1.1, la Corte Europea per i Diritti dell'Uomo dichiara illegittima la confisca D1.1, la Corte Europea per i Diritti dell'Uomo dichiara illegittima la confisca La pronuncia su situazioni giuridiche a cui quella giovinazzese è assimilabile. Daniele de Gennaro: «Il Comune ritiri la costituzione di parte civile»
2 Ciclovia Giovinazzo-Santo Spirito, botta e risposta tra de Gennaro e Sollecito Ciclovia Giovinazzo-Santo Spirito, botta e risposta tra de Gennaro e Sollecito Il Vicesindaco ha risposto al Consigliere di PrimaVera Alternativa dopo l'intervista rilasciataci
© 2001-2019 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.