L'alga tossica
L'alga tossica
Cronaca

Alga tossica: si riduce l'emergenza, ma resta il bollino rosso

I dati diffusi da Arpa Puglia. Ancora certificata la presenza a Giovinazzo

Si ridimensiona l'emergenza alga tossica sulla costa pugliese, ma resta sempre l'allarme.

Dopo la rilevazione della seconda settimana di luglio che aveva evidenziato la presenza dell'alga e della tossina in tutte le località di Bari e provincia, la situazione nelle prime due settimane di agosto migliora. Resta, però, il livello rosso a Molfetta e Giovinazzo, a Santo Spirito, a Cozze e a porto Badisco.

Resta dunque il bollino rosso, con presenza dell'alga "molto abbondante", soprattutto nei pressi dell'hotel Riva del Sole (dove la concentrazione è di 7.362.000 cellule per litro sul fondale e di 78.502 in colonna) e dell'ex lido Lucciola (2.204.206 cellule per litro, sul fondale, e 3.720 in colonna), al confine con Santo Spirito.

L'alga tossica, scientificamente chiamata Ostreopsis ovata, è arrivata sulle coste pugliesi nel 2000 e prolifera in ambienti caldi e con mare calmo. Contiene una tossina che provoca danni alla fauna marina (stelle di mare, ricci, granchi, molluschi) e fastidi ai bagnanti (riniti, faringiti, laringiti, febbre, bronchiti, congiuntiviti).

L'Arpa Puglia, a cominciare da giugno e fino a settembre, effettua un monitoraggio su tutta la costa pugliese. In caso di certificata fioritura, l'Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione dell'Ambiente consiglia di non stazionare lungo le coste rocciose durante le mareggiate (l'alga, in superficie, va a finire sulle rocce e libera quindi nell'aria le tossine).

Inoltre bisogna evitare, nelle zone colpite, il consumo di frutti di mare crudi, soprattutto dei ricci. Mangiarli può comportare conseguenze gastrointestinali.
  • Alga tossica Giovinazzo
Altri contenuti a tema
È tornata l'alga tossica: positive le analisi dell'Arpa È tornata l'alga tossica: positive le analisi dell'Arpa Attenzione, può causare febbre e problemi respiratori. Ma il meteo delle ultime ore dovrebbe disperderla
L'alga tossica è solo un ricordo? L'alga tossica è solo un ricordo? Anche ad agosto scarsa presenza nel nostro mare. I dati diffusi dall'Arpa Puglia
Nessun allarme alga tossica a Giovinazzo. Per l'Arpa i valori sono nella norma Nessun allarme alga tossica a Giovinazzo. Per l'Arpa i valori sono nella norma I dati, fino ad ora in possesso, si riferiscono ai primi 15 giorni di luglio
Alga tossica: confermato bollino rosso per Giovinazzo Alga tossica: confermato bollino rosso per Giovinazzo I dati diffusi da Arpa Puglia
Allarme alga tossica: «Alte concentrazioni a sud di Giovinazzo» Allarme alga tossica: «Alte concentrazioni a sud di Giovinazzo» L'Ostreopsis ovata torna a infestare le coste pugliesi: può causare febbre e problemi respiratori
Alga tossica, presenza registrata solo sui fondali profondi Alga tossica, presenza registrata solo sui fondali profondi La fioritura della Ostreopsis ovata presenta già livelli di concentrazione al di sopra della norma
A Giovinazzo è allarme alga tossica A Giovinazzo è allarme alga tossica Le concentrazioni registrano picchi altissimi lungo tutta la costa, dalla Prima Cala e all'ex lido Lucciola
Torna l'alga tossica: bollino rosso a Giovinazzo Torna l'alga tossica: bollino rosso a Giovinazzo L'Arpa: l'Ostreopsis ovata apparsa sulla riviera sud, facilitata da alte temperature e mare calmo
© 2001-2019 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.