Bagnanti a Levante
Bagnanti a Levante
Vita di città

La domenica di Giovinazzo tra voglia di normalità e qualche eccesso

Qualcuno è andato al mare, altri hanno preferito una passeggiata. Quasi tutti sono stanchi delle resrizioni

I tavoli all'aperto apparecchiati sono il simbolo del ritorno alla vita della ristorazione giovinazzese, ingabbiata per mesi da zone di diverso colore e normative nazionali che sembravano penalizzare solo determinate attività, come se i contagi avvenissero esclusivamente nei locali.

Giovinazzo ha provato nel weekend appena trascorso a riprendersi pezzi di socialità, anche se non sono mancati i soliti eccessi.
Domenica mattina, tra mezzogiorno e le 13.00, abbiamo provato a fare un giro, notando al solito in Villa Comunale ed in piazza Vittorio Emanuele II troppi anziani seduti a distanza ravvicinata e con mascherine spesso male indossate. La speranza è che fossero vaccinati tutti.

Il bello del giorno festivo è stato perfettamente rappresentato da alcuni odori - di cucina soprattutto - che si sono sparsi per i vicoli di un borgo antico decisamente godibile. Gli odori del ritorno ad una parvenza di normalità, con i tavoli sistemati in ampi spazi ben oltre le vecchie occupazioni di suolo pubblico (magari qualche esercente, in altre aree cittadine, potrebbe evitare di piazzarli su passaggi pedonali e davanti a passi carrabili).

Via Marina è sembrata molto animata, così come tutta la costa di Levante, dove diversi giovani ed alcune famiglie si sono riversate nella zona di piazzale Aeronautica Militare ed hanno anche fatto il bagno nell'area di quello che (non ce ne vogliano gli storici locali) viene volgarmente detto "il porto vecchio". Anche in quel caso abbiamo riscontrato qualche distanza non esattamente rispettata tra nuclei differenti, ma comprendiamo anche la voglia di godersi la mattinata mite.

Ed a proposito di mare ed aperture, i lidi giovinazzesi, per la maggior parte, hanno preferito rimandare di una settimana l'inizio della stagione balneare e delle aperture al pubblico, non solo per completare le loro incombenze al fine di rispettare la minuziosa normativa anti-contagio, ma soprattutto per un meteo che alla vigilia si presentava assai incerto.

CAOS A PONENTE E ZERO CONTROLLI

Una brutta pagina è stata invece scritta a Ponente, sul lungomare Marina Italiana ed in largo Marrano, dove troppi sono stati gli assembramenti di ragazzi e ragazze al pomeriggio, con traffico in tilt per diverse ore senza che la Polizia Locale intervenisse. Siamo alle solite in quella zona e sono tanti i cittadini giovinazzesi che ci hanno scritto nelle scorse ore chiedendoci di evidenziare il problema agli amministratori per riportare ordine.

ALCUNE CONSIDERAZIONI FINALI

Giovinazzo ha ripreso dunque le sembianze di una cittadina turistica, con molti arrivi da tutta la Città Metropolitana e non solo da centri viciniori. Quel che ci preme di più sottolineare è che a fronte degli sforzi di tanti esercenti, c'è ancora chi, tra i cittadini, non rispetta le regole e potrebbe finire per dar nuova forza ad un contagio che va scemando (esattamente come un anno fa).
Prudenza, attenzione ed intelligenza aiuteranno a riprenderci spazi di socialità essenziali al fine di rimettere in moto l'economia turistica della nostra costa, da una parte, assicurandoci serenità ed un autunno senza più tante paure, dall'altra.

Sotto il nostro articolo alcuni scatti che raccontano la domenica a Giovinazzo.

LILILIIMG WA LIIMG WA
  • Giovinazzo
  • Spiagge Giovinazzo
  • Zona gialla
Speciale Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutti gli aggiornamenti

926 contenuti
Altri contenuti a tema
Covid in Puglia, oltre 350 nuovi casi nelle ultime ore Covid in Puglia, oltre 350 nuovi casi nelle ultime ore Stabile il dato degli attualmente positivi. Registrati altri 4 decessi
6900 positivi deceduti in Puglia dall'inizio della pandemia 6900 positivi deceduti in Puglia dall'inizio della pandemia 4632 gli attualmente positivi
Covid, sensibile aumento dei ricoveri in Puglia Covid, sensibile aumento dei ricoveri in Puglia Gli attualmente positivi superano quota 4500
Il contagio si diffonde: 369 nuovi casi positivi in Puglia Il contagio si diffonde: 369 nuovi casi positivi in Puglia Dato molto preoccupante: quasi il 15% dei ricoverati è in terapia intensiva
La curva degli attualmente positivi in Puglia sale, quella dei ricoverati scende La curva degli attualmente positivi in Puglia sale, quella dei ricoverati scende 291 nuovi contagi nelle ultime ore
Si alza ancora il numero degli attualmente positivi in Puglia Si alza ancora il numero degli attualmente positivi in Puglia Scende però il numero dei ricoverati
Covid in Puglia, 367 nuovi contagi e 3 decessi nelle ultime ore Covid in Puglia, 367 nuovi contagi e 3 decessi nelle ultime ore Lieve calo del numero dei ricoverati
Un numero consistente di nuovi casi positivi in Puglia Un numero consistente di nuovi casi positivi in Puglia Nessuna conseguenza per il sistema ospedaliero, che regge l'impatto: stabile il dato relativo ai ricoveri
© 2001-2021 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.