Foto di Michele Illuzzi
Foto di Michele Illuzzi
Speciale

Uva Bistrot, un'esperienza gastronomica nel cuore di Giovinazzo

«La cucina è tradizionale, i prodotti rappresentano la stagionalità e il nostro territorio, senza rinunciare alle migliori innovazioni»

A Giovinazzo, incorniciato nelle mura di un ex convento del XII secolo, ora prestigioso S. Martin Hotel, trova il suo posto l'Uva Bistrot. Un mix di internazionalità, unicità e magia.

"La cucina è tradizionale, i prodotti rappresentano la stagionalità e il nostro territorio, senza rinunciare alle migliori innovazioni" a dirlo è il giovane chef giovinazzese Francesco Spadavecchia che porta in tavola la sua innata fantasia legata all'esperienza in giro per la Puglia.

"Passiamo da un classico piatto di polpo verace, cotto per ore a bassa temperatura servito con crema di favetta e cima di rapa locale ripassata con alici e peperoncino, il tutto condito con olio extra vergine d'oliva del territorio e vincotto di fichi, a un piatto più elaborato come tortelli alla cernia brasata con bisque di astice, datterino giallo affumicato, ricotta marzotica e crumble di liquirizia".

All'interno del Bistrot vi è uno splendido Chiostro, immerso nel verde, in cui pranzare, degustare un aperitivo serale o semplicemente ascoltare un po' di musica dal vivo sorseggiando un buon bicchiere diventa un vero e proprio momento di relax. Alla cucina vengono abbinati con grande cura e tanto studio i cocktail del barman Matteo Bisceglia. Con una lunga esperienza alle spalle, Matteo sperimenta e offre la sua passione in bicchieri colorati e mix di sapori tutti da provare. "La miscelazione per me è la vasca di contenimento per il mio carattere particolarmente liquido. E' l'incontro tra alchimia e chimica che unisce sapori da tutto il mondo che ripropongo nei miei drink. Una delle mie creazioni nate per errore vede mescolarsi alcuni dei sapori tipici di questa terra, il melograno in sciroppo e il sale affumicato, uniti con ottimo Gin, del Bitter spring, Succo di limone e albume pastorizzato. "

Ai cocktail fa compagnia una vasta selezione di vini del territorio, dai biologici ai più classici, pronta a riscaldare questo inverno in arrivo.

L'Uva Bistrot è anche casa di buona musica, dal jazz al rock, dal cantautorato alle nuove tendenze. Sono oramai tante le artiste e gli artisti e i deejay che riempiono questo magico posto con la loro musica, ammetiamo, un po' ricercata.

Colazione internazionale, così come i suoi ospiti, così come le esperienze di chi ha pensato questo luogo. In primis Michele Aniello, a cui va il merito di aver fatto incontrare e riunire i suoi attuali soci. Luca Duri e Roula Mourtada, con l'esperienza dal mondo sulle spalle e la voglia di "tornare a casa" e Luciana Marella, con le radici ben salde in questa città, un po' da sempre.

Un'unione magnifica che ha raccolto in sé esperienze e tradizioni, sfociate nella voglia di ridare vita e lustro ad uno dei siti archeologici più importanti della zona come lo è il S. Martin Hotel, una vera e propria perla storica.

L'Uva Bistrot è aperto a tutt*, ospiti e non, anche se si trova all'interno di un Hotel. Non vi resta che andarci.
19 fotoUva Bistrot
Foto di Andrea VendittiFoto di Andrea VendittiFoto di Michele IlluzziFoto di Michele IlluzziFoto di Michele IlluzziFoto di Michele IlluzziFoto di Michele IlluzziFoto di Michele IlluzziFoto di Michele IlluzziFoto di Michele IlluzziFoto di Michele IlluzziFoto di Michele IlluzziFoto di Michele IlluzziFoto di Michele IlluzziFoto di Michele IlluzziFoto di Michele IlluzziFoto di Michele IlluzziFoto di Michele IlluzziFoto di Michele Illuzzi
  • Ristoranti
Altri contenuti a tema
S. Martin Hotel, musica e drink nella suggestiva location della terrazza panoramica S. Martin Hotel, musica e drink nella suggestiva location della terrazza panoramica La terrazza apre le porte per una stagione estiva tutta da scoprire
Draghi: «Didattica in presenza e riaperture ristorazione dal 26 aprile» Draghi: «Didattica in presenza e riaperture ristorazione dal 26 aprile» Restrizioni inferiori per chi avrà l'opportunità di allestire tavoli all'aperto
Zona gialla in Puglia: riaperti da ieri 22mila tra bar, ristoranti e trattorie Zona gialla in Puglia: riaperti da ieri 22mila tra bar, ristoranti e trattorie Accesso al pubblico consentito anche in 876 agriturismi
La Pinsa di Albertone arriva direttamente a casa tua La Pinsa di Albertone arriva direttamente a casa tua Consegne a Molfetta, Terlizzi, Bisceglie e Giovinazzo
Fondo ristorazione: per i beneficiari c'è tempo fino al 15 dicembre Fondo ristorazione: per i beneficiari c'è tempo fino al 15 dicembre Galizia (M5S): «Mira ad aiutare il settore e sostiene la filiera agroalimentare»
Osteria Scvnazz diventa Express, consegne a Giovinazzo e Molfetta Osteria Scvnazz diventa Express, consegne a Giovinazzo e Molfetta Consultabile online il menù con tutte le prelibatezze di Oste Ciccio
Anima Slow Restaurant, nel cuore di Andria l’eleganza incontra la cucina di qualità Anima Slow Restaurant, nel cuore di Andria l’eleganza incontra la cucina di qualità Atmosfere raffinate, materie prime selezionate, con l’esperienza internazionale dello chef Antonio Roberto Festa
Le linee guida per bar e ristoranti inviate dalla Conferenza delle Regioni al Governo Le linee guida per bar e ristoranti inviate dalla Conferenza delle Regioni al Governo Le indicazioni per ripartire da lunedì 18 maggio
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.