Amelia Resaz. <span>Foto La Voce del Popolo</span>
Amelia Resaz. Foto La Voce del Popolo
Eventi e cultura

Amelia Resaz a Giovinazzo per raccontare l'orrore delle foibe

Questa sera un evento in Sala San Felice per celebrare il "Giorno del Ricordo"

Lei è un'autentica testimone del nostro tempo. Amelia Resaz, una degli ultimi profughi fiumani ancora viventi residenti in Terra di Bari, sarà questa sera ospite in Sala San Felice di un evento patrocinato dagli Assessorati alle Politiche Educative ed alla Cultura del Comune di Giovinazzo per celebrare il "Giorno del Ricordo" del massacro delle popolazioni istriano-giuliano-dalmate, avvenuto al termine della Seconda Guerra Mondiale ad opera dei comunisti titini.

La testimonianza della Resaz, autrice anche di libri sul tema, sarà il momento clou di una serata che dalle ore 19.00 cercherà di fare luce su quegli eventi per tanti decenni taciuti per convenienza politica di alcuni. Prima del suo intervento, sarà proiettato il cortometraggio dal titolo "L'altra storia" di Nicola Vero, a cui farà seguito l'intervento del prof. Nicola Fiorino Tucci, che sarà moderato dal giornalista Michele Cotugno De Palma.

Negli anni che seguirono al conflitto bellico, moltissimi italiani furono uccisi solo perché non vollero piegarsi alla violenza delle squadrae comuniste slave, incaricate di perpetrare, secondo la più recente storiografia, una vera e propria pulizia etnica.

Morirono così in Istria, in Dalmazia ed in parte della regione giuliana, secondo stime ufficiose, tra le 10.000 e le 12.000 persone, molte delle quali gettate vive in feritoie carsiche chiamate foibe. Tra di essi ex fascisti, sacerdoti, partigiani bianchi, socialisti che si opposero al Maresciallo Tito e centinaia di semplici cittadini che avevano l'unica colpa di essere italiani. In 300.000, invece, furono scacciati dalle proprie case e costretti ad abbandonare la propria terra natia, divenendo esuli in quello che avrebbe dovuto essere il loro Paese.

Giovinazzo completa così idealmente un percorso della memoria, che nelle scorse settimane aveva portato, sempre in Sala San Felice, alla realizzazione di due eventi in ricordo delle vittime della Shoah ebraica, uno dei quali organizzato dalla locale sezione Fidapa.

  • giorno del ricordo
  • Foibe
  • Assessorato Politiche Educative
  • Amelia Resaz
Altri contenuti a tema
Lavori alla "San Giovanni Bosco" per 230mila euro (IL VIDEO) Lavori alla "San Giovanni Bosco" per 230mila euro (IL VIDEO) Depalma: «Cantiere luogo naturale della nostra operatività»
Rimborsi buoni mensa non utilizzati: ecco come fare ad ottenerli Rimborsi buoni mensa non utilizzati: ecco come fare ad ottenerli L'Assessorato alle Politiche educative ha predisposto un modulo
«Promuoviamo la lettura» al tempo del Coronavirus: l'invito dell'Assessore Sollecito agli studenti giovinazzesi (VIDEO) «Promuoviamo la lettura» al tempo del Coronavirus: l'invito dell'Assessore Sollecito agli studenti giovinazzesi (VIDEO) Migliaia di eBook presenti sulla piattaforma Media Library a disposizione dei più giovani. Ecco come
Ricordare per non giustificare Ricordare per non giustificare Ieri sera una lezione di storia del prof. Parlato nella conferenza sull’esodo giuliano-dalmata e le foibe
Foibe, a Giovinazzo una conferenza del professor Giuseppe Parlato Foibe, a Giovinazzo una conferenza del professor Giuseppe Parlato Questa sera alle 18.00 in Sala San Felice
Lettura, il Comune lancia una campagna di promozione per i giovani Lettura, il Comune lancia una campagna di promozione per i giovani Accordo con la libreria Laterza per promuovere testi. Ieri il primo appuntamento all'Odeion con Vichi De Marchi.
Sabato 15 febbraio Giovinazzo celebra il Giorno del Ricordo dei martiri delle foibe Sabato 15 febbraio Giovinazzo celebra il Giorno del Ricordo dei martiri delle foibe Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: «Sciagura nazionale, monito contro i regimi totalitari»
Il Sindaco e l'Assessore Sollecito in visita agli studenti alla Vedetta sul Mediterraneo Il Sindaco e l'Assessore Sollecito in visita agli studenti alla Vedetta sul Mediterraneo Parte da oggi la convenzione col Comune con la struttura del borgo antico
© 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.