La droga sequestrata dalla Direzione Investigativa Antimafia
La droga sequestrata dalla Direzione Investigativa Antimafia
Cronaca

Droga, traffico internazionale tra l'Albania e l'Italia: 37 arresti, 1 a Giovinazzo

Si tratta di un italiano, residente in città e sottoposto ai domiciliari. All'operazione ha collaborato la Guardia di Finanza

Elezioni Regionali 2020
Con l'accusa di traffico internazionale di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti tra l'Albania e l'Italia, 37 persone, 1 delle quali residente a Giovinazzo, sono state arrestate e beni per 4 milioni di euro sequestrati in un'operazione della Direzione Investigativa Antimafia di Bari e delle autorità albanesi.

Nel corso delle indagini, sono state sequestrare circa 3 tonnellate e mezzo di droga tra marijuana, cocaina ed hashish, per un valore di oltre 40 milioni di euro e corrispondenti a circa 7 milioni di dosi. Nell'operazione, che ha visto protagonista anche la città di Giovinazzo, sono stati impegnati Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza e personale della Direzione Investigativa Antimafia di Foggia, Lecce, Bologna, Roma, Napoli e Catanzaro.

E fra le 37 persone arrestate'è anche un carabiniere accusato di aver fornito informazioni a un narcotrafficante. Agli atti dell'inchiesta ci sono intercettazioni e le dichiarazioni di due collaboratori di giustizia. L'ordinanza di custodia cautelare è stata firmata dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Bari Giovanni Abbattista. L'indagine è stata coordinata dai pubblici ministeri della Direzione Distrettuale Antimafia Ettore Cardinali, Lidia Giorgio e Daniela Chimienti.

Particolari sulle indagini saranno forniti nel corso di una conferenza stampa che si terrà a Bari alle ore 12.00, a cui parteciperanno il procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho, Arben Kraja, procuratore speciale Anticorruzione e Criminalità Organizzata di Tirana, Filippo Spiezia, vice presidente e membro per l'Italia di Eurojust, Giuseppe Volpe, procuratore della Repubblica di Bari, e il direttore della Direzione Investigativa Antimafia, Giuseppe Governale.

L'accusa, per tutti, è quella di traffico internazionale di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti tra l'Albania e l'Italia. Fra le 37 persone persone arrestate, 1 risiede a Giovinazzo: si tratta di un italiano, fermati in collaborazione con i finanzieri della Tenenza di Bitonto.
  • Droga Giovinazzo
  • Arresti Giovinazzo
Altri contenuti a tema
"Kulmi", Tedeschi dopo l'interrogatorio del 52enne: «Ha chiarito la sua posizione» "Kulmi", Tedeschi dopo l'interrogatorio del 52enne: «Ha chiarito la sua posizione» Nell'ambito della maxi-operazione contro il traffico internazionale che ha portato a 37 arresti tra Italia e Albania
Arresti nell'Arma: dai roghi ai verbali dei pentiti, le perplessità di Amato Arresti nell'Arma: dai roghi ai verbali dei pentiti, le perplessità di Amato L'ex comandante della locale Stazione, però, preferisce «non commentare» le ultime vicende
Droga: traffico Albania-Italia, 37 arresti. In manette anche un giovinazzese Droga: traffico Albania-Italia, 37 arresti. In manette anche un giovinazzese Ai domiciliari il 52enne Cesare Stufano. L'indagine è partita dal sequestro di un grosso quantitativo di marijuana a Molfetta
Un mare di droga dall'Albania: 37 arresti. Blitz anche a Giovinazzo Un mare di droga dall'Albania: 37 arresti. Blitz anche a Giovinazzo In Italia sono state arrestate 27 persone. In città le manette sono scattate ai polsi di un italiano
Arresti nell'Arma, dura replica di Galizia: «Giovinazzo non è un paese mafioso» Arresti nell'Arma, dura replica di Galizia: «Giovinazzo non è un paese mafioso» Non è passato inosservato il suo post su Facebook: «Voglio riaffermare un principio sacrosanto di giustizia: chi sbaglia deve pagare»
Soldi per pilotare le indagini. In silenzio davanti al Gip: restano in carcere Soldi per pilotare le indagini. In silenzio davanti al Gip: restano in carcere Ieri gli interrogatori: si sono tutti avvalsi della facoltà di non rispondere, nessuna istanza di attenuazione della misura cautelare
Pagina buia per lo Stato. Depalma: «Noi stiamo con i Carabinieri» Pagina buia per lo Stato. Depalma: «Noi stiamo con i Carabinieri» Il sindaco: «Chiederemo al Prefetto ogni intervento utile per contrastare le infiltrazioni mafiose». Domani gli interrogatori di garanzia
2 Arrestati due Carabinieri. L'accusa: «Soldi per le soffiate al clan Di Cosola» Arrestati due Carabinieri. L'accusa: «Soldi per le soffiate al clan Di Cosola» Terremoto in caserma, il blitz è scattato all'alba. In manette anche un elemento di spicco del gruppo e un commerciante
© 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.