Il treno danneggiato a Giovinazzo
Il treno danneggiato a Giovinazzo
Cronaca

Folle gesto per far deragliare un treno: sassi sui binari

L'episodio alle ore 19.48 a Giovinazzo lungo la linea Foggia-Bari. Rallentamenti fino a 30 minuti

Questa sera, nei pressi della stazione di Giovinazzo, i vandali delle rotaie hanno disseminato di sassi un binario della linea ferroviaria Foggia-Bari: il macchinista del treno 4359, partito da Foggia e diretto a Bari, ha trattenuto il fiato e sudato freddo: poteva finire male, molto male. Fortunatamente, no: solo tanta paura.

L'inconveniente, che ha causato rallentamenti fino a 30 minuti, è avvenuto alle ore 19.48, quando il convoglio, partito da Foggia alle ore 18.32, ha attraversato la stazione di Giovinazzo, diretto nel capoluogo regionale: i vandali (un gruppo di ragazzini annoiati, adesso nemmeno più impegnati con le lezioni a scuola) hanno posizionato su un binario alcune pietre e poi hanno aspettato il passaggio di un treno. I casi sono due: o le pietre, nell'impatto, schizzano via, oppure si rischia il deragliamento.

Il convoglio, dopo l'impatto, s'è fermato. Nessun ferito - solo danni al veicolo ferroviario -, ma si fa strada la convinzione che qualcuno abbia messo quei massi sulle rotaie soltanto per vedere l'effetto che fa, facendoli volare con violenza ai lati della strada ferrata. Per fortuna è andata bene. «Dalle ore 19.48 - ha informato Rete Ferroviaria Italiana - sulla linea Foggia-Bari, il traffico ferroviario è rallentato tra Giovinazzo e Bari Santo Spirito per vari accertamenti tecnici sulla linea».

Effetti sulla mobilità ferroviaria: rallentamenti fino a 30 minuti, mentre è in corso l'intervento dei tecnici e la riprogrammazione dell'offerta ferroviaria di Trenitalia. Il treno è giunto a Bari alle ore 22.15 (con oltre 2 ore di ritardo). Sull'episodio indaga la Polizia Ferroviaria al lavoro per risalire agli autori del folle gesto.
Elezioni Amministrative 2022
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
  • Treni Giovinazzo
Altri contenuti a tema
Identificato l'uomo travolto da un treno a Giovinazzo Identificato l'uomo travolto da un treno a Giovinazzo La vittima è un 58enne originario di Bitonto, l'episodio è avvenuto lo scorso 18 gennaio
Ancora senza identità l’uomo travolto dal treno a Giovinazzo Ancora senza identità l’uomo travolto dal treno a Giovinazzo L’identificazione è ancora in corso, mentre la dinamica della morte tende verso il suicidio
Ritardi, cancellazioni e treni affollati: a Giovinazzo pendolari nuovamente infuriati Ritardi, cancellazioni e treni affollati: a Giovinazzo pendolari nuovamente infuriati Protestano anche i politici locali. La gente: «Per noi ogni mattina un'odissea»
Investimento a Bisceglie: traffico ferroviario in graduale ripresa Investimento a Bisceglie: traffico ferroviario in graduale ripresa Il tragico episodio è accaduto alle ore 17.15, rallentamenti compresi tra 25 e 100 minuti
Ritardi sulla linea adriatica: pendolari di Giovinazzo imbufaliti Ritardi sulla linea adriatica: pendolari di Giovinazzo imbufaliti Un guasto ad un passaggio a livello a Santo Spirito ha rallentato il traffico ferroviario
Investito da un treno: soccorsi sul posto, circolazione rallentata Investito da un treno: soccorsi sul posto, circolazione rallentata L'incidente fra Palese e Santo Spirito. Richiesta l'attivazione del servizio sostitutivo con autobus tra Bari e Giovinazzo
Guasto alla linea elettrica: circolazione dei treni in tilt a Giovinazzo Guasto alla linea elettrica: circolazione dei treni in tilt a Giovinazzo Ritardi fino a 55 minuti, in corso l'intervento dei tecnici per consentire la ripresa del traffico ferroviario
Investimento mortale alla stazione di Giovinazzo Investimento mortale alla stazione di Giovinazzo Circolazione sospesa e poi ripresa. Sul posto la Polfer e la Polizia Scientifica, che ha effettuato i rilievi del caso
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.