Orazio Saracino alla Vedetta sul Mediterraneo
Orazio Saracino alla Vedetta sul Mediterraneo
Musica

Due concerti in una sera. Orazio Saracino ha incantato il pubblico di Giovinazzo

Il 31 agosto presentato il disco "Vivere piano" nella sua cittadina d'origine

La presentazione dal vivo del disco "Vivere piano" del pianista ed autore Orazio Saracino, nella sua città d'origine, Giovinazzo, è stata accolta come un vero e proprio evento musicale da un da un numeroso pubblico di appassionati. In tanti, il 31 agosto scorso, avevano fatto richiesta di prenotazione di un posto nella splendida cornice della Vedetta sul Mediterraneo, che ha ospitato l'evento.
L'alto numero di prenotazioni ha fatto sì che il pianista e i musicisti che lo accompagnavano si esibissero in un duplice concerto in un'unica data, segno di grande sensibilità.
Orazio Saracino ha espresso tutto il suo talento di pianista e compositore, mostrandosi una volta di più versatile e ricevendo il giusto tributo dai presenti. «Aver ripreso a suonare dal vivo - ci ha detto - dopo un anno e mezzo di restrizioni, è stato ossigeno puro. Ma farlo nella propria città d'origine, con la propria musica, ha reso questo momento ancora più intimo ed unico».

IL CONCERTO

Al pianoforte in solo Orazio Saracino ha aperto il suo concerto a Giovinazzo suonando il brano "11 marzo 2020" che, ci ha detto, rievoca una data triste, che dava inizio al lockdown, con quel periodo inaspettato in cui il tempo si è fermato e abbiamo affrontato il tema della lentezza, concept che richiama il disco "Vivere piano".
Non essendoci Stefano De Vivo, che avrebbe curato i suoni in elettronica, la versione è stata proposta in acustico: al pianoforte Orazio Saracino, al contrabbasso Eugenio Venneri e alle percussioni Michele Marrulli. Il disco "Vivere piano" unisce tracce strumentali e brani cantati e così il concerto ha poi presentato in voce Rita Scalera, col suo cantato morbido e raffinato, giovane talento pugliese che si è esibita in "Lento", il filo conduttore dell'album, e nel brano "La luna e la gru", che invece nel disco è cantata da Tommaso La Notte per suggellare uno scambio tra artisti giovinazzesi.
Solista alla tromba ed al flicorno è stato Alberto di Leone, altro giovanissimo musicista di grande spessore stilistico come del resto tutti i componenti del gruppo. In scaletta tutti i brani di questo nuovo album e qualche bel pezzo del primo progetto discografico di Saracino, intitolato "IncontroTempo suite".
Il concerto è proseguito con brani strumentali. "Esistenze parallele" con un eccellente Alberto Di Leone alla tromba; "Pizzica piano" in veste inedita con un assaggio di elettronica di Alex Grasso, presente alla Vedetta, e le percussioni di Michele Marrulli a richiamare i suoni della pizzica legati al Salento.
Il tris di brani strumentali si è concluso con "Zortziko", una danza popolare basca.
La scena è passata quindi a pezzi cantati con Michelangelo "Miki" Bufi, il secondo dei due vocalist della serata, che col suo piglio simpatico ha interpretato "La ballata della moka"; "Noi del sud" e "Il cercatore di ricordi", tutti brani ironici e originali scritti da Orazio Saracino. La "Ninna nanna all'aurora" è stato il bis ed il momento del saluto dopo un bell'incontro, dono del pianista al caro pubblico giovinazzese.
Il brano è dedicato alla sua piccola figlia Aurora ed è stato scritto durante il lockdown, proprio nel periodo in cui doveva venire alla luce. Una mistura di linguaggi musicali armoniosi intrisi di jazz, di swing e atmosfere classiche di ottima fattura sono state emozioni in musica tutte da vivere.

IL FUTURO

Cosa riserverà il futuro ad Orazio Saracino? Ecco cosa ci ha detto a margine della doppia esibizione del 31 agosto: «Il mio futuro prossimo mi vedrà concentrato prevalentemente sulla scrittura di musica originale per il settore cinematografico/pubblicitario. Ho recentemente composto le colonne sonore per uno spot ed un importante documentario realizzato per il Teatro degli Arcimboldi di Milano, di cui è prevista la pubblicazione a giorni. È questo il nuovo filone musicale che intendo perseguire, parallelamente alle esibizioni live», ha concluso con la sua solita verve che lo proietta già al domani.
L'auspicio è di rivederlo e soprattutto risentirlo presto nella "sua" Giovinazzo.
ea e c c cb d efc c JPGa c dc fcba a a d cc eedf e ed a a a f bf cf c b af a a c d abf a b b ac df e JPG
  • Orazio Saracino
Altri contenuti a tema
Orazio Saracino stasera alla Vedetta sul Mediterraneo di Giovinazzo Orazio Saracino stasera alla Vedetta sul Mediterraneo di Giovinazzo Sarà presentato il suo album "Vivere piano"
Quattro mani sulla tastiera nel porto di Giovinazzo Quattro mani sulla tastiera nel porto di Giovinazzo Intervista a Vito della Valle di Pompei e Orazio Saracino dopo un video che ha incantato tanti
Giovinazzo riparte dalla musica di Vito della Valle di Pompei e Orazio Saracino Giovinazzo riparte dalla musica di Vito della Valle di Pompei e Orazio Saracino Lanciato un video per promuovere la bellezza della nostra cittadina
"Vivere piano", il nuovo disco di Orazio Saracino "Vivere piano", il nuovo disco di Orazio Saracino Abbiamo chiacchierato con lui per scoprire i retroscena di un lavoro che accarezza l'anima
"Canzoni alla luna", il mini tour di Orazio Saracino e Tommaso La Notte "Canzoni alla luna", il mini tour di Orazio Saracino e Tommaso La Notte Il pianista e il chitarrista si esibiranno a Molfetta, Bisceglie e Giovinazzo
"L'arte ci unisce": chiusura con Saracino, Palumbo, Catino e Nirchio "L'arte ci unisce": chiusura con Saracino, Palumbo, Catino e Nirchio Ultimo video della rubrica che ha voluto tenervi compagnia in emergenza sanitaria e che ha inteso accendere i riflettori sui problemi legati al mondo della cultura
"Noi del Sud", il videoclip che esalta il borgo antico di Giovinazzo "Noi del Sud", il videoclip che esalta il borgo antico di Giovinazzo L'ultimo singolo di Orazio Saracino ha già oltre 5.000 visualizzazioni su YouTube e gioca sui luoghi comuni affibbiati ai meridionali
Orazio Saracino presenta il suo nuovo singolo a Giovinazzo Orazio Saracino presenta il suo nuovo singolo a Giovinazzo Questa sera alle 20.30 al San Martin Hotel
© 2001-2021 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.