Palazzo di Città. <span>Foto Gianluca Battista</span>
Palazzo di Città. Foto Gianluca Battista
Politica

TARI, Depalma e Iannone rispondono a PrimaVera Alternativa

La controreplica dopo le polemiche degli scorsi giorni sulle nuove tariffe

Ospitiamo la risposta integrale dell'Amministrazione comunale alle osservazioni mosse da PrimaVera Alternativa sulla TARI, all'indomani dell'intervista rilasciataci dal consigliere comunale di Forza Italia, Ruggero Iannone. Questo il testo.

In merito alla polemica sollevata da PVA in tema di TARI e rifiuti, intervengono il sindaco di Giovinazzo, Tommaso Depalma, e il consigliere di maggioranza Ruggiero Iannone.

«Facciamo chiarezza - dichiara Iannone -. La TARI contempla la copertura integrale a carico dei cittadini dei costi del servizio di igiene urbana e smaltimento rifiuti. Va da sé che se aumenta la produzione dei rifiuti, aumenta il costo di smaltimento. È questo il caso di Giovinazzo che tra il 2017 e il 2018 ha visto lievitare la propria produzione totale di rifiuti di ben 541.374 Kg».

E questo è il primo punto, ma Iannone continua con una seconda considerazione che «Riguarda paragoni impropri tra diversi Comuni. Ogni Comune ha costi diversi in base a gare di appalto per la gestione del servizio e in base ai costi di smaltimento degli impianti privati. I paragoni vanno dunque compiuti partendo dalla stessa base di partenza: il costo del servizio aggiudicato in base alla gara di appalto del nostro Aro Ba2 che comprende ben 7 comuni ( Modugno, Giovinazzo, Sannicandro, Palo del Colle, Binetto, Bitritto e Bitetto).

Dall'Osservatorio dei rifiuti della Regione Puglia - prosegue l'esponente forzista - ricaviamo quindi un altro dato interessante: Giovinazzo è il Comune dell'Aro con la più alta produzione di rifiuti pro-capite mensile, ben 33,52 kg in media (Modugno ha una media di 31 Kg, Palo del Colle che ha più o meno il nostro numero di abitanti ha una media di 28 Kg). A questo dato occorre aggiungere i costi del servizio di pulizia del litorale (servizio che non è in carico agli altri Comuni del nostro Aro). Ridurre la TARI è il nostro auspicio, ma bisogna avere l'onestà di ammettere che non è possibile incidere sui costi di servizio perché c'è una gara aggiudicata e un contratto firmato con le imprese aggiudicatarie. Possiamo però incidere sui costi di smaltimento che noi riteniamo siano troppo alti. Questo perché si è trascurato per anni la chiusura del ciclo dei rifiuti e sembra ormai un tabù parlarne. Ma da qualche parte il rifiuto deve essere conferito e io preferisco che ci sia una rete di impianti pubblica così da poter avere tariffe non dettate dai privati».

E il consigliere Iannone conclude dicendo che «Fatte questi dovuti chiarimenti, mi preme replicare alla mistificazioni di PVA. Non ho mai scritto di "riaprire" la discarica di Giovinazzo e non ha mai scritto di realizzare a Giovinazzo altri impianti. Il tema centrale rimane dirimente: come possiamo diminuire la TARI se non diminuiscono i costi di smaltimento che al momento sono decisi da soggetti privati - si chiede -? La sinistra giovinazzese ha per caso abbandonato il concetto di impianto gestito dal "pubblico"? Non era Vendola che voleva liberarci dai gestori privati - è la stoccata -? E i giovinazzesi, che si stanno comportando al meglio permettendo il raggiungimento di percentuali di raccolta differenziata altissima (oltre il 74%), non meritano una TARI più bassa se la Regione portasse in porto il nuovo Piano Regionale dei Rifiuti? Queste sono le domande alle quali i nostri avversari fuggono da anni. Il loro tentativo, assai goffo in realtà, di travisare le mie affermazioni, è la prova provata che si cerca un qualsiasi appiglio per disattendere una discussione seria sul conferimento dei rifiuti».

E sulla vicenda TARI e rifiuti, interviene anche il sindaco : «PVA come al solito cerca di mistificare le nostre parole pur di guadagnare un po' di visibilità - dichiara Depalma -. Dissociarmi da Iannone? E per quale motivo? Perché ha ribadito il concetto che alla Puglia serve una rete impiantistica pubblica? Non mi sembra proprio il caso.

Piuttosto - contrattacca il primo cittadino -, ad oggi nessuno di PVA si è mai dissociato da Vendola e dalla sua gestione fallimentare che ha consegnato la chiusura del ciclo dei rifiuti a gestori privati e alle loro tariffe esose. Ad oggi si può contare solo un successo in tema di rifiuti ed è inconfutabilmente ascritto alla nostra amministrazione: in tema di igiene urbana e smaltimento, dopo anni di proroghe farlocche ad un gestore (Daneco) che sappiamo come ha trattato la nostra città, oggi abbiamo un servizio di raccolta regolarmente aggiudicato e che pone il nostro Aro al primo posto in Puglia per percentuale di raccolta differenziata. L'Aro BA2 nel 2018 si conferma il più virtuoso di Puglia con la media di 75,05 % di raccolta differenziata (dati Osservatorio rifiuti della Regione Puglia).

Va da sé che - continua Depalma - non potendo incidere sui costi del servizio di raccolta (abbiamo aggiudicato una gara di nove anni per tutto l'Aro) dobbiamo cercare in tutti i modi di diminuire i costi di smaltimento, ma questa è una tematica sovracomunale per la quale stiamo richiamando la giusta attenzione. Ribadisco, inoltre, che se non avessimo raggiunto tale percentuale di raccolta differenziata avremmo avuto una TARI schizzata alle stelle. Dobbiamo continuare quindi a impegnarci nella raccolta differenziata - conclude - e cercare di sollecitare la Regione a provvedere al problema dello smaltimento».
  • tari
  • Tommaso Depalma
  • Ruggero Iannone
Altri contenuti a tema
Capurso, anche Depalma tra i sindaci per la nuova sede e per Abbaticchio Capurso, anche Depalma tra i sindaci per la nuova sede e per Abbaticchio L'evento inaugurale è stato anche occasione per il dialogo sulle europee
Tributi, il PD racconta la sua verità Tributi, il PD racconta la sua verità Risposta indiretta al Sindaco Depalma ed al Consigliere Iannone su IMU, TASI, Irpef e soprattutto TARI
Casa di Riposo e Villa Comunale: a che punto siamo? Casa di Riposo e Villa Comunale: a che punto siamo? Un post del Sindaco chiarisce lo stato di avanzamento dei lavori e richiama gli altri interventi in corso in questi giorni
Piccoli cittadini crescono Piccoli cittadini crescono Un progetto delle Scuole dell'Infanzia di Giovinazzo
TARI e rifiuti, PVA: «Da Iannone proposte scellerate. Il Sindaco si dissoci» TARI e rifiuti, PVA: «Da Iannone proposte scellerate. Il Sindaco si dissoci» Capurso: «Spieghi alla città perché tali costi non sono stati inseriti nel DEF nonostante l'obbligo di legge»
I primi cittadini di Italia in Comune a sostegno del mondo delle imprese I primi cittadini di Italia in Comune a sostegno del mondo delle imprese Nove sindaci, tra cui Depalma, scrivono a Decaro: "Urgente un Piano di sviluppo economico 2020-2025"
TARI, Iannone (FI): «Aumenti irrisori per le utenze domestiche» TARI, Iannone (FI): «Aumenti irrisori per le utenze domestiche» Il Consigliere forzista risponde alle accuse di aumenti della sinistra e spiega il punto di vista della maggioranza
Anna Vacca lascia: Cristina Piscitelli nuovo Assessore a Cultura e Turismo Anna Vacca lascia: Cristina Piscitelli nuovo Assessore a Cultura e Turismo La nota stampa del Comune che chiarisce i contorni della vicenda
© 2001-2019 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.