Filannino fa lezione a scuola
Filannino fa lezione a scuola
Scuola

Legalità, gli alunni dell'I.C. "Bosco-Buonarroti" a lezione dai Carabinieri

Incontro con i militari della locale Stazione e le Unità cinofile

Quando la scuola e l'istituzione, in questo caso l'Arma dei Carabinieri, si incontrano e creano progetti in sinergia, si realizzano incontri informativi e formativi molto utili per i nostri ragazzi. Una progettualità dai contenuti interessanti come il bullismo ha impegnato lunedì 11 aprile gli alunni delle classi di quinta della scuola primaria San Giovanni Bosco mentre martedì 12 si è parlato di cyber-bullismo e di legalità agli studenti della scuola secondaria di primo grado "Buonarroti ". I ragazzi e le loro insegnanti, coordinati dalle docenti Mara Spadavecchia e Rosalba Valenza, hanno partecipato ad incontri con i Carabinieri della Stazione di Giovinazzo e hanno potuto ascoltare Ruggiero Filannino, il comandante a capo della stazione cittadina della gloriosa forza armata. Nell'ambito delle iniziative connesse alla formazione della cultura della legalità, l'Arma dei Carabinieri ha proposto i due incontri formativi su queste tematiche di grande attualità sulle quali è bene dare corretta informazione e sensibilizzare le coscienze dei ragazzi.

L'INIZIATIVA SVOLTASI A SCUOLA

Il maresciallo capo ha saputo ben illustrare ai ragazzi delle classi di quinta le tematiche legate al fenomeno del bullismo, spiegando loro le sfaccettature del problema con i pericoli e i rischi ad esso collegati. Con gli alunni delle classi seconde e terze della scuola Secondaria di primo grado, presso l' Auditorium " Buonarroti", il Comandante ha trattato temi di legalità ad ampio raggio oltre il bullismo e il cyberbullismo. Ha condotto un approfondimento sulla legalità facendo riferimento ai diritti umani, alla funzione dei Carabinieri in tutti gli ambiti civili e legali; ha inoltre affrontato svariati argomenti di attualità per fare degli esempi concreti. Ha concluso il suo intervento spiegando quali sono i pericoli legati all'uso delle sostanze stupefacenti.
A questo proposito, ha fatto intervenire nella palestra della Buonarroti le Unità Cinofile che hanno proposto una vera e propria simulazione con un percorso per individuare grazie al cane Willy, un pastore tedesco sapientemente addestrato, la presenza di sostanze stupefacenti. La dimostrazione è stata seguita con vivo interesse dagli alunni e dalle alunne delle classi seconde e terze, i quali hanno risposto con un vero tripudio di ammirazione ed un caloroso applauso: hanno assistito a qualcosa di avvincente che spesso si vede nei film. Le conferenze tenute dal Comandante Filannino sono state seguite con attenzione anche dalla preside, prof. Maria Paola Scorza, che ha espresso parole di vivo apprezzamento sull'operato dei militari dell'Arma dei Carabinieri e sulla buona riuscita degli incontri. Il Maresciallo Capo Filannino ha saputo suscitare interesse e curiosità sia tra i bambini cui si è rapportato con linguaggio chiaro, adatto a un pubblico di piccoli, sia con i ragazzi con i quali si è espresso con estrema delicatezza data l'importanza degli argomenti. Ha saputo suscitare così tanto interesse che gli interventi da parte degli alunni sono stati molti. Gli alunni, divisi in gruppi nel rispetto delle norme anti-Covid, hanno vissuto un'esperienza formativa di notevole spessore. Si è trattato di un vero e proprio laboratorio nel quale è stato spiegato ai bimbi ed alle bimbe quanto sia importante il rispetto delle norme e delle regole da osservare in tutti i momenti della vita di ognuno, per far sì che si costruisca un futuro migliore fatto di buone prassi, opportunità e rispetto della vita. Questa tipologia di attività svolte nella scuola, ambiente formativo intriso di valori umani e educativi, devono incrociarsi con l'impegno e l'attenzione che in ogni famiglia vanno attivate. I ragazzi già in famiglia devono ricevere buoni esempi da interiorizzare perché loro sono semi preziosi da coltivare con cura per un futuro migliore: ecco perché alla famiglia tocca fare la sua parte.

Al Comandante Ruggero Filannino, che incarna la legalità nella nostra città, ai Carabinieri che hanno preso parte all'iniziativa e all'Arma dei Carabinieri tutta, sono giunti nelle scorse ore i ringraziamenti della comunità scolastica dell'Istituto Comprensivo "Bosco-Buonarroti " per il grande impegno e sacrificio che mettono ogni giorno per la sicurezza dei cittadini.
  • Carabinieri Giovinazzo
  • I.C. Bosco-Buonarroti
Altri contenuti a tema
Stasera in scena il musical "Good & Evil". Protagonisti alunni dell'IC Bosco-Buonarroti Stasera in scena il musical "Good & Evil". Protagonisti alunni dell'IC Bosco-Buonarroti Si tratta della conclusione dell'ampio progetto “Piano delle Arti”
"Lasciate ogne speranza, Voi ch’intrate…", spettacolo teatrale per alunni dell'I.C. "Bosco-Buonarroti" "Lasciate ogne speranza, Voi ch’intrate…", spettacolo teatrale per alunni dell'I.C. "Bosco-Buonarroti" Successo per una serata "differente" all'interno del Giardino "Anemone Ressa"
Dal furto all'incidente: la ricostruzione dell'alba di ieri a Giovinazzo Dal furto all'incidente: la ricostruzione dell'alba di ieri a Giovinazzo I militari, finiti fuori strada mentre cercavano di bloccare una Giulietta, sono rimasti feriti. Depalma: «Il territorio è presidiato»
Caccia a un'auto, Carabinieri si schiantano in pieno centro. Feriti due militari Caccia a un'auto, Carabinieri si schiantano in pieno centro. Feriti due militari Una Giulietta non s'è fermata all'alt: inseguimento in città. Poi l'impatto con un mezzo agricolo in piazza Sant'Agostino
Ritrovato un 60enne scomparso a Bari: era a Giovinazzo Ritrovato un 60enne scomparso a Bari: era a Giovinazzo L'uomo, audioleso, aveva fatto perdere le sue tracce da due giorni. È stato ritrovato dai Carabinieri in piazza Vittorio Emanuele II
Soldi per pilotare le indagini sul clan Di Cosola: condannati in 4 Soldi per pilotare le indagini sul clan Di Cosola: condannati in 4 Condanne a pene comprese tra i 13 anni e 4 mesi e 6 anni di carcere. Tra gli imputati l'appuntato Salerno: 10 anni
Truffe agli anziani, i consigli dei Carabinieri Truffe agli anziani, i consigli dei Carabinieri Nei giorni scorsi, a Giovinazzo, i militari hanno organizzato un incontro all'interno del centro di via Gioia
Nel Barese per truffare un'anziana. I Carabinieri: «Denunciate sempre» Nel Barese per truffare un'anziana. I Carabinieri: «Denunciate sempre» Dopo gli arresti di ieri, le indagini proseguono per cercare di capire se siano sempre loro i responsabili di altre truffe
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.