I calcinacci caduti
I calcinacci caduti
Attualità

Cadono calcinacci da Palazzo di Città: l'Amministrazione risponde alle domande

L'Assessore Depalo: «Gli interventi già lunedì prossimo»

Hanno fatto il giro del web le foto in cui sono immortalati i calcinacci caduti dallo stabile di Palazzo di Città sul lato mare. Le polemiche non sono mancate, come era logico fosse, ed i cittadini chiedono lumi all'Amministrazione comunale su quanto accaduto.

Non si tratta, è bene precisarlo, di un crollo di chissà quale entità, ma ci sembra legittimo essere preoccupati perché quei calcinacci avrebbero potuto colpire qualche passante con gravissime conseguenze.

Ed allora la politica locale incalza gli amministratori. Da Giovinazzo Popolare, per esempio, Antonio Galizia prende posizione: «Il crollo del cornicione del Palazzo di Città ci deve dare spunti profondi di riflessione. Può essere mai possibile che il Palazzo Municipale possa essere abbandonato a se stesso?

Può essere mai possibile - chiede Galizia - che si spendano 400 mila euro di infissi (i lavori erano stati programmati a cavallo tra le due Amministrazioni, per l'esattezza, ndr) e non si effettui una verifica sulla stabilità del prospetto? Chi è il responsabile della sicurezza del Comune? Perché nessuno ha vigilato per impedire il crollo del cornicione? La fortuna ha voluto che nessuno si sia fatto male e se non fosse stato così?».

Ha teso a tranquillizzare tutti il Sindaco, Tommaso Depalma, che ha precisato davanti ai nostri taccuini: «Le verifiche del caso sono state ampiamente fatte e non si tratta di cedimenti strutturali. La zona è in sicurezza ed ho già predisposto tutto affinché vi siano interventi di somma urgenza per evitare che ci sia ulteriore deterioramento».

Sui tempi, invece, è stato preciso l'Assessore al Patrimonio, Gaetano Depalo: «Il sito è ampiamente in sicurezza - ci ha ribadito - per evitare ulteriori distacchi, così come vi ha detto il primo cittadino. Da lunedì, quindi, si procederà al consolidamento», ha concluso.
  • Tommaso Depalma
  • Antonio Galizia
  • Comune di Giovinazzo
  • Palazzo di Città
Altri contenuti a tema
Violenza sulle donne, Palazzo di Città si illumina di rosso Violenza sulle donne, Palazzo di Città si illumina di rosso Serrone: «Vorrei che le luci sulla violenza alle donne non si spegnessero mai»
Whistleblowing, lo strumento del Comune di Giovinazzo contro comportamenti illeciti Whistleblowing, lo strumento del Comune di Giovinazzo contro comportamenti illeciti Una nuova piattaforma informatica permette di inviare segnalazioni
Il Comune di Giovinazzo affida il servizio sostitutivo di mensa per i dipendenti Il Comune di Giovinazzo affida il servizio sostitutivo di mensa per i dipendenti L'atto ufficiale pubblicato all'Albo Pretorio nelle scorse ore
1 Versamento IMU 2020, i chiarimenti dell’Amministrazione comunale Versamento IMU 2020, i chiarimenti dell’Amministrazione comunale Dopo l'attacco di PrimaVera Alternativa, l'ente di piazza Vittorio Emanuele II precisa
Bonifica delle ex Acciaierie di Giovinazzo, in 13 a processo: tutti assolti Bonifica delle ex Acciaierie di Giovinazzo, in 13 a processo: tutti assolti Ieri la sentenza: il giudice ha scagionato l'ex sindaco Depalma e altre 12 persone «per non aver commesso il fatto»
Funerali Berlusconi, bandiere a mezz'asta a Giovinazzo Funerali Berlusconi, bandiere a mezz'asta a Giovinazzo Sollecito: «Divisivo, ma innegabilmente protagonista della società italiana»
"Inclusione sociale estate 2023", il Comune di Giovinazzo seleziona progetti "Inclusione sociale estate 2023", il Comune di Giovinazzo seleziona progetti Le informazioni per parteciparvi
Concessioni demaniali, Depalma: «Giustizia ristabilita, ma le ferite restano» Concessioni demaniali, Depalma: «Giustizia ristabilita, ma le ferite restano» L'ex primo cittadino commenta l'archiviazione nei suoi confronti: «È una vicenda che mi ha segnato dal punto di vista umano»
© 2001-2024 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.