Sinistra Ecologia e Libertà
Sinistra Ecologia e Libertà
Politica

Discarica, tutti gli interrogativi di SEL

I vendoliani accusano il primo cittadino di aver taciuto alcune verità

Torna al centro del dibattito politico la questione della discarica di San Pietro Pago. Questa volta grazie ad un manifesto apparso in città e firmato Sinistra Ecologia e Libertà. L'ultimo scambio di vedute tra Amministrazione comunale e i vendoliani risale all'affissione di un altro manifesto, fatto apparire dalla maggioranza a febbraio, intitolato "cadaveri eccellenti"; la risposta fu una sottolineatura delle responsabilità del Sindaco nella vicenda.

«Il Sindaco - scrive ora il circolo territoriale di via Cappuccini - nonostante l'evidenza non ha mai voluto assumersi la responsabilità del suo gesto scellerato e ha iniziato ad addossare ad altri le ragioni delle sue scelte e delle sue colpe. Ed ecco che ha avuto inizio il valzer: colpa di Sinistra Ecologia e Libertà, colpa di Vendola, colpa di Decaro, colpa dei 4.000 cittadini che non vogliono l'allargamento della discarica».

«Ma il tempo è galantuomo - proseguono - e offre sempre la verità: il 18 febbraio il Comune di Giovinazzo ha ricevuto due risposte ufficiali circa l'allargamento della discarica. Una dall'ARPA Puglia (Agenzia per la Protezione Ambientale della Regione Puglia) e una dalla Città Metropolitana. Entrambe le risposte danno parere negativo e impediscono al Comune di Giovinazzo e alla Daneco Impianti di proseguire con la risagomatura dei primi 3 lotti. Queste risposte la dicono lunga su chi abbia avanzato la richiesta di allargamento e su chi debba assumersi la responsabilità».

«Come mai il Sindaco, - s'interroga il partito di sinistra - sempre così solerte (secondo lui) nelle comunicazioni, ha nascosto ai cittadini le risposte ricevute da ARPA e Città Metropolitana? Semplice, perché ha paura delle sue responsabilità e delle bugie che ha raccontato. E cosa ha fatto, invece di dire la verità? Ha continuato a mentire e ha inondato le case dei giovinazzesi con una lettera che ricostruisce in maniera assurda e falsa tutta la vicenda, mentre lui sapeva bene di aver ricevuto due no all'ampliamento da Regione Puglia e Città Metropolitana».

In conclusione Sinistra Ecologia e Libertà pone degli interrogativi: «Sindaco, signori della Città del Sole (in eclissi), e ora? Era colpa di Vendola? La richiesta di allargamento della discarica di Giovinazzo di chi era? Come giustificherete il no ricevuto? Caro Sindaco, cari Città del Sole (in eclissi), assumetevi le vostre responsabilità, chiedete scusa ai cittadini e siate conseguenti nelle vostre azioni».
  • SEL Giovinazzo
Altri contenuti a tema
Trivellazioni in Adriatico, una proposta di SEL Trivellazioni in Adriatico, una proposta di SEL Il Comitato "No Petrolio" chiede l'aiuto dei Consiglieri comunali
Bonifica ex AFP, una nota di SEL Bonifica ex AFP, una nota di SEL I vendoliani: «Dalla padella alla brace?»
M5S E SEL per il "reddito di dignità" M5S E SEL per il "reddito di dignità" I due partiti sostengono la campagna di Libera
© 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.