Sollecito, Abbaticchio e De Scisciolo
Sollecito, Abbaticchio e De Scisciolo
Cronaca

Giovinazzo si compatta contro la pressione mafiosa

Conferenza stampa congiunta con Avviso Pubblico ed associazionismo antiracket a Palazzo di Città

Nella mattinata di ieri, 5 aprile, il sindaco di Giovinazzo, Michele Sollecito, ha tenuto nell'Aula consiliare "Luciano Pignatelli" una conferenza stampa dopo i roghi a due locali sul litorale di Ponente. Presenti l'assessore alle Attività Produttive Alfonso Arbore, il presidente del consiglio comunale Francesco Cervone, esponenti e capigruppo di maggioranza e opposizione, il coordinatore Antiracket di Molfetta Renato De Scisciolo, oltre al vice presidente nazionale di Avviso Pubblico, Michele Abbaticchio, e al coordinatore metropolitano della stessa realtà, il sindaco di Corato, Corrado De Benedittis.

La pressione malavitosa si è fatta non da oggi intensa su Giovinazzo, territorio fertile soprattutto in estate. Sollecito ha ribadito come le istituzioni cittadine tutte siano vicine agli imprenditori: «Non vogliamo piegare la testa davanti alla criminalità - ha ribadito - Ogni tentativo di avvicinare un nostro esercente sarà denunciato, il messaggio deve arrivare chiaro. Noi non scendiamo a patti con nessuno e pensiamo che Giovinazzo debba continuare ad avere un tessuto sociale sostanzialmente sano, che non può essere intaccato dalla malavita- Sugli imprenditori estivi - ha concluso il sindaco - grava però la grande responsabilità di collaborare con le istituzioni, accompagnando al loro operato il rispetto delle regole del buon vivere civile».

Sollecito e Michele Abbaticchio hanno quindi espresso solidarietà agli imprenditori colpiti ribadendo grande fiducia nell'operato delle forze dell'ordine e della magistratura, in ore in cui - apprendiamo noi della redazione Viva Network - l'indagine sui roghi continua ad andare avanti grazie ai Carabinieri della locale Stazione sotto il coordinamento della Compagnia di Molfetta.

Per l'ex sindaco di Bitonto, la drastica riduzione delle denunce di pizzo «significa scarsa fiducia nello Stato. Gli incendi - ha spiegato Abbaticchio - sono l'assalto alla comunità, con l'obiettivo delle mafie di disgregare il tessuti sociale, insinuandosi come garante al posto dello Stato. Quindi bisogna denunciare, essere coesi, è l'unico modo che li fa desistere».

Gli ha fatto eco il coordinatore Antiracket di Molfetta Renato De Scisciolo, che ha ricordato come «i Capriati, prima a Molfetta, nella zona industriale, ora a Giovinazzo, stiano da tempo provando a prendere piede nel Nord Barese. Se i responsabili dei due roghi saranno individuati - ha annunciato - ci costituiremo parte civile».

Il sindaco di Corato e coordinatore metropolitano di Avviso Pubblico, Corrado De Benedittis, dopo aver evidenziato quanto in taluni contesti sia presente una pressione di piccoli gruppi criminali, non necessariamente legati a grandi clan, ha rilanciato la necessità di un tavolo di confronto comune tra le varie città del Nord Barese e l'idea di un impiego - che peraltro già avviene in diverse realtà - della vigilanza privata a sostegno delle forze dell'ordine, spesso sotto organico.

Giovinazzo ha risposto alla provocazione criminale, ora c'è bisogno che le istituzioni sovracomunali diano una mano agli amministratori locali e che l'associazionismo, rappresentato in Aula Pignatelli, non giochi più a nascondino. Gli appetiti dei clan dei quartieri a nord di Bari si stanno riversando su Giovinazzo, è tempo di prenderne atto e di agire senza ulteriori tentennamenti. Quanto ai fatti di strettissima attualità, è utile un'analisi attenta da parte degli inquirenti al fine di individuare le reali responsabilità.
Sotto il nostro articolo l'intervista al sindaco Michele Sollecito.




  • Incendi Giovinazzo
  • antimafia
Altri contenuti a tema
Incendio in località lama Castello, fiamme a ridosso dei binari Incendio in località lama Castello, fiamme a ridosso dei binari Un rogo, dalle ore 18.00, ha interessato l'area nei pressi dell'ex passaggio a livello di via Bitonto
Locali della movida in fiamme a Giovinazzo, conferenza stampa del sindaco Locali della movida in fiamme a Giovinazzo, conferenza stampa del sindaco Si terrà venerdì a Palazzo di Città. Sollecito: «Chiedo alla stampa di esserci vicina», mentre proseguono le indagini dei Carabinieri
Si scatenano le fiamme anche al Satori. Sollecito: «Sono preoccupato» Si scatenano le fiamme anche al Satori. Sollecito: «Sono preoccupato» Il rogo è scoppiato alle ore 21.00, in località Trincea. Cause al momento difficili da accertare, indagini affidate ai Carabinieri
A fuoco il ristorante Fronte del Porto: danni ingenti, si indaga A fuoco il ristorante Fronte del Porto: danni ingenti, si indaga L’episodio nella notte, sul posto i Vigili del Fuoco di Molfetta e Bari. Si indaga sulle cause, non si esclude l'origine dolosa
Divampa l’incendio in un'abitazione: ustioni sul corpo per un 54enne Divampa l’incendio in un'abitazione: ustioni sul corpo per un 54enne È accaduto in via sottotenente Magrone, l'uomo è stato trasportato al Policlinico di Bari. Sul posto i Vigili del Fuoco
Fiamme in via Crocifisso, un rogo distrugge una Jeep Compass Fiamme in via Crocifisso, un rogo distrugge una Jeep Compass L'episodio alle 22.40 di ieri, sul posto Vigili del Fuoco e Carabinieri. Si sospetta il dolo, ma l'origine resta incerta
Rischio incendi da rifiuti abbandonati: il vademecum di Coldiretti Puglia Rischio incendi da rifiuti abbandonati: il vademecum di Coldiretti Puglia La nostra regione è al terzo posto per reati ambientali, pari al 10% delle infrazioni accertate sul totale nazionale
Lotta agli incendi in campagna, c'è l'ordinanza Lotta agli incendi in campagna, c'è l'ordinanza Rinnovato un atto per prevenire i roghi nel periodo dal 15 giugno al 15 settembre
© 2001-2024 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.