Papa Francesco a Molfetta
Papa Francesco a Molfetta
Cronaca

Abusi sessuali, entro il 2020 la Diocesi aprirà uno sportello

La decisione arriva in conseguenza di un Motu proprio di Papa Francesco

Entro giugno 2020 anche la Diocesi di Molfetta - Giovinazzo - Ruvo - Terlizzi dovrà dotarsi di uno sportello pubblico per raccogliere segnalazioni su eventuali abusi sessuali, consumati o tentati, da membri del clero.

L'indirizzo arriva direttamente da Papa Francesco per mezzo del Motu proprio "Vos estis lux mundi", redatto dal Santo Padre, e presentato nella giornata di giovedì in Vaticano.
Si tratta di una svolta epocale nel mondo della Chiesa e che segna un taglio netto rispetto al passato e la volontà del Pontefice di non tacere più situazioni indegne del messaggio cattolico e cristiano.

Da quanto si legge nel documento papale «chiunque può presentare una segnalazione concernente le condotte» che devono essere quanto più circostanziate possibili. La Chiesa, nella figura della Diocesi, deve mostrarsi quanto più vicina possibile a queste persone e alle loro famiglie, secondo le indicazioni di Bergoglio, il quale scrive pure che «coloro che affermano di essere stati offesi, insieme con le loro famiglie siano trattati con dignità e rispetto, e offrono loro, in particolare: accoglienza, ascolto e accompagnamento, anche tramite specifici servizi; assistenza spirituale; assistenza medica, terapeutica e psicologica, a seconda del caso specifico».

L'impegno che ogni Diocesi dovrà mettere per combattere anche nei territori più periferici questa battaglia dovrà essere massimo sotto tutti i punti di vista. Non a caso Papa Francesco ha anche disposto che le Province ecclesiastiche, le Conferenze Episcopali, i Sinodi dei Vescovi e i Consigli dei Gerarchi possano «stabilire un fondo destinato a sostenere i costi delle indagini» della durata massima di 90 giorni.

Tutto in stretta sinergia con le leggi dello Stato, in particolare quelle che disciplinano possibili obblighi di segnalazione alle autorità civili competenti.
  • Diocesi Molfetta - Ruvo - Giovinazzo - Terlizzi
  • Chiesa
  • Papa Francesco
  • Abusi sessuali Chiesa
Altri contenuti a tema
Cristo e la sua Chiesa di nuovo al centro dell'umanità Cristo e la sua Chiesa di nuovo al centro dell'umanità La benedizione Urbi et Orbi di Papa Francesco ha cambiato il corso della storia
«Dio non ci lascia in balia della tempesta» «Dio non ci lascia in balia della tempesta» Benedizione storica di Papa Francesco "Urbi et orbi" da piazza San Pietro vuota e battuta dalla pioggia
Alle 18.00 preghiera e benedizione “Urbi et Orbi” del Papa da San Pietro Alle 18.00 preghiera e benedizione “Urbi et Orbi” del Papa da San Pietro Diretta su Rai 1 e Tv 2000
La Caritas Diocesana non si ferma nemmeno in quarantena La Caritas Diocesana non si ferma nemmeno in quarantena Supporto scolastico ai bambini, assistenza alimentare e farmaceutica agli anziani, pasto d’asporto e servizio doccia, secondo il DPCM, per persone in difficoltà
Sarà ancora Nunzia Di Terlizzi la presidente dell'Azione Cattolica diocesana Sarà ancora Nunzia Di Terlizzi la presidente dell'Azione Cattolica diocesana La conferma è arrivata il 25 marzo direttamente da Mons. Domenico Cornacchia
In preghiera con Papa Francesco In preghiera con Papa Francesco Domani la recita del Padre Nostro alle 12.00 e venerdì l'attesa esposizione del Santissimo sul Sagrato della Basilica di San Pietro alle 18.00
Preghiera in streaming per i fedeli: i due appuntamenti diocesani del fine settimana Preghiera in streaming per i fedeli: i due appuntamenti diocesani del fine settimana Domenica la santa messa celebrata dall'Episcopio da Mons. Cornacchia
Giornata Diocesana di Digiuno e Preghiera, oggi la Recita del Vespro Giornata Diocesana di Digiuno e Preghiera, oggi la Recita del Vespro Diretta in streaming alle 18.30 dalla Cappellina dell’Episcopio
© 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.