Blu Day per la sensibilizzazione contro l'autismo
Blu Day per la sensibilizzazione contro l'autismo
Scuola

C'è il "Blue day", la sensibilizzazione globale verso l'autismo. La testimonianza di una mamma

Manifestazioni all'I.C. "Bosco-Buonarroti" per continuare ad educare le giovani generazioni sul problema ed insegnare loro l'inclusione

"Quello che facciamo è soltanto una goccia nell'oceano. Ma se non ci fosse quella goccia all'oceano mancherebbe". (cit. Madre Teresa di Calcutta)


Oggi 2 aprile, promossa dalle Nazioni Unite, si celebra la Giornata Mondiale della Consapevolezza sull'Autismo, giunta alla dodicesima edizione.

Questa problematica viene affrontata a scuola poiché sensibilizza gli alunni a non mettere in atto alcuna forma di discriminazione ed emarginazione promuovendo altresì comportamenti intrisi di attenzione e di rispetto verso i compagni più fragili.

L'inclusione, valore al quale la scuola punta, si rafforza ogni giorno a stretto contatto con i bambini ed i ragazzi affetti da questa patologia. La mobilitazione sarà anche quest'anno a livello internazionale perché su questa sindrome, che negli ultimi hanno ha visto l'aumento dei casi, validi studi scientifici stanno fornendo importanti risposte, anche se c'è ancora molto da fare.

Le iniziative attuate anche sul nostro territorio saranno tante e rivolte a promuovere la conoscenza di questa disabilità oltre che a rafforzare il principio dell'inclusione. Il colore assegnato a questa Giornata di Sensibilizzazione è il blu (da qui la denominazione blue day, ndr) e, come ci ha detto la preside Maria Paola Scorza, in ogni plesso dell'Istituto Comprensivo "Bosco-Buonarroti" saranno accese piccole lanterne di quel colore in segno di vicinanza e condivisione con le famiglie e i ragazzi affetti da autismo.

Gli alunni delle Scuole dell'Infanzia hanno realizzato disegni, cartelloni e pensieri illustrati sul tema della giornata, ponendo tutto il materiale prodotto in un grande contenitore ed esponendolo su maxi cartelloni murali. Gli alunni delle classi terze e quarte della Scuola Primaria e le classi di prima della Scuola Secondaria di primo grado, oltre a realizzare elaborati grafico-pittorici, nella mattinata di oggi visioneranno il film "Il faro delle orche", pellicola spagnola del 2016, ambientata in Patagonia, che racconta una storia delicata, arricchita dai paesaggi naturali e dal mare con protagonista un bambino affetto da autismo.

Abbiamo chiesto alla mamma di un alunno, affetto da autismo, il senso ed il significato di questa Giornata. Si tratta di un'importante testimonianza che vi riportiamo.

«L'autismo è una patologia molto complessa e connotata da un ampio spettro di disturbi che variano da soggetto a soggetto, caratterizzati da deficit nella comunicazione e interazione sociale e da comportamenti, interessi o attività ristretti e ripetitivi. Dalle forme più lievi a quelle più severe, è importante intervenire con programmi che mirano a migliorare le condizioni di vita dei soggetti colpiti.In questo percorso di acquisizione di abilità, la famiglia ha sicuramente un ruolo fondamentale. Capire subito i segnali e rivolgersi a personale qualificato (Scuola, Asl, Logopedisti, ecc) è molto prezioso per avviare un intervento quanto più adatto ed efficace per i soggetti autistici.La nostra esperienza è stata sicuramente basata da una presa in carico dell'Analista Comportamentale che ha seguito nostro figlio a trecentosessanta gradi, supportandoci e aiutandoci a trovare una "chiave" per comunicare con lui, per insegnarli autonomie, per migliorare il comportamento, per aiutarlo ad acquisire competenze didattiche e ludiche.In questo cammino anche la scuola ha svolto un ruolo attivo perché, pur non avendo personale specializzato nel campo dell'autismo, si è messa in gioco e, in sinergia con la famiglia, ha dato modo di costruire un percorso scolastico adatto al bambino e di questo non smetteremo mai di essere grati. L'attenzione, la cura e l'amore di tutti i compagni di classe (e dei loro genitori) sono un VALORE, così inestimabile, che risultano essere la speranza per un futuro di VERA integrazione e riconoscimento che la diversità non è un limite, ma una ricchezza da coltivare e saper curare nel tempo. Così come la comunità dei cittadini e delle famiglie è stata accogliente, un grande lavoro lo deve fare anche la comunità istituzionale promuovendo reali politiche di promozione dei diritti dei cittadini autistici. Il valore delle sussidiarietà che ha visto associazioni, molto spesso di genitori, sostituirsi al ruolo del welfare pubblico, è bene che venga da questo sostenuto iniziando ad attivare forme di investimenti dotate di effetti moltiplicatori».

MT
  • Giornata Mondiale sull'Autismo
  • I.C. Bosco-Buonarroti
  • Blu day
Altri contenuti a tema
Stasera in scena il musical "Good & Evil". Protagonisti alunni dell'IC Bosco-Buonarroti Stasera in scena il musical "Good & Evil". Protagonisti alunni dell'IC Bosco-Buonarroti Si tratta della conclusione dell'ampio progetto “Piano delle Arti”
"Lasciate ogne speranza, Voi ch’intrate…", spettacolo teatrale per alunni dell'I.C. "Bosco-Buonarroti" "Lasciate ogne speranza, Voi ch’intrate…", spettacolo teatrale per alunni dell'I.C. "Bosco-Buonarroti" Successo per una serata "differente" all'interno del Giardino "Anemone Ressa"
Legalità, gli alunni dell'I.C. "Bosco-Buonarroti" a lezione dai Carabinieri Legalità, gli alunni dell'I.C. "Bosco-Buonarroti" a lezione dai Carabinieri Incontro con i militari della locale Stazione e le Unità cinofile
Blue Day, a Giovinazzo si celebra la Giornata mondiale sull'autismo Blue Day, a Giovinazzo si celebra la Giornata mondiale sull'autismo Il nostro racconto attraverso le testimonianze
Annalisa Strada domani ospite degli istituti comprensivi di Giovinazzo Annalisa Strada domani ospite degli istituti comprensivi di Giovinazzo Sollecito: «Riprendiamo a dare linfa e a sostenere la promozione della lettura tra i giovani»
Giovinazzo celebra la Giornata Mondiale per la consapevolezza sull'Autismo Giovinazzo celebra la Giornata Mondiale per la consapevolezza sull'Autismo Iniziative negli Istituti Comprensivi cittadini
Due alunne positive: chiusa la scuola "Moro" ed il primo piano della "San Giovanni Bosco" Due alunne positive: chiusa la scuola "Moro" ed il primo piano della "San Giovanni Bosco" La comunicazione ufficiale sul sito dell'Istituto Comprensivo giovinazzese
La rete scolastica giovinazzese lavora in sinergia La rete scolastica giovinazzese lavora in sinergia Intesa tra le dirigenti. Il Comune: «Pronti a sostenerle per ogni necessità»
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.