Defibrillatore donato al SerMolfetta
Defibrillatore donato al SerMolfetta
Attualità

Associazioni di Giovinazzo donano defibrillatore al SerMolfetta

Una storia di impegno e dedizione verso la comunità e il territorio

La donazione di un defibrillatore al SerMolfetta da parte della Confraternita Maria Santissima di Costantinopoli e dell'associazione Santi medici di Giovinazzo è un atto grande valore e vuol evidenziare l'attenzione posta verso un'unità operativa di primo soccorso attiva e presente sul territorio da trentacinque anni. La consegna si è svolta nella parrocchia di Maria Santissima di Costantinopoli, alla presenza di don Andrea Azzollini.

«L'idea è di Santa Gala, coordinatrice del gruppo di volontari dell'associazione Gils onlus - gruppo italiano per la lotta alla sclerodermia, presente e operativo a Giovinazzo da molto tempo» ha spiegato Agostino Marzella, priore della Confraternita. «Abbiamo pensato di rivolgere attenzione a una realtà associativa molto attiva su Giovinazzo, per l'appunto il Ser Molfetta che si impegna ogni giorno per il bene comune e per la collettività. Lo abbiamo sentito come un atto dovuto di gratitudine. È stata raccolta una cifra sia grazie al buon cuore di benefattori che tramite il ricavato della vendita delle piantine ornamentali di Kalanchoe e di ciclamini» ha aggiunto.

«Il piacere di donare è uno dei nostri punti fermi. Vogliamo far comprendere alla cittadinanza che una realtà come la nostra non si occupa solo dell'aspetto religioso delle iniziative, ma rivolge attenzione al sociale. In gesto compiuto vuole esprimere gratitudine verso i volontari che sono stati molto impegnati durante la pandemia e continuano ogni giorno a svolgere un servizio rilevante sul territorio. In futuro presteremo attenzione all'operato di altre associazioni» ha assicurato Marzella.

«La festa per i nostri trentacinque anni di attività è stata vissuta in sordina per l'emergenza sanitaria e il gesto all'insegna della generosità è ancor più gradito» ha dichiarato a GiovinazzoViva il vicepresidente del SerMolfetta Giovanni Sasso. «In questo dono è racchiuso il valore della prevenzione visto che il defibrillatore è uno strumento per agire immediatamente e precocemente sulle fibrillazioni, causa di numerosi decessi che potrebbero essere evitati attraverso il primo soccorso» ha rilevato. «La scelta di questo ausilio è collegata al fatto che si stanno moltiplicando le assistenze sul territorio giovinazzese; il defibrillatore dà il massimo nel primo soccorso; era assolutamente necessario fosse presente nella nostra sede di Giovinazzo per essere subito utilizzato dai volontari abilitati e dai possessori del brevetto».

L'attività del SerMolfetta è nota alle comunità del territorio e ha acquisito nel tempo un rilevante significato. «Da quattro anni abbiamo una sede a Giovinazzo in via Cappuccini e siamo tutti impegnati a far fronte alle richieste ed esigenze di due città non solo sull'emergenza, ma anche sulla formazione oltre che sul volontariato operativo non occasionale ma quotidiano» ha ricordato Sasso. «La sede è retta da un gruppo di volontari di Giovinazzo con il supporto della vecchia guardia dei volontari di Molfetta in un clima di stretta collaborazione perché siamo una grande famiglia che si occupa di far fronte alle richieste, alle necessità ed esigenze dello stesso distretto sanitario al quale appartengono le città di Giovinazzo e di Molfetta».

Una storia di impegno e dedizione verso la comunità e il territorio, un'occasione di riflessione sul valore del volontariato.
  • Comune di Giovinazzo
  • SerMolfetta
Altri contenuti a tema
Il Comune di Giovinazzo ha attivato il Piano di Intervento Sociale Il Comune di Giovinazzo ha attivato il Piano di Intervento Sociale Sollecito: «Data piena attuazione al piano di contrasto alla povertà»
Tasse comunali 2015: a Giovinazzo in arrivo le cartelle per morosità Tasse comunali 2015: a Giovinazzo in arrivo le cartelle per morosità Depalma: «Obbligati. Non possiamo rischiare danno erariale»
Nuovo dirigente Ufficio Tecnico: il Comune di Giovinazzo pubblica il bando Nuovo dirigente Ufficio Tecnico: il Comune di Giovinazzo pubblica il bando Depalma: «Accuse pretestuose da opposizione. La città va avanti, se ne facciano una ragione»
Buoni spesa, pubblicati due nuovi bandi dal Comune di Giovinazzo Buoni spesa, pubblicati due nuovi bandi dal Comune di Giovinazzo Ci sono anche donazioni private per quasi 15mila euro
Bando affitti, parametri cambiati. Ammessi a Giovinazzo anche i percettori di Reddito di Cittadinanza Bando affitti, parametri cambiati. Ammessi a Giovinazzo anche i percettori di Reddito di Cittadinanza Le modifiche della Regione Puglia hanno permesso il cambiamento del testo comunale
Contributi per affitti, pubblicati i bandi sul sito del Comune di Giovinazzo Contributi per affitti, pubblicati i bandi sul sito del Comune di Giovinazzo Assessore Sollecito: «Un ulteriore bando per famiglie in difficoltà per via del Covid»
Tre interrogazioni consiliari di Primavera Alternativa Tre interrogazioni consiliari di Primavera Alternativa Croce monumentale al cimitero, villaggio commerciale in piazza e chiusura di piazzetta Stallone i temi sui cui il gruppo ha rivolto i suoi interrogativi all'amministrazione
Il Comune partecipa a due bandi per la riqualificazione del campo sportivo "Depergola" Il Comune partecipa a due bandi per la riqualificazione del campo sportivo "Depergola" Depalma: «L'obiettivo è rimettere in ordine, con logiche moderne, tutta l'impiantistica sportiva della città»
© 2001-2021 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.