Le due scocche d'auto recuperate dalle Guardie Campestri
Le due scocche d'auto recuperate dalle Guardie Campestri
Cronaca

Ford nel mirino, continua la razzia di pezzi di ricambio

Continuano i furti, due le auto ritrovate cannibalizzate dalle Guardie Campestri

Sono rapidi ed esperti. In poche ore, forse nel corso di una notte, riescono a rubare un'auto, a smontarla e a ridurla ai minimi termini per farne pezzi ed alimentare così il dinamico e redditizio mercato clandestino della vendita dei ricambi. Sono i "cannibali" delle auto, scatenati nell'area metropolitana a nord del capoluogo.

Ai proprietari non resta che constatare il furto e presentare una regolare denuncia. Le Guardie Campestri di Giovinazzo, nel pomeriggio di giovedì scorso, di auto cannibalizzate ne hanno scoperte altre due, entrambe di marca Ford, occultate fra gli ulivi in un fondo agricolo in località Peragineto: una richiestissima EcoSport trafugata a Molfetta e una Puma risultata rubata a Giovinazzo. Tutte denunciate il giorno della Festa della Repubblica e ritrovate sventrate nello stesso modo.

Significa, per entrambe, niente più motori, volanti, navigatori satellitari, plance, pezzi di carrozzeria, fari e centraline, ripuliti nei circuiti dei demolitori compiacenti, utilizzando spesso pure documentazione apparentemente lecita. Sul posto è giunta la Polizia Locale, che indaga: si pensa che dietro agli episodi ci sia la stessa mano. Si diceva della rapidità: i furti sono stati denunciati il 2 giugno, mentre le due auto (o quel che ne rimane) sono state recuperate il 3, appena 24 ore dopo.

Per gli investigatori si tratta di una vera piaga del territorio. Solo lunedì scorso i Carabinieri hanno fermato 15 persone fra Andria e Corato: una squadra rubava le auto, mentre altre, di cosiddetti "tagliatori", le cannibalizzavano, abbandonando poi le scocche. I ricettatori, infine, consegnavano i pezzi nei depositi di Cerignola.
  • Guardie Campestri Giovinazzo
  • Furti auto Giovinazzo
  • Consorzio Guardie Campestri
Altri contenuti a tema
Criminalità, reati in aumento: +4,76%. Al primo posto i furti d'auto Criminalità, reati in aumento: +4,76%. Al primo posto i furti d'auto I dati sono stati diffusi in occasione della festa dei Carabinieri alla presenza del prefetto Bellomo e del generale Spagnol
Auto rubate e cannibalizzate nelle campagne, ci risiamo Auto rubate e cannibalizzate nelle campagne, ci risiamo Tre scocche sono state rinvenute ieri dalle Guardie Campestri, sul posto anche la Polizia Locale
In fiamme il bar della Q8 a Palo. Usata un'auto rubata a Giovinazzo In fiamme il bar della Q8 a Palo. Usata un'auto rubata a Giovinazzo Dopo aver sfondato la vetrina hanno incendiato l'esercizio. Sul posto i Vigili del Fuoco, indagano i Carabinieri
Cannibalizzate e bruciate, carcasse di auto scoperte a Giovinazzo Cannibalizzate e bruciate, carcasse di auto scoperte a Giovinazzo Il ritrovamento delle Guardie Campestri a San Pietro Pago. Sul posto anche la Polizia Locale
Rinvenute altre due scocche d'auto nell'agro di Giovinazzo Rinvenute altre due scocche d'auto nell'agro di Giovinazzo Il fenomeno non accenna ad esaurirsi: entrambe sono state ritrovate dalle Guardie Campestri
Bitonto-Giovinazzo-Terlizzi, il triangolo delle auto rubate Bitonto-Giovinazzo-Terlizzi, il triangolo delle auto rubate I nascondigli fra Mariotto e Palombaio e in località San Martino. Per gli inquirenti è una vera e propria piaga
Auto rubate e cannibalizzate. La catena di smontaggio è senza fine Auto rubate e cannibalizzate. La catena di smontaggio è senza fine Purtroppo non si tratta di un caso isolato. Le auto sono state scoperte dalle Guardie Campestri
Cittadino chiama il 112, furto d'auto sventato in via Bitonto Cittadino chiama il 112, furto d'auto sventato in via Bitonto I Carabinieri della locale Stazione sono intervenuti e hanno messo in fuga i ladri. Recuperata una Ford Puma
© 2001-2021 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.