L'incontro sulla sicurezza in sala San Felice
L'incontro sulla sicurezza in sala San Felice
Cronaca

Una città invasa dalla droga: sino a 75mila euro a settimana in estate

Gli sconvolgenti dati illustrati ieri dal criminologo Mortellaro. Con lui il deputato Lattanzio e la candidata Pugliese

Qualcuno magari neanche ci fa più caso. Qualcun altro invece no. A Giovinazzo con la droga scorre un fiume di denaro. E si tratta di utili: «10mila, massimo 15mila euro nei mesi invernali, dai 50mila ai 75mila euro a settimana in quelli estivi». E il conto, con l'estate alle porte, è subito fatto: 900mila euro da giugno ad agosto.

Sul tema, in modo diverso dai dibattiti ordinari, l'incontro della coalizione di Maria Rosaria Pugliese avvenuto ieri in sala San Felice: «Ci divide una strada da Santo Spirito e 500 metri da San Pio, un territorio a forte connotazione mafiosa - ha detto il criminologo Domenico Mortellaro prima di snocciolare i dati locali -. Giovinazzo, nei mesi estivi, produce un utile che può arrivare a 75mila euro a settimana attraverso la colonizzazione dei clan baresi, mentre viviamo subendo i reati predatori».

Le soluzioni? Un mix di controllo e adozione di varie tecnologie. «Fra le nostre proposte - le parole di Simona Drago, candidata nella Lista dei Cittadini - quella di attivare, a causa del buco nero nella sicurezza rurale, un presidio fisso dei Carabinieri Forestali e di mettere a sistema le telecamere esistenti con la creazione di una rete. Per fare ciò è necessario fare emergere tutte le videocamere proponendo come premialità, per chi aderisce, uno sgravio su una delle tasse comunali».

Per il deputato dei Dem, Paolo Lattanzio «iniziare dalla sicurezza è una scelta nuova, un percorso fondamentale al contrasto del crimine più o meno organizzato. Siamo chiamati a un contrasto attivo di tutto ciò che non è legale: bisogna denunciare, ma la denuncia non basta». Dal parlamentare, membro della commissione Antimafia, una proposta per abbinare, in un Assessorato, cultura, istruzione e antimafia. «Per mettere insieme - ha concluso - la lotta alla mafia con la cultura».

Maria Rosaria Pugliese, in passato «vittima di un furto di auto e di un furto in casa», non si sente più libera. «Bisogna trovare fiducia nelle istituzioni, è giusto che ognuno di noi faccia la sua parte, sia coraggioso, si faccia sentire». Allo studio «un progetto di sicurezza integrata, un patto con il Prefetto ed un incremento degli organici». Sulla droga: «Dobbiamo far sì che i nostri ragazzi non si avvicino allo spinello, anche se il problema è la cocaina. Bisogna parlarne, non vergognarsi».

Alla base di tutto c'è la cultura il cui compito è quello di educare istruendo le nuove generazioni. «Giovinazzo, in passato, faceva parte di tante reti per dire no alla mafia. Una comunità sicura deve essere la strada giusta per risolvere i tanti problemi. Basta con le promesse - il monito di Pugliese - dobbiamo passare ai fatti».

Sicurezza in città, le proposte de La Nostra Città Giovinazzo


A margine dell'incontro tenutosi ieri in sala San Felice sul tema della sicurezza in città, Antonio Galizia della lista La Nostra Città Giovinazzo ci ha tenuto a precisare che «quando si parla di sicurezza bisogna distinguere i quattro livelli di criminalità.

Abbiamo le organizzazioni mafiose, la criminalità organizzata, la criminalità comune e la criminalità diffusa. Giovinazzo, per fortuna non soffre di organizzazioni mafiose perché nel nostro paese non sono insediate famiglie mafiose. A Giovinazzo ci sono pregiudicati collegati con la criminalità organizzata, comune e diffusa.

La sicurezza si produce con la prevenzione che consiste nel controllo del territorio e nella repressione che si concretizza con la cattura dei responsabili di un crimine. Purtroppo la repressione senza la certezza della pena diffonde nelle persone insicurezza e priva la gente della sicurezza percepita.

Noi della Nostra Città Giovinazzo - ha concluso Galizia - abbiamo chiesto alla candidata sindaca Maria Rosaria Pugliese che sarà una priorità per Giovinazzo istituire il poliziotto di prossimità e potenziare il Consorzio della Guardie Campestri per la sicurezza delle campagne».
  • Droga Giovinazzo
  • Domenico Mortellaro
  • Maria Rosaria Pugliese
  • Paolo Lattanzio
  • Simona Drago
Altri contenuti a tema
De Gennaro e Pugliese assieme sul palco: nasce l'intesa a sinistra De Gennaro e Pugliese assieme sul palco: nasce l'intesa a sinistra In vista del ballottaggio PD, PVA, SI e civiche si riuniscono
La nostra intervista a Maria Rosaria Pugliese alla vigilia del voto - VIDEO La nostra intervista a Maria Rosaria Pugliese alla vigilia del voto - VIDEO Tutte le idee per la Giovinazzo che verrà dell'unica donna in competizione
Maria Rosaria Pugliese chiude la campagna elettorale alle 22.00 Maria Rosaria Pugliese chiude la campagna elettorale alle 22.00 Appuntamento in piazza Vittorio Emanuele II
A Maria Rosaria Pugliese il sostegno di Giuseppe Conte A Maria Rosaria Pugliese il sostegno di Giuseppe Conte Il leader del MoVimento 5 Stelle è in Puglia per un tour elettorale. Intanto la candidata batte forte sui temi caldi della città, tra questi la discarica
Cultura e Turismo, questa sera Maria Rosaria Pugliese in piazza Vittorio Emanuele II Cultura e Turismo, questa sera Maria Rosaria Pugliese in piazza Vittorio Emanuele II Con lei anche Giovanna Bruno, sindaca di Andria
Maria Rosaria Pugliese al Parco Scianatico per parlare di Welfare e Politiche sociali Maria Rosaria Pugliese al Parco Scianatico per parlare di Welfare e Politiche sociali Ospiti Barone, Lopalco e Mazzone
I prossimi appuntamenti elettorali con Maria Rosaria Pugliese I prossimi appuntamenti elettorali con Maria Rosaria Pugliese Ieri sera l'incontro con Ubaldo Pagano sul tema del PNRR
Pugliese a GiovinazzoViva: «Candidata per senso di responsabilità verso i cittadini» Pugliese a GiovinazzoViva: «Candidata per senso di responsabilità verso i cittadini» La nostra intervista alla preside che ha scelto di mettersi in gioco con il centrosinistra
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.