Polizia di Stato
Polizia di Stato
Cronaca

Recuperati due scuotitori. Ma i ladri si dileguano

La Polizia scopre il covo dei malviventi a Bitonto. Ritrovate anche due auto rubate

È stata una vera caccia all'uomo nelle campagne di Bitonto quella condotta dalla Polizia di Stato. Cercavano due persone armate che, col volto coperto da un passamontagna, avevano fatto irruzione in due diversi fondi per derubare gli agricoltori al lavoro.

I malviventi, secondo le segnalazioni, erano fuggiti in entrambi i casi su un'Alfa Romeo 147 di colore grigio. E tra le vittime un agricoltore di Giovinazzo che nella mattinata di ieri in località San Lorenzo, si era visto minacciare da una pistola per sottrargli lo scuotitore meccanico con cui stava raccogliendo le olive. Subito dopo le segnalazioni il Commissariato di P.S. di Bitonto ha fatto scattare il piano anti-rapina, presidiando tutte le vie di fuga possibili sia con autopattuglie sia con il sorvolo dell'agro da parte dell'elicottero del Reparto Volo della Polizia di Stato, decollato dal vicino Aeroporto di Palese. Tale dispositivo ha indotto i rapinatori ad abbandonare l'Alfa Romeo 147 in una zona poco distante dai luoghi delle rapine. Individuata dall'elicottero e recuperata dalle Volanti è risultata rubata a Molfetta il 9 ottobre scorso. Nel corso della perlustrazione sono stati altresì rinvenuti, ben occultati in un casolare abbandonato vicino alla poligonale al termine di via Quorchio, ben quattro scuotitori ed un'altra Alfa Romeo 147 di colore grigio rubata il 23 settembre scorso a Bitonto. Due dei quattro scuotitori sono stati riconosciuti come quelli appena sottratti durante le due rapine consumate poco prima, mentre gli altri due sono stati restituiti ai legittimi proprietari anch'essi vittime di rapine nei giorni scorsi ad opera presumibilmente degli stessi due malviventi che però si sono dileguati nelle campagne.

L'attività d'indagine del Commissariato di P.S. di Bitonto, diretto dal dirigente Giorgio Oliva, prosegue per cercare di dare un volto ai due rapinatori.
  • cronaca
Altri contenuti a tema
Sorpreso a rubare in un'agenzia di viaggi: arrestato Sorpreso a rubare in un'agenzia di viaggi: arrestato Un 41enne di Molfetta si era impossessato di 400 euro. È finito ai domiciliari
Caso Meredith, dagli Usa solidarietà a Raffaele Caso Meredith, dagli Usa solidarietà a Raffaele Una lettrice ci scrive dagli States: «Non c’è un briciolo di prova»
Il rapporto della Dia sulle attività criminali nella Provincia Il rapporto della Dia sulle attività criminali nella Provincia L'agro di Giovinazzo è caratterizzato da una intensa attività di ricettazione di veicoli rubati
L'inseguimento di due auto finisce con un conflitto a fuoco L'inseguimento di due auto finisce con un conflitto a fuoco Dei quattro banditi, i Carabinieri ne hanno fermato uno: un 26enne di Bitonto. È caccia ai complici
Fiamme nella notte: incendiate due auto Fiamme nella notte: incendiate due auto Un rogo doloso ha distrutto una Citroen C1 ed una Fiat Punto in via Lupis. Torna l’incubo?
D1.1, gli avvocati difensori replicano alle accuse di Nitti D1.1, gli avvocati difensori replicano alle accuse di Nitti Anche il Comune di Giovinazzo chiede la valutazione singola dei casi sotto processo
Arrestata la truffatrice degli anziani giovinazzesi Arrestata la truffatrice degli anziani giovinazzesi Elena Rasizzi Scalora è ritenuta responsabile di quattro episodi. Spillati 1.000 euro alle vittime dei raggiri
Torna a casa il bambino scomparso a Giovinazzo Torna a casa il bambino scomparso a Giovinazzo Ha avuto un epilogo la “fuga” di Pasquale. Grande sollievo da parte della mamma
© 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.