I saluti istituzionali. <span>Foto Pasquale Scivittaro</span>
I saluti istituzionali. Foto Pasquale Scivittaro
Turismo

Un ponte tra Italia ed Argentina

Dopo il viaggio di funzionari regionali e Gal in America Latina

«L'Argentina è un Paese che può offrire enormi potenzialità e opportunità all'Italia. La presenza di una grande comunità di italo-argentini rappresenta un plus-valore, un humus privilegiato sul quale costruire opportunità di sviluppo in diversi settori con benefici tangibili per entrambi i Paesi. L'Italia ed il made in Italy sono anche qui sinonimi di qualità ed eccellenza, dobbiamo avere capacità di fare sistema e sfruttare queste potenzialità».

Più che un'affermazione, quella del Console generale d'Italia a La Plata, Iacopo Foti, appare come una dichiarazione d'amore espressa per suo tramite da una fetta consistente della popolazione locale di origine italiana.

Una delegazione corposa, composta da funzionari regionali dell'Assessorato all'Agricoltura e dai Gal pugliesi, tra cui il nostro "Fior d'Olivi" (che mette insieme Bitonto, Giovinazzo e Terlizzi, ndr), sono stati nelle settimane scorse in Argentine, per uno scambio di vedute su ambiente, turismo, ruralità e valorizzazione del made in Italy. Il console Foti ha quindi salutato «con piacere questa iniziativa della Regione Puglia», esprimendo l'auspicio che «a partire dai prossimi mesi si intensifichino le opportunità di cooperazione e collaborazione con La Plata, con la Provincia di Buenos Aires, e più in generale con tutta l'Argentina».

Soddisfazione è stata espressa anche da Giovanni Granatiero, funzionario della Regione Puglia responsabile della misura 421, entusiasta dell'esperienza latino-americana. Per lui si è infatti trattato di «uno scambio strategico di esperienze e buone pratiche per rinsaldare i ponti con la folta comunità di italo-argentini presenti tra Buenos Aires e Ciudad de La Plata e costruire nuovi e virtuosi percorsi di crescita e cooperazione nel settore dell'alimentazione e dell'agroindustria partendo dalla Dieta Mediterranea».

«Le attività dei Gal ("Le Città di Castel del Monte", "Fior d'Olivi", "DaunoOfantino" e "Terre di Murgia"), realizzate dal 4 al 9 ottobre in Argentina - ha continuato Granatiero -, erano state inizialmente previste per i Paesi del nord Africa, nell'ambito di alcuni progetti di cooperazione. A seguito delle ultime tragiche vicende che hanno reso instabile l'assetto geopolitico dell'area, si è voluto però implementare l'azione di promozione di benefici e opportunità legate alla Dieta Mediterranea in Argentina, storicamente vicina alla cultura europea ed in particolar modo all'Italia, celebrata proprio domenica 4 ottobre a Buenos Aires con decine di stand dedicati all'enogastronomia regionale dello stivale».

Granatiero ha infine sottolineato: «Grazie alla presenza dei Gal e della Regione, abbiamo riscontrato segnali importanti in vista di prossime azioni integrate per la valorizzazione di tutti gli scenari legati alla nostra agricoltura: dai benefici per la salute relativi al consumo dei prodotti tipici della Dieta Mediterranea, agli aspetti legati a cultura e folklore, per finire a quelli che interessano l'apertura di nuove strade per potenziare i flussi turistici e commerciali . Fondamentale - ha ribadito Granatiero - e molto apprezzata è stata poi la presenza all'interno della delegazione, di due chef pugliesi, i quali insieme alla dottoressa Anna Maria Venneri, biologa nutrizionista, hanno messo "in pratica" segreti, prelibatezze e benefici del buon cibo nostrano».

Un unione salda quella tra Italia ed Argentina, fortificata dalla storia, che ha voluto che quel Paese d'oltreoceano divenisse "casa" di tanti nostri connazionali nel secolo scorso, partiti con nulla, in cerca di una vita migliore. Grazie alla stretta collaborazione ed alla disponibilità offerta dall'Agenzia di Coordinamento Territoriale Italia – Argentina (ACTIA), il viaggio della delegazione pugliese può essere considerato un successo. Contatti importanti, infatti, sono stati presi col settore agroalimentare argentino nelle regioni visitate, non trascurando gli incontri avuti con buona parte dell'associazionismo italo-argentino molto presente sul territorio, ideale ulteriore ponte col Paese sudamericano.

Di seguito potrete apprezzare alcuni momenti salienti della visita, grazie alla nostra gallery fotografica.
Tavoli di confronto in ArgentinaIl Console riceve la delegazioneFoto di gruppoStand tricolori in Argentina
  • Gal Fior d'Olivi
Altri contenuti a tema
Modugno entra nel Gal "Nuovo Fior d'Olivi" Modugno entra nel Gal "Nuovo Fior d'Olivi" Ieri la firma, oggi la consegna del Piano in Regione Puglia
Villetta di via Devenuto: pronte le tensostrutture del Gal Villetta di via Devenuto: pronte le tensostrutture del Gal L'azione di riqualificazione dell'area passa dalla sinergia con il Comune
L’uomo in più L’uomo in più Intervista a Vincenzo Depalo, Referente GAL per la Cittadella della Cultura
Piano di Azione Locale 2014-2020, cresce il Gal Fior d'Olivi Piano di Azione Locale 2014-2020, cresce il Gal Fior d'Olivi A Bitonto, Giovinazzo e Terlizzi si aggiungono i territori di Palo del Colle, Grumo Appula e Binetto
Il Gal "Fior d'Olivi" chiama a raccolta gli imprenditori giovinazzesi Il Gal "Fior d'Olivi" chiama a raccolta gli imprenditori giovinazzesi Poche le presenze ieri in San Felice per le "Invasioni Rurali". Si aspetta una risposta più forte
Tornano le "Invasioni Rurali" del Gal "Fior d'Olivi" Tornano le "Invasioni Rurali" del Gal "Fior d'Olivi" Domani pomeriggio in Sala San Felice
Nascono gli itinerari turistici del Gal Nascono gli itinerari turistici del Gal 260 chilometri di percorsi e ben 100 punti di interesse per conoscere la nostra terra
Le eccellenze pugliesi in mostra ad Expo 2015 Le eccellenze pugliesi in mostra ad Expo 2015 I Gal del nostro territorio presenti alla rassegna milanese
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.