Anna e Leonardo
Anna e Leonardo
Vita di città

A Giovinazzo i primi vaccinati con Johnson & Johnson

Il racconto di Anna Milone e Leonardo Caravella

Anche Giovinazzo ha i suoi primi vaccinati con il Jenssen, il ritrovato della Johnson & Johnson a dose unica.

Sono proseguite anche nel fine settimana scorso le somministrazioni all'interno del PalaCozzoli di Molfetta, Punto Vaccinale di riferimento per i cittadini giovinazzesi. Tra di essi anche Anna Milone e Leonardo Caravella, che il 1° maggio scorso si sono recati nel comune limitrofo per la prima dose di vaccino. Sono due coniugi 71enni, nati nel giugno del 1950, a pochi giorni l'uno dall'altra. Lei la conosciamo anche per le sue prelibate ricette natalizie, lui per anni è stato punto di riferimento nei raparti di una grossa azienda con sede nell'agro tra Giovinazzo e Terlizzi.

Sono loro a raccontare come è andata.

«Siamo arrivati alle 9.45 poiché avevamo la prenotazione effettuata dal portale La Puglia ti Vaccina alle 9.50 - ha detto Leonardo -. Siamo stati chiamati in orario ed abbiamo trovato personale ben organizzato e preparato. Dopo la prima fase di accoglienza e di anamnesi della nostra situazione di salute, abbiamo avuto accesso ai box dove avvengono le somministrazioni. Tutti in perfetto ordine, per cui davvero devo ringraziare il personale e la ASL Bari per l'impeccabile organizzazione».

«Con nostra sorpresa - ci ha confidato Anna -, ci è stata somministrata la dose unica del Johnson & Johnson (sapevamo delle poche dosi AstraZeneca e immaginavamo ci fosse dato il Pfizer BioNTech) e quindi non dovremo nemmeno fare un richiamo, almeno non nei prossimi mesi».

Dopo un'attesa canonica di un quarto d'ora per comprende bene gli effetti del vaccino, ai due coniugi di Giovinazzo è stato consegnato il promemoria dell'avvenuta somministrazione ed anche il documento (una sorta di green card) che attesta il completamento del ciclo vaccinale.

E gli effetti?

Anna ci ha confidato di «un indolenzimento al braccio in cui mi è stato inoculato, ma non ho avuto né spossatezza né febbre nelle 48 ore successive». Per Leonardo si è trattato «di un momento atteso da tempo. Non ho avvertito nulla, ma davvero nulla. Sono reduce da un intervento alla colonna vertebrale e questa è stata davvero una passeggiata. Credo - ha quindi concluso l'ex impiegato della Prysmian - che tutti debbano comprendere l'importanza quasi storica di questo passaggio e vaccinarsi. È un atto liberatorio per noi stessi e d'amore per chi ci sta accanto».
  • Anna Milone
  • Vaccino Covid
  • Leonardo Caravella
  • Johnson & Johnson
Altri contenuti a tema
Vaccino, dal 10 maggio possibili prenotazioni per over 50 Vaccino, dal 10 maggio possibili prenotazioni per over 50 Lo ha detto il Commissario per l'Emergenza Francesco Paolo Figliuolo
La Puglia accelera: in arrivo altre 141mila dosi di vaccino La Puglia accelera: in arrivo altre 141mila dosi di vaccino Tutte le indicazioni fornite alle ASL ed ai medici di base
L'ASL Bari riprogramma il calendario delle vaccinazioni per over 60 e 70 L'ASL Bari riprogramma il calendario delle vaccinazioni per over 60 e 70 Le informazioni utili all'utenza
Nuove dosi Pfizer-BioNTech destinate a pazienti fragili e over 70 Nuove dosi Pfizer-BioNTech destinate a pazienti fragili e over 70 Lopalco ringrazia i medici di Medicina generale per l'apporto delle ultime settimane
Prima dose di vaccino per il 22% della popolazione del barese Prima dose di vaccino per il 22% della popolazione del barese I dati forniti dalla ASL Bari
1 Rinvio vaccinazioni per carenza dosi: il calendario della ASL Bari Rinvio vaccinazioni per carenza dosi: il calendario della ASL Bari Tutte le informazioni utili all'utenza
Vaccino Johnson & Johnson, in arrivo 12mila dosi in Puglia Vaccino Johnson & Johnson, in arrivo 12mila dosi in Puglia Dopo la pronuncia dell'Ema e dell'Aifa riprende la distribuzione
Vaccini, appello di Depalma ai giovinazzesi: «Mantenete prenotazioni già effettuate» Vaccini, appello di Depalma ai giovinazzesi: «Mantenete prenotazioni già effettuate» Il primo cittadino insiste affinché non venga messa in difficoltà la macchina organizzativa della ASL Bari e non vadano perse dosi
© 2001-2021 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.