Mascherina abbandonata in via Sasso. <span>Foto Gianluca Battista</span>
Mascherina abbandonata in via Sasso. Foto Gianluca Battista

Mascherine e guanti gettati in terra: inciviltà diffusa a Giovinazzo

I dispositivi di protezione individuale smaltiti in malo modo stanno diventando un problema

Li abbiamo trovati ovunque in giro per il paese. Mascherine e guanti vengono smaltiti spesso in un unico modo: gettati in terra, per strada, sotto le auto in sosta, nei parcheggi dei supermercati.

Da piazza Vittorio Emanuele II alle centralissime via Marconi e via Sasso, da via Matteotti nei pressi dell'area mercatale sino al parcheggio del Despar in via Bari. La musica non cambia mai: i dispositivi di protezione individuale, una volta usati, sono spesso lasciati in terra, senza ritegno, senza alcun senso civico.

Il problema dello smaltimento di molta plastica e derivati si sta ponendo in tutta Italia, ma a Giovinazzo manca il minimo di buonsenso. Si preferisce infischiarsene delle regole per uno smaltimento corretto, a costo di mettere a repentaglio la salute altrui (il virus sopravvive su alcuni materiali più di qualche ora) piuttosto che fare il proprio dovere di buon cittadino.

Come ricordato da Legambiente negli scorsi giorni, è opportuno evitare l'utilizzo indiscriminato di guanti, ad esempio, ma se si va a fare la spesa restano fondamentali.

«Basti pensare che l'utilizzo quotidiano di guanti e mascherine monouso - ricordano dal circolo di Terlizzi di Legambiente -, anche solo dai due terzi dei cittadini, si traduce in quasi 500 kg di rifiuti indifferenziati in più ogni giorno, circa 180 tonnellate l'anno, cioè oltre il 5% del totale dei rifiuti smaltiti in discarica».

Insomma, senza retorica, siamo alle solite.

Bisognerebbe ci fosse un agente di Polizia Locale dietro ciascuno di noi, per multare chi non rispetta le regole e, come si intuisce facilmente, tutto ciò scaricherebbe il cittadino medio dalle sue responsabilità individuali. Troppo facile.

Lanciamo un appello, quindi, affinché tutti ricordino il loro dovere di corretto utilizzo e smaltimento di guanti e mascherine, al fine di evitare un duplice problema: diffusione del contagio (sebbene remota) e rispetto dell'ambiente urbano.

Speriamo il messaggio arrivi a quanti più giovinazzesi possibile. Dopo la fine del cosiddetto "lockdown" la gente di Giovinazzo non sembra essersi distinta particolarmente in pratiche virtuose.
  • Rifiuti Giovinazzo
  • Mascherine
  • Guanti monouso
Altri contenuti a tema
Abbandono rifiuti, il sindaco aumenta la sanzione da 100 a 600 euro Abbandono rifiuti, il sindaco aumenta la sanzione da 100 a 600 euro Intanto la Polizia Locale, che si è dotata di altre 4 foto-trappole, ha individuato un altro sporcaccione
A Giovinazzo ripulite dai rifiuti contrada San Gaetano, località Ponte, Cola Olidda e Pozzo Rosso A Giovinazzo ripulite dai rifiuti contrada San Gaetano, località Ponte, Cola Olidda e Pozzo Rosso Depalma: «Non arretreremo di un centimetro in questa lotta»
Rifiuti a gogò sulla Giovinazzo-Bitonto. È uno scempio senza fine Rifiuti a gogò sulla Giovinazzo-Bitonto. È uno scempio senza fine Le Guardie Ecozoofile Protezione Ambientale hanno rinvenuto vari cumuli di rifiuti. La solita inciviltà, insomma
Rifiuti, ripulita dal Comune di Giovinazzo strada delle Carrare (FOTO) Rifiuti, ripulita dal Comune di Giovinazzo strada delle Carrare (FOTO) Intervento anche nelle contrade San Gaetano e Santa Margherita. Depalma è certo: «I vandali saranno multati!»
Ripulita Lama Castello a Giovinazzo (FOTO) Ripulita Lama Castello a Giovinazzo (FOTO) Depalma: «Sconfiggeremo questa piaga!»
3 4 multe per abbandono di rifiuti nella lama Castello. In azione la Polizia Locale 4 multe per abbandono di rifiuti nella lama Castello. In azione la Polizia Locale L’apertura delle buste, trovate abbandonate, ha permesso di risalire ai trasgressori. Per loro sanzioni sino a 100 euro
Rifiuti abbandonati, ripulita località Pietre Rosse a Giovinazzo Rifiuti abbandonati, ripulita località Pietre Rosse a Giovinazzo Depalma: «Interverremo sempre, ma i cittadini ci aiutino a far rispettare le regole»
Rifiuti come se piovessero. Lama Castello è una discarica a cielo aperto Rifiuti come se piovessero. Lama Castello è una discarica a cielo aperto L'area è stata rastrellata dalle Guardie Ecozoofile Protezione Ambientale: rinvenuto anche un serbatoio in eternit
© 2001-2021 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.