Il Consiglio Comunale di Giovinazzo
Il Consiglio Comunale di Giovinazzo
Enti locali

Rigenerazione urbana, il Consiglio comunale approva

Dieci i voti favorevoli, cinque gli astenuti. Discussione anche sulle interrogazioni delle opposizioni. Inquietante situazione in discarica

È stato approvato in Consiglio comunale, con dieci voti favorevoli e cinque astensioni da parte delle opposizioni, il Documento di Rigenerazione urbana proposto dall'Amministrazione. Questo l'argomento più importante all'ordine del giorno, anche se non sono mancate scintille sulle sei interrogazioni proposte da PrimaVera Alternativa, discusse in apertura di seduta.

LE INTERROGAZIONI DI PVA - Su quella relativa al parcheggio sul lungomare Esercito Italiano, Depalma ha risposto che si tratta di un accordo tra privati, e cioè tra proprietario del suolo e commercianti della zona. Al Comune, quindi, non sarebbe pervenuta alcuna richiesta di autorizzazione.
Quanto al pagamento dell'occupazione di suolo pubblico per l'Expo Summer Village, andato in scena a luglio scorso in piazza, l'Assessore Stallone ed il Sindaco hanno precisato che c'è un accertamento da parte di Abaco e che al momento l'Amministrazione starebbe valutando se concedere autorizzazioni ad hoc per rassegne di quel tipo. Terza interrogazione sull'uso dello stemma comunale per la pagina denominata "Depalma sindaco". Per il Vicesindaco, Michele Sollecito, il suo uso sarebbe legittimo. Ciò che la legge non consentirebbe è il suo «uso improprio». Un argomento complesso ed una risposta che non ha convinto le opposizioni, portando il Segretario Generale, Vincenzo Zanzarella, a farsi carico di un'indagine suppletiva su una materia controversa.
Quanto al sito comunale non aggiornato, ancora Sollecito ha precisato che è in corso un restyling, con migrazione dei dati ad un nuovo sito. Un aspetto deciso a livello centrale e che comporterà una nuova gestione del sito.

SITUAZIONE DISCARICA - Tommaso Depalma ha relazionato anche su questo punto. Da quanto detto nella massima assise dal primo cittadino, la situazione presso il sito di San Pietro Pago sarebbe in evoluzione dopo la sua ordinanza di luglio scorso con cui Daneco Impianti e Greenup avrebbero dovuto riprendere l'attività di captazione dei biogas tramite ripristino dell'elettricità, provvedere allo smaltimento del percolato, cercando anche nel frattempo di eliminare la vegetazione infestante.
La novità sta nella ripresa a regime ridotto delle attività di captazione dei biogas da parte della Greenup dal mese di agosto (la società aveva provveduto anche a sistemare la vegetazione), ma resta il problema percolato e quello di una videosorveglianza praticamente inesistente. Inoltre una ispezione Arpa Puglia aveva anche evidenziato, nelle scorse settimane, la fuoriuscita di biogas ed un «consistente lagunaggio di liquido di colore nero» nella parte sud-orientale della discarica, molto vicina a campi coltivati.
Su questo tema, ha ricordato Depalma, l'Amministrazione avrebbe ricevuto da Daneco la richiesta di gestire la situazione percolato, salvo poi rifarsi sulla stessa società che, ad oggi, sarebbe sottoposta a procedura concordataria.
Un ginepraio in cui il Comune di Giovinazzo, che ha già chiesto alla stessa Daneco 32 milioni di euro, vorrebbe intervenisse la Regione Puglia. Dal Governatore Emiliano, in estate, erano giunte rassicurazioni in questo senso, a cui però ancora non sono seguiti fatti. Nel frattempo, ha sostenuto Depalma, l'Ente di piazza Vittorio Emanuele II starebbe monitorando il lagunaggio ed avrebbe attivato procedure definite di "somma urgenza".

RIGENERAZIONE URBANA - Ieri sera nuovo confronto nella massima assise cittadina su quello che dall'Assessore all'Urbanistica, Salvatore Stallone, è stato più volte presentato come un documento che andrà ad incidere profondamente sull'assetto della città. Un documento propedeutico, ha spiegato il capo dell'Ufficio Tecnico, ing. Cesare Trematore, all'attività esecutiva vera e propria.
Il Sindaco, Tommaso Depalma, ha altresì annunciato su quali linee si muoverà l'intervento di rigenerazione. Esso toccherà due zone: il centro storico e la Lama Castello. Nel primo caso si tratterà di un intervento già annunciato in campagna elettorale, quale quello di rifacimento del basolato, la realizzazione di altri sottoservizi e soprattutto l'abbattimento di edifici inagibili o pericolanti.

Dai banchi dell'opposizione, è stato il Consigliere Gianni Camporeale, del Partito Democratico, a focalizzare l'attenzione sui tempi di discussione risicati e sulla bontà di un documento definito «rabberciato e che si cala poco nella realtà cittadina». Più duro il commento di Antonello Natalicchio, che lo ha definito «un copia incolla poco coerente nella sua nuova versione».

Daniele de Gennaro, di PrimaVera Alternativa, ha ribadito il suo punto di vista. Il Consigliere ha evidenziato come, a suo avviso, si tratterebbe di un documento frettoloso. De Gennaro ha chiesto anche di apportare al testo un emendamento che includesse la zona D1.1, ma la sua proposta è stata bocciata dalla maggioranza.

Da qui la logica astensione dei Consiglieri d'opposizione, consci dell'importanza di un documento simile, di cui tuttavia non hanno condiviso l'impostazione.






  • Consiglio Comunale
  • Discarica Giovinazzo
Altri contenuti a tema
Francesco Cervone è il nuovo presidente del Consiglio comunale di Giovinazzo Francesco Cervone è il nuovo presidente del Consiglio comunale di Giovinazzo È stato eletto dall'assemblea con 11 voti in seconda chiamata
Prima seduta del nuovo Consiglio comunale di Giovinazzo Prima seduta del nuovo Consiglio comunale di Giovinazzo Convocazione fissata per le 18.30
Il 19 luglio la prima seduta del nuovo Consiglio comunale di Giovinazzo Il 19 luglio la prima seduta del nuovo Consiglio comunale di Giovinazzo Sarà eletto anche il presidente dell'assise
1 I nomi dei Consiglieri comunali subentranti I nomi dei Consiglieri comunali subentranti Dopo il varo della Giunta, scalano alcuni non eletti
Gli eletti nel nuovo Consiglio comunale di Giovinazzo Gli eletti nel nuovo Consiglio comunale di Giovinazzo Undici saranno in maggioranza, 6 tra i banchi delle opposizioni
Consiglio comunale: i nomi di chi è certo di entrarvi Consiglio comunale: i nomi di chi è certo di entrarvi Le opzioni a seconda del successo al ballottaggio di uno o dell'altro contendente
Alfonso Arbore convoca l'ultimo Consiglio comunale del quinquennio Alfonso Arbore convoca l'ultimo Consiglio comunale del quinquennio Il 7 giugno alle ore 17.30
Regolamento Polizia Locale, se ne discute in Consiglio comunale Regolamento Polizia Locale, se ne discute in Consiglio comunale Convocazione fissata per le 18.30
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.