Una delle tartarughe rinvenute a Giovinazzo
Una delle tartarughe rinvenute a Giovinazzo
Cronaca

Le mareggiate fanno strage di tartarughe: spiaggiate due in poche ore

Sono state trovate spiaggiate dopo le mareggiate di tramontana: erano entrambe in avanzato stato di decomposizione

Elezioni Regionali 2020
Le forti mareggiate di tramontana degli ultimi giorni hanno portato una scia di morte sulla scogliera di Giovinazzo. Due tartarughe prive di vita, della specie caretta caretta, la tartaruga marina più comune del mar Mediterraneo, sono state scaraventate dalle onde sulla litorale a sud della città.

Il primo esemplare, una carcassa di tartaruga marina, della specie caretta caretta, la specie fortemente minacciata in tutto il bacino del Mediterraneo ed ormai al limite dell'estinzione, di circa 65 centimetri di lunghezza carapace, è stata trovata spiaggiata in località Peschiera, mentre il secondo, sempre della specie caretta caretta, di circa 70 centimetri di lunghezza carapace, è stato recuperato all'interno della area in concessione allo stabilimento turistico Riva del Sole.

Su entrambi i luoghi dei ritrovamenti, oltre alla Polizia Locale, sono arrivati i militari dell'Ufficio Locale Marittimo, i veterinari dell'Azienda Sanitaria Locale e i soci del centro di recupero tartarughe marine di Molfetta per stabilire cause ed entità delle morti e per effettuare gli accertamenti necessari anche per acquisire le informazioni sulle caratteristiche delle testuggini per l'inserimento nella banca dati fatta dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.Entrambi gli esemplari - morti da circa un mese e giunti sulla battigia a sud di Giovinazzo perché spinti dai venti di tramontana degli ultimi giorni - sono stati rinvenuti in avanzato stato di decomposizione e ciò rende difficile risalire alle cause dei due decessi «che, in modo plausibile - dice Pasquale Salvemini, del WWF Puglia - sono da attribuire a fattori antropici»: dalle catture accidentali con le reti alle collisioni con le imbarcazioni sino all'inquinamento, soprattutto quello da plastica.

I ritrovamenti di ieri si aggiungono a quelli avvenuti a Molfetta, nei giorni scorsi. La Guardia Costiera informa tutti i cittadini che la segnalazione di animali spiaggiati deve essere indirizzata alla Capitaneria di Porto del territorio, anche telefonicamente. In questo modo sarà tempestivamente attivata la catena operativa creata dal Ministero dell'Ambiente e dal Ministero della Salute per il recupero e lo studio sugli animali che spiaggiano sulle coste del mare Adriatico.

Ieri, intanto, dopo i rilievi, i veterinari dell'Azienda Sanitaria Locale, dopo aver esaminato le carcasse non ravvisando problemi di tipo igienico-sanitario, hanno disposto la rimozione - che sarà effettuata, a cura di una ditta specializzata, nei prossimi giorni - secondo le procedure di legge.
  • Tartarughe Giovinazzo
Altri contenuti a tema
Ennesima tartaruga spiaggiata, è strage di esemplari lungo la costa Ennesima tartaruga spiaggiata, è strage di esemplari lungo la costa 6 esemplari di caretta caretta sono stati rinvenuti negli ultimi 2 giorni fra Trani e Giovinazzo
Un'altra tartaruga marina trovata in spiaggia senza vita Un'altra tartaruga marina trovata in spiaggia senza vita La carcassa dell'animale, lungo 80 centimetri, è stato ritrovato nei pressi del Mikki Beach
Il mare continua a spiaggiare tartarughe Il mare continua a spiaggiare tartarughe Rinvenuto un altro esemplare sul lungomare di Ponente
Ritrovate due tartarughe spiaggiate a Levante e a Ponente Ritrovate due tartarughe spiaggiate a Levante e a Ponente Gli esemplari ritrovati sulla costa dopo le ultime mareggiate: entrambi sono della specie caretta caretta
Tartaruga ritrovata senza testa e pinne: era una caretta caretta Tartaruga ritrovata senza testa e pinne: era una caretta caretta È stata ritrovata lungo lo scalo di alaggio del porticciolo in avanzato stato di decomposizione
Rinvenuta tartaruga marina spiaggiata alla Cappella Rinvenuta tartaruga marina spiaggiata alla Cappella La tartaruga, in avanzato stato di decomposizione, è stata spinta a riva dalle ultime mareggiate
Una carcassa di tartaruga marina recuperata a Cola Olidda Una carcassa di tartaruga marina recuperata a Cola Olidda Sul posto Capitaneria di Porto, Asl e WWF. Stessa dinamica appena 24 ore prima nel porto di Molfetta
Ritrovamento a Molfetta: mare restituisce tartaruga priva della testa e degli arti Ritrovamento a Molfetta: mare restituisce tartaruga priva della testa e degli arti La carcassa spiaggiata nei pressi del lido Algamarina. Sono stati alcuni bagnanti a notare la presenza dell'esemplare
© 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.