TARI ed IMU sotto accusa
TARI ed IMU sotto accusa
Politica

Rifiuti, PVA: «Tar(i)tassati e mazziati. Ordinanza pensata male e scritta peggio»

Il movimento di opposizione punta il dito contro il nuovo sistema di raccolta pensato dall'amministrazione Depalma

Dal 17 gennaio, come anticipato anche da queste pagine, entrerà a regime a Giovinazzo il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti porta a porta, con novità più stringenti per le utenze domestiche e per le attività di ristorazione.

ORDINANZA SCRITTA MALE
Un'ordinanza che non ha affatto convinto PrimaVera Alternativa che punta il dito contro un atto pensato male e scritto peggio. «Da giorni l'Amministrazione Depalma-Sollecito propaganda la nuova ordinanza sindacale sul servizio di raccolta rifiuti porta a porta come uno strumento in grado di migliorare il sistema - scrivono -. Niente di più falso! A 5 anni dall'avvio del servizio, con un preoccupante calo nella percentuale di raccolta differenziata (dal 74% del 2018 si è passati al 71% del 2021), i giovinazzesi devono fare i conti con un provvedimento incomprensibile, mai discusso nella competente Commissione consiliare "Ambiente", emanato senza alcun confronto con la cittadinanza, pensato male e scritto peggio, che complica la vita delle utenze domestiche e di quelle commerciali».

UNA PUNIZIONE PER I CITTADINI
«Nella città in cui si paga la Tari più alta dell'intera ex provincia - continuano da PVA - e dopo i tanti sacrifici fatti dai giovinazzesi sarebbe stato lecito attendersi un premio per i cittadini più virtuosi con l'avvio della tariffazione puntuale (si paga per i rifiuti prodotti: un sistema già presente in comuni del nostro ARO) e della scontistica legata all'utilizzo della tessera a punti o, almeno, una caccia senza quartiere "ai furbetti della TARI" affinché pagando tutti, tutti paghino di meno.
Ma nell'ordinanza sindacale in vigore da lunedì 17 gennaio non c'è nulla di tutto questo!
- avvertono i primaverini - Solo nuovi obblighi ed una sfilza infinita di sanzioni, buone solo per fare cassa. Le utenze domestiche dovranno ora preoccuparsi anche di utilizzare sacchetti semitrasparenti per conferire l'indifferenziato».

AL CCR MANCANO LE BUSTE
Le primissime indicazioni arrivati dai comunicati stampa comunali raccontavano di buste disponibili presso il Centro Comunale di Raccolta, ma da PVA raccontano che «i tanti giovinazzesi che oggi (ieri, ndr) si sono recati presso il Centro Comunale Raccolta hanno amaramente scoperto di aver fatto un viaggio inutile e di quanto sia vuota la propaganda di questa amministrazione: al CCR nessuna busta disponibile. E tutto questo a pochi giorni dall'entrata in vigore dell'ordinanza (17 gennaio)! Peraltro, nella sgangherata ordinanza sindacale non v'è alcun passaggio che obblighi Impregico a fornire le buste ai tar(i)tassati cittadini».

CAOS NELLE DISPOZIONI PER LE UTENZE NON DOMESTICHE
Ma i problemi non ci sarebbero solo per i semplici cittadini, ma anche, e forse soprattutto, per quegli imprenditori del settore della ristorazione che dovranno mascherare i loro contenitori all'esterno degli esercizi. Nell'ottica dell'amministrazione comunale una norma per presentare una città più decorosa soprattutto nei mesi turistici, ma PrimaVera Aternativa mette in evidenza tante incongruenze:
«Per le utenze non domestiche, invece - si legge ancora nella nota -, obbligo di mascheramento dei contenitori con annessa interdizione all'utilizzo da parte di terzi. In una città che si vorrebbe turistica nessuna indicazione su forme, colori, dimensioni, etc, dei box da utilizzare per il mascheramento dei contenitori, né tantomeno la previsione di un supporto per le imprese, già in grande difficoltà a causa della pandemia. Nessuna precauzione o indicazione per tutelare il decoro di piazze, lungomari, chiese e monumenti. Tutto lasciato al caso, alla buona volontà e alle tasche dell'attività commerciale, con il rischio che spettacoli indecorosi come quello di via Fossato, invasa da decine di contenitori per la raccolta di rifiuti, si possano ripetere ovunque! Poveri giovinazzesi: Tar(i)tassati e mazziati!», è l'amara conclusione del movimento di opposizione.
  • Raccolta differenziata
  • tari
  • Raccolta porta a porta Giovinazzo
Altri contenuti a tema
Plastica raccolta in mare, i pescatori di Giovinazzo potranno conferirla in porto Plastica raccolta in mare, i pescatori di Giovinazzo potranno conferirla in porto Parte il progetto "Appesca" che interesserà cinque perle marinare dal Gargano al Salento
Violazioni nella raccolta differenziata, Sollecito duro coi trasgressori Violazioni nella raccolta differenziata, Sollecito duro coi trasgressori La provocazione: «Se non differenzieranno correttamente sanzioneremo e lasceremo i rifiuti a terra»
1 Raccolta rifiuti, al mercato giornaliero installato distributore buste Raccolta rifiuti, al mercato giornaliero installato distributore buste Possono essere ritirate anche al Centro Comunale di Raccolta
Raccolta differenziata, l'amministrazione comunale precisa Raccolta differenziata, l'amministrazione comunale precisa La risposta agli interrogativi dei cittadini
Raccolta porta a porta, dal 17 gennaio parte il nuovo sistema Raccolta porta a porta, dal 17 gennaio parte il nuovo sistema Novità in arrivo per i privati e le attività di ristorazione
Raccolta rifiuti Giovinazzo, da gennaio novità Raccolta rifiuti Giovinazzo, da gennaio novità Nuove modalità di conferimento e differenti sanzioni per chi non rispetta le regole
Sciopero nazionale settore ambiente: possibili disagi nella raccolta rifiuti organici Sciopero nazionale settore ambiente: possibili disagi nella raccolta rifiuti organici Una nota di Palazzo di Città spiega le modalità di conferimento
"Comuni Ricicloni", anche il sindaco di Giovinazzo tra gli invitati all'Ecoforum "Comuni Ricicloni", anche il sindaco di Giovinazzo tra gli invitati all'Ecoforum L'iniziativa di Legambiente Puglia si terrà il 4 novembre prossimo
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.