Un'aula del Tribunale
Un'aula del Tribunale
Cronaca

Energia elettrica a sbafo per 10 anni: 51enne torna in libertà

L'uomo era ai domiciliari. Il suo difensore, l'avvocato Mongelli, ha ottenuto la rimessione in libertà del suo assistito

È tornato in libertà il 51enne del posto arrestato il 21 agosto scorso dai Carabinieri con l'accusa di furto di energia elettrica e sottoposto agli arresti domiciliari: a carico dell'uomo, difeso dall'avvocato Mario Mongelli, il giudice del Tribunale di Bari ha convalidato l'arresto senza disporre alcuna misura cautelare.

Secondo le indagini, il giovinazzese, gravato da vari precedenti, si sarebbe appropriato per un lungo decennio, all'interno della propria casa (un piano terra in via sottotenente Magrone, alla periferia sud, nda), di energia elettrica che, tradotto in soldoni, corrisponderebbe a 5.000 euro. I militari lo hanno scoperto durante una perquisizione domiciliare: il contatore per la fornitura di energia risultava disattivato, mentre tutti i locali avevano tutti gli elettrodomestici accesi.

Una squadra di tecnici della società Enel s.p.a., chiamata sul posto, ha accertato che il contatore risultava cessato per morosità dal 2010 e mai riattivato, ma era collegato abusivamente, mediante l'utilizzo di un by-pass, direttamente alla rete pubblica Enel Distribuzione. L'uomo, arrestato per furto pluriaggravato di energia elettrica, è stato ristretto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione - rimasta al buio -, dove però è stato relegato per appena 24 ore.

Il giudice Luna Calzolaro, infatti, pur convalidando l'arresto lo ha rimesso in libertà (il pubblico ministero aveva chiesto il divieto di dimora, nda), condividendo la tesi del penalista che aveva chiesto il rigetto dell'istanza. E così il 51enne è tornato libero dal provvedimento che lo aveva confinato ai domiciliari.
  • Carabinieri Giovinazzo
  • Arresti Giovinazzo
  • Mario Mongelli
Altri contenuti a tema
1 Rissa fra cinesi in via Bari, interviene la Polizia Locale Rissa fra cinesi in via Bari, interviene la Polizia Locale La lite, avvenuta alle ore 11.00, è stata immediatamente sedata. Sul posto anche i Carabinieri
Revocati i domiciliari col braccialetto: torna in carcere un 25enne Revocati i domiciliari col braccialetto: torna in carcere un 25enne L’Autorità Giudiziaria ha disposto l'aggravamento della misura cautelare: l'uomo è stato così arrestato dai Carabinieri
Maltrattamenti alla madre per avere soldi, 46enne finisce in carcere Maltrattamenti alla madre per avere soldi, 46enne finisce in carcere I Carabinieri sono intervenuti in un'abitazione infilando le manette ai polsi del figlio della donna che li aveva contattati
In fuga, il suo rifugio una villa in campagna: in manette un 33enne In fuga, il suo rifugio una villa in campagna: in manette un 33enne L'uomo è stato scovato dai Carabinieri: deve espiare 14 mesi per fatti del 2014 e del 2015
Auto data dalle fiamme a Terlizzi: era stata rubata in città Auto data dalle fiamme a Terlizzi: era stata rubata in città Il rogo alle ore 03.00, sul posto Vigili del Fuoco e Carabinieri: la Fiat Punto era stata rubata quattro giorni fa
Siringa usata e sangue nel parco giochi, scatta l'allarme in Villa Siringa usata e sangue nel parco giochi, scatta l'allarme in Villa La scoperta di alcuni genitori: in corso le verifiche della Polizia Locale, ma bisogna trovare soluzioni concrete
È agli arresti domiciliari, ma spaccia lo stesso: in carcere un 31enne È agli arresti domiciliari, ma spaccia lo stesso: in carcere un 31enne L'uomo era tenuto d'occhio dai Carabinieri: sequestrati 100 grammi di hashish e un bilancino di precisione
Operazione "Kulmi", arrestati due latitanti: fermati in Inghilterra e in Germania Operazione "Kulmi", arrestati due latitanti: fermati in Inghilterra e in Germania I due, un 37enne e un 43enne, erano sfuggiti all'arresto lo scorso giugno. Nell'inchiesta coinvolto anche un giovinazzese
© 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.