Cestini portarifiuti stracolmi. <span>Foto Mino Ciocia</span>
Cestini portarifiuti stracolmi. Foto Mino Ciocia

L'indifferenziato? Me ne frego e lo getto nei cestini portarifiuti

Una pratica diffusa in diversi angoli della città

I cestini portarifiuti, quelli posizionati sui marciapiedi, scambiati per cassonetti, non si sa se per dolo o per ignoranza. E mai sono stati così pieni come in questi primi giorni di raccolta differenziata. Sono traboccanti.

All'interno, chi ha difficoltà con la separazione dei rifiuti domestici o con i giorni del conferimento dei vari materiali, sta pensando bene di conferirvi indiscriminatamente plastica, carta, materiale organico, tutto indifferenziato, magari pressando per di farli entrare in quei bidoncini. Non basta il passaggio giornaliero dei netturbini a svuotare e cambiare le buste per tenerli liberi dalle immondizie. Si riempiono con grande velocità.

Naturalmente quei rifiuti poi sono raccolti come indifferenziato e vanno a gravare sul peso complessivo dei rifiuti portati in discarica e quindi incidono sul costo finale del servizio. Senza alcun risparmio per la bolletta TARI.

A questo punto le domande di tanti cittadini sono molteplici. Innanzitutto si chiedono a cosa serva aver ingaggiato le Guardie per l'Ambiente, che stiamo vedendo passeggiare a gruppi di tre o quattro nelle ore centrali della giornata per le strade di Giovinazzo, se non si accorgono di queste anomalie?

Si pensa di cogliere in flagrante solo quelli che depositano a terra i loro rifiuti invece di differenziare? Sono già entrate in azione le fototrappole? Ed è possibile che questi trasgressori siano stati "beccati"? Ed infine, altri cittadini ci hanno chiesto: se non si riesce a rintracciare i responsabili di tutto ciò, non è che l'impiego di queste Guardie possa rivelarsi inutile e costoso?

Noi speriamo che nei prossimi giorni tutto possa essere risolto e che si possa ricevere risposte dall'Amministrazione su legittimi dubbi dei cittadini che ci segnalano queste situazioni.

Intanto continuiamo ad evidenziare qualche lacuna a macchia di leopardo in tutta la città circa il porta a porta. Resta invece da porre fine assolutamente al problema legato alle non risposte dal numero verde. Quello sì che è un pesante disservizio.

  • Raccolta differenziata
  • Rifiuti Giovinazzo
  • cestini portarifiuti
Altri contenuti a tema
Ancora inciviltà in piazzetta Stallone Ancora inciviltà in piazzetta Stallone La denuncia di una lettrice
Portarifiuti ammalorati a Levante Portarifiuti ammalorati a Levante Dopo 5 anni dall'inaugurazione del lungomare inizia a farsi sentire l'usura
26 Rifiuti, PVA: «Tar(i)tassati e mazziati. Ordinanza pensata male e scritta peggio» Rifiuti, PVA: «Tar(i)tassati e mazziati. Ordinanza pensata male e scritta peggio» Il movimento di opposizione punta il dito contro il nuovo sistema di raccolta pensato dall'amministrazione Depalma
Raccolta porta a porta, dal 17 gennaio parte il nuovo sistema Raccolta porta a porta, dal 17 gennaio parte il nuovo sistema Novità in arrivo per i privati e le attività di ristorazione
Rifiuti nei pressi di un'isola ecologica: l'amarezza del sindaco di Giovinazzo Rifiuti nei pressi di un'isola ecologica: l'amarezza del sindaco di Giovinazzo Depalma: «Tutto diventa inutile se i cittadini decidono di abbandonarli per terra»
Raccolta rifiuti Giovinazzo, da gennaio novità Raccolta rifiuti Giovinazzo, da gennaio novità Nuove modalità di conferimento e differenti sanzioni per chi non rispetta le regole
I furbetti dell'indifferenziato in azione in via XX Settembre I furbetti dell'indifferenziato in azione in via XX Settembre Costante l'abbandono di rifiuti all'angolo con via Vernice
Rifiuti abbandonati e sversamenti illeciti: beccati due incivili Rifiuti abbandonati e sversamenti illeciti: beccati due incivili Depalma: «Azione Polizia Locale a trecentosessanta gradi»
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.