Roberto Speranza
Roberto Speranza
Cronaca

72 morti registrati, ma la Puglia diventa zona gialla

La nuova ordinanza del Ministro Speranza lascia perplessi molti. Cosa cambia per le attività di ristorazione

La Puglia passerà da domenica 6 dicembre dalla zona arancione alla zona gialla.

È quanto emerge dalle tre ordinanze firmate questo pomeriggio, 4 dicembre, dal Ministro della Salute Roberto Speranza. E tutto questo nel giorno più nero da inizio pandemia per ciò che concerne i decessi, ben 72 nelle ultime ore.
Oltre alla Puglia, anche Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche ed Umbria passeranno dalla zona di rischio moderato a quella con una situazione sotto controllo dell'epidemia. Dall'11 dicembre toccherà alla Lombardia, già passata da rossa ad arancione, divenire gialla e poi il 13 dicembre dovrebbe essere la volta del Piemonte.
Il provvedimento ha suscitato perplessità innanzitutto in ambienti sanitari ed anche sul versante politico locale, sebbene i dati odierni siano in realtà frutto di elaborazioni di alcuni giorni.

COSA CAMBIA DA DOMENICA

Da domenica prossima e fino al 21 dicembre ci sarà dunque la possibilità di spostarsi tra comuni ed i ristoranti, bar, pub, pizzerie saranno regolarmente aperti a pranzo e sino alle 18.00, orario a partire dal quale sarà quindi possibile effettuare solo l'asporto. Resta confermato il coprifuoco dalle 22 alle 5 del mattino. Poi dal 21 dicembre al 6 gennaio saranno in vigore le norme più severe contenute nel DPCM relativamente agli spostamenti.


COSÌ LOPALCO ALLA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO

Nelle scorse ore era stato l'Assessore regionale alla Sanità, Pier Luigi Lopalco, a sollevare qualche dubbio in una intervista pubblicata dalla Gazzetta del Mezzogiorno nella versione on line, in cui ha affermato di preferire che non si abbassi in alcun modo la guardia, ma aveva aggiunto: «Occorre premettere - aveva spiegato - che il dato giornaliero dei positivi rappresenta il numero di analisi fatte quel giorno dal laboratorio: sono tamponi di 4, 5 o 6 giorni prima. Occorre guardare la curva dei casi ordinata per data inizio sintomi e data tampone. E allora si vede un Salento mediamente poco interessato dalla pandemia, mentre a Bari, che ha avuto molti più casi, la curva si è fermata e sta andando verso la diminuzione. Questo non è ancora evidente a Foggia e nella Bat perché queste province, che hanno avuto una intensità di circolazione virale elevata, hanno fatto più fatica con il contact-tracing e i tamponi. Ma il dato che ci conferma che stiamo passando il picco e ci avviamo alla discesa sono i ricoveri ospedalieri: il dato di occupazione dei posti letto è incontrovertibile e non dipende dalla quantità di tamponi che si fanno. Per la prima volta abbiamo le terapie intensive che si svuotano, e due posti covid liberi al Policlinico che non si vedevano da tanto tempo. Sono segnali di epidemic intelligence che vanno al di là del numero di tamponi e di positivi, nella direzione di un allentamento».
  • Ministero della Salute
  • Roberto Speranza
Speciale Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutti gli aggiornamenti

552 contenuti
Altri contenuti a tema
Covid-19: in Puglia 11 morti e 944 guariti nelle ultime ore Covid-19: in Puglia 11 morti e 944 guariti nelle ultime ore I nuovi casi registrati sono stati il 9,90% del campione totale dei tamponi effettuati
«Gli anziani di Villa Giovanni XXIII accuditi in sicurezza» «Gli anziani di Villa Giovanni XXIII accuditi in sicurezza» Il direttore Castro chiarisce: «Col personale falcidiato, impossibile rispondere celermente. Ma sono tutti in buone condizioni»
Coronavirus Puglia: nelle ultime ore il 10,29% dei tamponi risultati positivi Coronavirus Puglia: nelle ultime ore il 10,29% dei tamponi risultati positivi Ieri registrati altri 31 morti. Situazione non aggiornata a Giovinazzo
Covid-19: i guariti superano i 55.000 in Puglia. Ieri 26 morti e 1.566 nuovi casi registrati Covid-19: i guariti superano i 55.000 in Puglia. Ieri 26 morti e 1.566 nuovi casi registrati In terapia intensiva ci sono 165 persone. Su Giovinazzo restano 173 gli attualmente positivi
Covid in Puglia: 25 decessi, 1159 nuovi contagiati e 1224 guariti nelle ultime ore Covid in Puglia: 25 decessi, 1159 nuovi contagiati e 1224 guariti nelle ultime ore Aumentano le persone in terapia intensiva: sono 148
Lopalco: «Tamponi ogni 14 giorni e poi vaccini per il personale scolastico» Lopalco: «Tamponi ogni 14 giorni e poi vaccini per il personale scolastico» Pronta una bozza di delibera regionale e l'istituzione del Team di Operatori Sanitari Scolastici Covid-19
Contagio da Coronavirus: in Puglia scendono tutti gli indicatori e aumentano i guariti Contagio da Coronavirus: in Puglia scendono tutti gli indicatori e aumentano i guariti Ieri 16 decessi, 850 nuovi casi e 1.155 guarigioni
A Giovinazzo 173 positivi al Covid. In Puglia ieri 403 nuovi casi A Giovinazzo 173 positivi al Covid. In Puglia ieri 403 nuovi casi Registrati anche 26 decessi e 985 guariti
© 2001-2021 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.