Manifesti imbrattati da stelle a cinque punte
Manifesti imbrattati da stelle a cinque punte
Cronaca

Manifesti elettorali di destra imbrattati con stelle a cinque punte

Sdegno degli esponenti di Fratelli d'Italia e Lega. Il Sindaco: «Simbologia che in alcun modo deve tornare»

La dialettica democratica non dovrebbe mai sfociare nel silenziatore applicato agli avversari politici. Mai, in democrazia, si dovrebbe imbrattare o strappare un manifesto elettorale dei candidati altrui se posizionati correttamente. Mai si dovrebbero aggredire avversari politici durante un comizio, mai smorzarne le legittime prese di posizione.

La campagna elettorale ormai conclusa ci ha dato invece indicazioni differenti in tutta Italia, tra dissenso liberamente espresso messo a tacere spesso brutalmente, aggressioni ad esponenti politici col coinvolgimento di minori, liste di proscrizione che fanno paura e fanno tornare indietro, da una parte e dall'altra, agli anni di piombo, e silenzi elettorali affatto rispettati sui social network da vari "big".

Un bruttissimo episodio si è verificato tra sabato e domenica anche a Giovinazzo. A denunciarlo Vito Fanelli, coordinatore in pectore della nascente sezione giovinazzese di Fratelli d'Italia. Quasi tutti i manifesti elettorali del partito di Giorgia Meloni e della Lega, regolarmente esposti sulle plance in vari punti della città, sono stati imbrattati o da stelle rosse a cinque punte, simbolo delle Brigate Rosse, o da vernice rossa ad oscurare il volto dei candidati. Un passato non troppo lontano che a qualcuno non ha evidentemente insegnato molto.

Fanelli ha già reso noto che sarà fatta regolare denuncia ed una segnalazione alla Digos per identificare i responsabili, forti anche di qualche telecamera distribuita in città. Bravata o attacco politico reale è tutto da verificarsi, ma resta lo sgomento di buona parte dei una comunità che si scontra su tutto, ma che è quasi sempre stata capace di rimanere nell'alveo del confronto democratico.

Per questo il sindaco, Tommaso Depalma, come rappresentante dell'intera cittadinanza, ci ha detto: «Personalmente penso si tratti di un'azione di qualche frustrato - ha detto -, poiché noi siamo un territorio dove vivono persone che in larga parte sanno rispettare le altrui opinioni. Credo, mi ripeto, si tratti di qualcuno che utilizzi questi momenti per far parlare di sé con atteggiamenti grotteschi. Le stelle a cinque punte - ha proseguito il primo cittadino -, sono una simbologia che in alcun modo deve tornare nelle nostre teste e non deve più far parte della nostra vita e di quella del Paese. Per fortuna non siamo negli anni '70, negli anni di piombo, e non ci torneremo anche se ci sono gruppi residuali di estremisti, sia da un lato che dall'altro, che però non contano nulla elettoralmente.

Rilevo - ha concluso Depalma - che questo è un clima che qualcuno, che ha qualche dovere istituzionale, piuttosto che smorzare, ha acuito. In ogni caso, penso che non si debba dare alcun peso a questi soggetti fuori dal tempo».
  • Vito Fanelli
  • Fratelli d'Italia
  • Elezioni europee
  • Manifesti imbrattati
Altri contenuti a tema
Anche Fratelli d'Italia Puglia contro la presenza di Junior Cally a Sanremo Anche Fratelli d'Italia Puglia contro la presenza di Junior Cally a Sanremo La volontà è quella di presentare un ordine del giorno all'attenzione del Consiglio regionale
Primarie centrosinistra, Fratelli d'Italia: «I pugliesi li hanno già bocciati» Primarie centrosinistra, Fratelli d'Italia: «I pugliesi li hanno già bocciati» La posizione dei vertici regionali del partito
Elezioni regionali, Raffaele Fitto è il candidato presidente del centrodestra Elezioni regionali, Raffaele Fitto è il candidato presidente del centrodestra L'ufficialità arrivata da Fratelli d'Italia
Elezioni Regionali, Fratelli d'Italia frena su candidato presidente ed attende tavolo barese Elezioni Regionali, Fratelli d'Italia frena su candidato presidente ed attende tavolo barese Congedo e Ventola: «Lunedì Giorgia Meloni suonerà la carica»
Gemmato su Ospedale Nord Barese: «Ci saremmo aspettati altro da chi governa da 15 anni» Gemmato su Ospedale Nord Barese: «Ci saremmo aspettati altro da chi governa da 15 anni» Dura posizione del deputato di Fratelli d'Italia
Fratelli d'Italia: «Governo ascolti grido di dolore delle Forze dell’ordine» Fratelli d'Italia: «Governo ascolti grido di dolore delle Forze dell’ordine» Proposto l'inasprimento delle pene per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale
No al Governo: in migliaia ieri a Roma anche dalla Puglia No al Governo: in migliaia ieri a Roma anche dalla Puglia La soddisfazione di Fratelli d'Italia e Direzione Italia
Gemmato e Fratelli d'Italia al fianco dei lavoratori della Mercatone Uno Gemmato e Fratelli d'Italia al fianco dei lavoratori della Mercatone Uno Ieri sit-in davanti al Ministero dello Sviluppo Economico
© 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.