Mons. Cornacchia
Mons. Cornacchia
Scuola

Il Vescovo agli studenti: «Siate cattedre di umanità»

20000 segnalibri in distribuzione nelle scuole della Diocesi

All'inizio del nuovo anno scolastico (2019/20) il Vescovo Domenico Cornacchia rivolge puntuale il suo augurio a studenti, docenti, personale e famiglie. "Siate cattedre di umanità" titola il cartoncino-segnalibro, realizzato dall'Ufficio di Pastorale scolastica, in collaborazione con l'Ufficio Comunicazioni sociali, stampato in 20000 esemplari e distribuito in questi primi giorni di scuola nelle scuole di ogni ordine e grado della Diocesi, tramite i Docenti di Religione cattolica. Un modo per prolungare i sentimenti di amicizia e l'attenzione che il Vescovo riserva alla scuola, dopo aver visitato nello scorso anno ogni istituzione presente sul territorio diocesano.

«Carissimi,
dopo la Visita Pastorale da me svolta presso gli Istituti Scolastici del territorio della nostra Diocesi, mi sono ulteriormente reso conto che siete dei ragazzi e dei giovani dalle capacità eccezionali e dal cuore meraviglioso, in grado di rendere il nostro tempo un'occasione favorevole per generare "un cambiamento d'epoca", all'insegna della ricchezza! Non di cose o di denaro, ma di qualità e di talenti. Pertanto non fatevi rubare il vostro futuro, cedendo alle lusinghe di seguire facili scorciatoie e compromessi morali che avvelenano l'esistenza anche delle nostre città.
Non immergetevi totalmente nello schermo di un computer o nel display di un cellulare, riducendo la vostra vita a uno "stato". Abbiate il coraggio di metterci la faccia nel dinamismo delle relazioni interpersonali assumendovi la responsabilità di andare incontro al prossimo, vicino o lontano, per costruire rapporti concreti e solidali. In tal modo verrà spenta la morsa della solitudine e dell'isolamento che "uccide" tanti uomini e donne, giovani e adulti. Infatti ogni essere umano forma la sua personalità in relazione con gli altri. Se non si vive per gli altri, secondo una logica di amore, come quella testimoniata da Gesù di Nazareth, allora ognuno diventa "un'isola" e il prossimo è "il mio inferno".
Pertanto all'inizio di un nuovo anno scolastico vi auguro che, con il vostro contributo, le Scuole che frequentate siano cattedre di umanità e spazio esistenziale in cui si possa sperimentare non solo la trasmissione e la ricerca del sapere, ma anche l'ascolto reciproco, l'accoglienza fraterna e il dialogo costruttivo.
Solo dei ragazzi e dei giovani che sanno testimoniare, giorno dopo giorno, come l'amore creativo esige consapevolezza e impegno, avranno il coraggio di essere miti artigiani della pace, misericordiosi, puri di cuore, affamati e assetati di giustizia (cf. Mt 5,1-12).
Oggi la società ha bisogno del vostro contributo! Il nostro Paese attende da voi una rinnovata aria di freschezza per generare una nuova attenzione alla realizzazione del bene comune e alla valorizzazione delle istituzioni civili e politiche.
Con la vostra presenza siate capaci di essere il sale che viene a dare sapore e la luce che dona calore anche alle nostre comunità parrocchiali che avrò il piacere di visitare, una per una, dal prossimo ottobre. Sarei felice se vi potessi rincontrare in tale occasione per stringere la mano a tutti e, guardandovi negli occhi, dire ad ognuno: Ti voglio bene, veramente!
Un saluto affettuosissimo rivolgo ai dirigenti, ai docenti, ai familiari e a tutti i collaboratori del mondo della Scuola assicurando il mio incoraggiamento perché, insieme con i nostri ragazzi e giovani, possiamo ritornare a sognare, a pensare e ad agire per salpare nel mare della storia, guidati dal soffio dell'amore che, come vento, ci invita a prendere il largo.
Buon anno scolastico a tutti!»


don Mimmo, Vescovo
  • Scuola
  • Diocesi Molfetta - Ruvo - Giovinazzo - Terlizzi
  • Mons. Domenico Cornacchia
Altri contenuti a tema
Allerta meteo, scuole aperte a Giovinazzo Allerta meteo, scuole aperte a Giovinazzo La decisione presa dal Sindaco Depalma
Mons. Cornacchia: «Noi a scuola dai defunti che ci invitano ad aprire gli occhi sul presente» Mons. Cornacchia: «Noi a scuola dai defunti che ci invitano ad aprire gli occhi sul presente» Tutte le FOTO della commemorazione dei morti a Giovinazzo
Commemorazione dei defunti, Mons. Cornacchia a Giovinazzo Commemorazione dei defunti, Mons. Cornacchia a Giovinazzo Santa Messa al cimitero comunale alle 15.30. Il programma completo
Don Bruno Bignami presenta la "Laudato si'" al Seminario Vescovile Don Bruno Bignami presenta la "Laudato si'" al Seminario Vescovile Il direttore nazionale della pastorale sociale e del lavoro ospite della Diocesi alle 19.30
Commemorazione dei defunti: il 2 novembre Mons. Cornacchia a Giovinazzo Commemorazione dei defunti: il 2 novembre Mons. Cornacchia a Giovinazzo L'inizio della messa alle ore 15.30 all'interno del cimitero
Diocesi in lutto: è morto don Michele Fiore Diocesi in lutto: è morto don Michele Fiore Si è spento un sacerdote che seppe cambiare il volto della chiesa giovinazzese negli anni '80
Si apre oggi l'anno catechistico diocesano Si apre oggi l'anno catechistico diocesano Domani a Molfetta il conferimento del mandato ad oltre 500 catechisti da parte di Mons. Cornacchia
Mons. Cornacchia all'IVE per presentare il libro sulla visita di Papa Francesco a Molfetta Mons. Cornacchia all'IVE per presentare il libro sulla visita di Papa Francesco a Molfetta Alle 20 nell'Auditorium Marano letture e dibattito su "Dalla fine del mondo - Poesie per Francesco"
© 2001-2019 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.