La Squadra Mobile della Polizia di Stato
La Squadra Mobile della Polizia di Stato
Cronaca

Inutile la fuga sui tetti, preso Arciuli. Si nascondeva a Triggiano

Il 22enne è stato individuato dalla Squadra Mobile di Bari e Bat. Arrestata anche la fidanzata 21enne

È stato arrestato a Triggiano, dopo quasi due mesi di latitanza, Daniele Arciuli, 22 anni, evaso dal carcere di Trani il 26 agosto scorso. Con lui è stata arrestata in flagranza anche la compagna 21enne, incensurata, N.S. le sue iniziali, di Giovinazzo: sono stati trovati insieme e - per l'accusa - ne aveva favorito l'irreperibilità.

Il pregiudicato originario del quartiere San Girolamo di Bari, ristretto presso l'istituto di pena di Trani per scontare la condanna per l'omicidio, avvenuto il 26 marzo 2015, a Giovinazzo, del 21enne Gaetano Spera, approfittando di un istante propizio, era riuscito a scavalcare le mura di cinta del penitenziario, facendo perdere le proprie tracce nelle campagne limitrofe, assieme a Giuseppe Antonio De Noja, consegnatosi presso gli uffici della Questura di Bari, cinque giorni più tardi.

Arciuli, invece, aveva deciso di rendersi irreperibile, permanendo nella sua latitanza sino a quando gli investigatori della Sezione Omicidi della Squadra Mobile di Bari, collaborati dall'omologo ufficio della Questura di Barletta, Andria e Trani, sono riusciti, negli ultimi tre giorni, a localizzarlo e a stanarlo a Triggiano, in centro, dove il 22enne, assieme alla compagna 21enne, aveva trovato un comodo rifugio - un basso in via Carroccio -, in un luogo «non privo di vie apposite di fuga».

Al momento dell'intervento dei poliziotti, infatti, coordinati dal pubblico ministero titolare dell'indagine, Silvia Curione, Arciuli, seguito dalla compagna, ha tentato di sottrarsi alla cattura, scappando attraverso una finestra e riuscendo a raggiungere repentinamente i tetti delle abitazioni limitrofe. Tallonato dagli agenti delle due Questure, ne è nato un pericoloso inseguimento a piedi, fra cornicioni e antenne, sino a quando l'evaso è stato raggiunto, immobilizzato e ammanettato.

Nel corso dell'operazione, è stata altresì tratta in arresto la rispettiva compagna, la giovinazzese N.S., di 21 anni. Incensurata è stata confinata ai domiciliari con l'accusa di favoreggiamento personale: sono stati trovati insieme e - per gli inquirenti - ne aveva favorito lo stato di irreperibilità. Dopo le formalità di rito, Daniele Arciuli è stato condotto in carcere dove dovrà finire di scontare una condanna per l'omicidio Spera, commesso quando era minorenne, con fine pena nel 2024.

A questo si aggiungerà il nuovo reato commesso evadendo dal carcere di Trani, mentre proseguono le indagini, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Bari, finalizzate a identificare tutti coloro i quali, a vario titolo, possono aver favorito la fuga e la latitanza del 22enne, conclusa dopo una fuga lunga 48 giorni.
  • Daniele Arciuli
Altri contenuti a tema
Il Gip ha deciso: Arciuli resta in carcere, la compagna torna libera Il Gip ha deciso: Arciuli resta in carcere, la compagna torna libera Nei confronti del 22enne, il giudice De Cristofaro ha anche emesso un'ordinanza di custodia cautelare
Arciuli e la sua compagna non rispondono davanti al Gip Arciuli e la sua compagna non rispondono davanti al Gip Il 22enne, catturato dopo quasi due mesi di latitanza, s'è avvalso della facoltà di non rispondere
Arciuli catturato dopo 48 giorni di fuga: si indaga sui fiancheggiatori Arciuli catturato dopo 48 giorni di fuga: si indaga sui fiancheggiatori Con lui è stata arrestata la compagna 21enne, di Giovinazzo: per gli investigatori ne aveva favorito l'irreperibilità
Fine corsa per Daniele Arciuli: arrestato dalla Squadra Mobile Fine corsa per Daniele Arciuli: arrestato dalla Squadra Mobile Era fuggito il 26 agosto scorso dal carcere di Trani. È stato rintracciato e bloccato la notte scorsa
Omicidio Spera, la Cassazione rigetta i ricorsi e conferma le condanne Omicidio Spera, la Cassazione rigetta i ricorsi e conferma le condanne Sentenza definitiva: 8 anni di carcere a Ignazio Chimenti, Luca Lafronza e Pio Mauro Sparno
Evasi dal carcere: si costituisce De Noja, si cerca ancora Arciuli Evasi dal carcere: si costituisce De Noja, si cerca ancora Arciuli Il 28enne, evaso lo scorso 26 agosto, si è presentato presso gli uffici della Questura di Bari
Detenuti evasi a Trani, ricerche estese in tutta la Puglia Detenuti evasi a Trani, ricerche estese in tutta la Puglia Le ricerche si concentrano fra Bari e la Bat. La Procura di Trani, intanto, ha aperto un'inchiesta
Arciuli in fuga, ricerche senza sosta. Il Sappe: «Evasione annunciata» Arciuli in fuga, ricerche senza sosta. Il Sappe: «Evasione annunciata» Sulle tracce del 22enne, detenuto dal 2015 per l'omicidio Spera, ci sono Carabinieri e Polizia
© 2001-2021 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.