Lidi Giovinazzo
Lidi Giovinazzo
Attualità

Ordinanza stagione balneare: facciamo chiarezza

Lunedì potrà ripartire chi sarà in ordine con le comunicazioni alle autorità. L'equivoco era sorto sul periodo obbligatori

L'ordinanza balneare della Regione Puglia per l'estate 2020, firmata dal Presidente Michele Emiliano nella giornata di giovedì 21 maggio, ha ingenerato involontariamente confusione. Vale la pena perciò chiarire alcuni aspetti, a seguito delle numerose segnalazioni giunte riguardo la natura dei provvedimenti adottati e qualche avventata ricostruzione.

Secondo quanto comunicato dall'Ente, l'accesso alle spiagge libere sarà possibile da lunedì 25 maggio al 30 settembre. Su questo, in buona sostanza, non c'è alcuna possibilità di equivoco.

Il passaggio che ha fatto scaturire i dubbi è quello relativo all'obbligo di apertura per i concessionari di spiagge e altri tratti di costa. Obbligo, appunto, dovuto alla chiara necessità che un tratto in concessione sia utilizzato almeno per un periodo minimo. La Regione lo ha definito tra il 1° luglio e il 6 settembre. Ciò non significa, contrariamente a quanto compreso da alcuni, che i lidi dovranno restare per forza chiusi prima dell'inizio di luglio, anzi.

«I concessionari delle strutture balneari - si legge -, qualora intendano esercitare le attività per la balneazione fin dal 25 maggio e/o fino al 30 settembre, con posa di ombrelloni e/o lettini e/o sedie, devono darne preventiva formale comunicazione al Comune costiero, garantendo i servizi di spiaggia nei giorni e negli orari di apertura, ivi incluso il servizio di salvamento».
In pratica, i lidi potranno aprire già da lunedì 25 al patto di adempiere alle dovute comunicazioni alle autorità competenti secondo quanto riportato nell'ordinanza, unico atto ufficiale che disciplina la materia sul territorio regionale.

«Le strutture balneari possono essere aperte al pubblico, ai soli fini della balneazione, dalle ore 7 alle ore 20:30, con l'obbligo, durante il periodo obbligatorio, di rimanere aperte almeno dalle ore 9 alle ore 19. Fuori da tali orari è possibile l'attività balneare a condizione che siano garantite tutte le norme di sicurezza emanate all'uopo dall'autorità marittima. Inoltre, anche fuori da tale orario, le strutture possono esercitare, ove autorizzate, servizi di ristorazione, bar, ecc., secondo le norme amministrative dei rispettivi Comuni», è aggiunto nel provvedimento. Anche in questo caso l'orario di cui tenere conto è quello più ampio, dalle 7 alle 20:30.
  • Regione Puglia
  • Lidi Giovinazzo
Altri contenuti a tema
Coronavirus, 4 morti e 4 nuovi positivi in Puglia Coronavirus, 4 morti e 4 nuovi positivi in Puglia Uno dei decessi nel barese. I guariti sono 2.813
Coronavirus, 7 nuovi positivi nella Città Metropolitana di Bari Coronavirus, 7 nuovi positivi nella Città Metropolitana di Bari Nessun decesso in Puglia ieri. I guariti sono 2.768
Coronavirus, 5 morti e 4 nuovi positivi in Puglia Coronavirus, 5 morti e 4 nuovi positivi in Puglia Ben 4 decessi riguardano la Città Metropolitana di Bari
Coronavirus, terzo giorno consecutivo senza positivi né decessi nell'ex provincia di Bari Coronavirus, terzo giorno consecutivo senza positivi né decessi nell'ex provincia di Bari Si registra una sola vittima nel brindisino. I guariti sono 2.590
Dalla Regione Puglia una manovra da 750 milioni per arginare la crisi Dalla Regione Puglia una manovra da 750 milioni per arginare la crisi Comprese misure di sostegno alle imprese attraverso microprestiti a tasso zero
Covid-19, seconda giornata senza decessi e positivi nella ex provincia barese Covid-19, seconda giornata senza decessi e positivi nella ex provincia barese Ci sono 10 nuovi contagi tutti nel foggiano. Un morto nel brindisino
Il contagio dà tregua: "solo" due nuovi positivi in Puglia Il contagio dà tregua: "solo" due nuovi positivi in Puglia Nessun decesso nella Città Metropolitana di Bari
Coronavirus, altri 11 casi anche ieri in Puglia. Nessun decesso nell'ex provincia barese Coronavirus, altri 11 casi anche ieri in Puglia. Nessun decesso nell'ex provincia barese I guariti sono 2.298. In 15 restano in terapia intensiva
© 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.