Test Associazione Diabetici. <span>Foto Savino Scivetti </span>
Test Associazione Diabetici. Foto Savino Scivetti
Associazioni

Associazione Diabetici, ottimo riscontro per l'iniziativa a Giovinazzo

Domenica scorsa screening in Sala San Felice

Si è tenuta domenica scorsa, 3 aprile, in Sala San Felice a Giovinazzo, la prima giornata di screening della popolazione locale sottopostasi a "Test per la ricerca delle immunoglobuline del Covid".

L'evento è stato organizzato dall'Associazione Diabetici cittadina, coordinata nella circostanza da Vito Fanelli, e si è avvalsa dell'ausilio di Dora Fiorentino, infermiera professionale.

Durante l'evento sono stati eseguiti i test della durata di 15 minuti per la valutazione qualitativa della presenza delle immunoglobuline, cioè gli anticorpi di difesa: le IgM prodotte dai linfociti B del Sistema Immunitario e mandate in circolazione ematica, dopo i primi 7 giorni dall'ingresso (contagio) di un virus; le IgG, immunoglobuline che vengono prodotte dopo circa 15-20 giorni, quegli anticorpi con un'azione più potente e più persistente nel tempo e queste ultime, in particolare, sono specifiche per i coronavirus respiratori. Le immunoglobuline, cioè gli anticorpi, possono essere prodotte sia in seguito a contagio da virus, sia in seguito a somministrazione di un vaccino.
Durante l'evento, sono state inevitabilmente rispettate le misure anti-contagio, ad ogni persona testata è stato fatto firmare il "consenso informato" e ciascuno di essi ha portato a casa una bustina da smaltire nell'indifferenziata con il pungidito monouso, il cotone idrofilo col disinfettate e la barretta con il risultato del test.

I NUMERI
Le persone prenotate erano 29, ma ne sono state testate 46.
«Il 50% dei test effettuati - ha chiarito Vito Fanelli - ha mostrato una linea molto marcata per le IgG. Questo vuol dire che il soggetto ha prodotto una buona quantità di quegli anticorpi più forti e duraturi, formatisi in seguito a contagio da SarsCoV-2 o/e ad una recente iniezione da siero anti-covid, risalente a circa 1-3 mesi. Il 30% dei test è risultato con una linea poco marcata delle IgG che sta a dimostrare che, presumibilmente, questi anticorpi siano poco presenti a livello circolatorio, ma che il soggetto abbia sviluppato una "memoria immunologica" che darebbe comunque una difesa da contagio da coronavirus. La linea poco marcata - ha quindi spiegato l'esponente dell'Associazione Diabetici - si è spesso presentata per quei soggetti che hanno avuto l'ultima iniezione risalente a diversi mesi fa (4-6 mesi). Il 20% dei test, nonostante le 3 dosi ricevute, specialmente se l'ultima non è stata recente, cioè più di 6 mesi fa, non ha evidenziato la linea delle IgG, a dimostrazione che il siero anti-covid ha perso la sua efficacia dopo alcuni mesi dalla somministrazione oppure che il soggetto non ha prodotto gli anticorpi auspicati, anche dopo una somministrazione più recente. Così come il test di 2 persone che non hanno mai ricevuto un'iniezione, in cui non è apparsa né la linea delle IgM, né quella delle IgG (non hanno anticorpi).
Chi ha ricevuto due o tre dosi di siero anti-covid - ha rimarcato quindi il farmacista - e ha avuto anche il virus, ha sempre avuto la linea delle IgG molto marcata. Ci sono stati 2 soggetti che non hanno fatto alcuna iniezione anti-covid, ma che si sono ammalati e hanno avuto la linea delle IgG ugualmente molto marcata».


LE DEDUZIONI
Fanelli ci ha anche fornito ulteriori spiegazioni sugli esiti di questo screening molto importante per fotografare un quadro più veritiero (sebbene si tratti di campioni di popolazione).
«Le immunoglobuline IgG, cioè gli anticorpi più forti e persistenti - ha rimarcato -, riducono la gravità dei sintomi, ma non impediscono il contagio da SarsCoV-2 e sono presenti quando sono state assunte 3 dosi di siero anti-covid (in alcuni casi non si producono); sicuramente quando sono state assunte 2 o 3 dosi e in più ci si è ammalati di covid; altrettanto certamente anche solo quando si ha avuto il covid, pur senza alcuna somministrazione del siero», è la conclusione a cui sono giunti gli esperti.
  • Associazione Diabetici Giovinazzo
Altri contenuti a tema
"La salute prima di tutto": quarta giornata di screening gratuito in Sala San Felice "La salute prima di tutto": quarta giornata di screening gratuito in Sala San Felice Tante le adesioni al programma di prevenzione organizzato da Vito Fanelli con l'Associazione Diabetici Giovinazzo
Un'altra importante giornata di screening per l'Associazione Diabetici Giovinazzo Un'altra importante giornata di screening per l'Associazione Diabetici Giovinazzo Preziosa la collaborazione del podologo, dr. Fiore, e del fiosioterapista Vito Labellarte
Diabete, seconda giornata di test in Sala San Felice Diabete, seconda giornata di test in Sala San Felice Fanelli: «Importante la prevenzione»
Due appuntamenti in aprile con l'Associazione Diabetici Giovinazzo Due appuntamenti in aprile con l'Associazione Diabetici Giovinazzo Il 3 ed il 24 aprile due giornate dedicate alla ricerca delle immunoglobine ed ai test glicemici
Domenica a Giovinazzo si celebra la Giornata Mondiale del Diabete Domenica a Giovinazzo si celebra la Giornata Mondiale del Diabete Test gratuiti in Sala San Felice
In Sala San Felice si celebra la Giornata Mondiale del Diabete In Sala San Felice si celebra la Giornata Mondiale del Diabete Screening gratuiti domenica mattina dalle 8.00 alle 13.00
Successo al PalaPansini per un evento della Federazione Italiana Danza Amatori Successo al PalaPansini per un evento della Federazione Italiana Danza Amatori Giovinazzo ha ospitato domenica scorsa la quarta tappa di ranking
Domani si celebra la Giornata Mondiale del Diabete Domani si celebra la Giornata Mondiale del Diabete Screening gratuiti in sala San Felice dalle ore 08.00 alle ore 13.00
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.