Concerto nell'Auditorium
Concerto nell'Auditorium "Salvucci"
Musica

Il Festival itinerante Anima Mea al Museo Diocesano

Stasera in programma il concerto "Il servizio divino"

Farà il giro del mondo con l'etichetta Brilliant il concerto "Il servizio divino" dedicato a Georg Philipp Telemann che il festival itinerante Anima Mea proponedomenica 28 ottobre (ore 20.30) al Museo Diocesano di Molfetta.

L'esecuzione delle Sei cantate sacre del compositore tedesco, interpretate da due specialisti del repertorio antico, il soprano Joanna Klisowska e il baritono Sergio Foresti, e dalla Camerata Artemisa Gentileschi composta da Barbara Ferrari (oboe primo), Pere Saragossa (oboe secondo), Receba Ferri (violoncello), Gioacchino De Padova (violone) e Andrea Coen (organo), verrà registrata e pubblicata dall'importante casa discografica olandese in coproduzione con il festival Anima Mea, capofila della Rete di musica d'arte Orfeo Futuro.

Pagine di rarissima esecuzione, queste Sei cantate sacre a piccolo organico, caratteristica che le rende particolarmente adatte a veicolare la sobria e pura spiritualità della Riforma tipica della produzione di Telemann (1681-1767), fanno parte della raccolta Fortsetzung des Harmonischen Gottes-Dienstes che il musicista contemporaneo di Händel e Bach pubblicò nel biennio 1731-1732 come continuazione di una precedente antologia dal tiolo Harmonischer Der-Dienst.

Nessun altro è mai riuscito a svolgere nella misura di Telemann la produzione di cantate sacre, genere con il quale il compositore di Magdeburgo assolveva il compito di provvedere alle necessità musicali delle funzioni religiose. Ne compose circa duemila, corpus monumentale che fa parte di una produzione straordinariamente vasta e capace di abbracciare praticamente tutti i generi e le forme musicali del tempo, se si pensa agli oltre 600 lavori strumentali di varia destinazione, alle 640 composizioni vocali profane, alle 25 opere teatrali, ai 18 oratori e alle 49 Passioni.

Telemann iniziò a scrivere musica liturgica quando aveva solo dodici anni ed era ancora studente al ginnasio di Hildesheim e proseguì tale prolifica attività al servizio delle principali istituzioni politiche e religiose di Lipsia e Amburgo. All'interno della sua sconfinata produzione di opere sacre, una delle più imponenti dell'intera storia della musica, ci sono queste sei pagine tratte dalla raccolta Fortsetzung des Harmonischen Gottes-Dienstes nella quale ognuna delle 72 cantate è scritta per ogni domenica e per ogni festività dell'anno liturgico luterano, e il testo, adattato, si basa sui versetti della Bibbia appropriati per l'occasione.

Il concerto sarà preceduto dalla visita guidata alle sezioni espositive un'ora prima dell'inizio.

Info e prenotazioni presso il Museo diocesano e l'info Point turistico di Molfetta.
  • Museo Diocesano
  • Festival Anima Mea
Altri contenuti a tema
Un incontro pubblico per pensare al Museo diocesano di domani Un incontro pubblico per pensare al Museo diocesano di domani Stasera, alle 19.30, spunti di riflessione partendo dal bando pubblico "Beni Ecclesiastici"
La Biblioteca "Seminario vescovile" riconosciuta di eccezionale interesse culturale La Biblioteca "Seminario vescovile" riconosciuta di eccezionale interesse culturale Prosegue con impegno l'azione di valorizzazione degli spazi culturali diocesani
La Diocesi s'interroga sulle elezioni europee La Diocesi s'interroga sulle elezioni europee Martedì 14 maggio, ore 19.30, all'Auditorium "Salvucci" Molfetta incontro pubblico promosso dalle Aggregazioni Laicali
La mostra "Ave Mater Dolorosa" prolungata fino al 25 aprile La mostra "Ave Mater Dolorosa" prolungata fino al 25 aprile La decisione degli organizzatori dopo il grande afflusso di visitatori di queste settimane
"Ave Mater Dolorosa", è l'ultima domenica per visitare la mostra iconografica "Ave Mater Dolorosa", è l'ultima domenica per visitare la mostra iconografica Apertura alla chiesa del Carmine dalle 18.30 alle 22.00
Penultima domenica per visitare la mostra "Ave Mater Dolorosa" Penultima domenica per visitare la mostra "Ave Mater Dolorosa" L'esposizione di via Cattedrale resterà aperta dalle 18.30 alle 22.00
Visitabile anche di domenica "Ave Mater Dolorosa" Visitabile anche di domenica "Ave Mater Dolorosa" La mostra iconografica curata da Saverio Amorisco aperta dalle 18.30 alle 22.00
Incontri a sorpresa al Museo Diocesano con il Teatro dei Cipis Incontri a sorpresa al Museo Diocesano con il Teatro dei Cipis La struttura museale accoglie una nuova iniziativa per le famiglie
© 2001-2019 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.