Reddito di cittadinanza
Reddito di cittadinanza
Politica

M5S E SEL per il "reddito di dignità"

I due partiti sostengono la campagna di Libera

Una crisi economica che morde, che fa sentire il fiato sul collo non solo delle classi più povere, ma di tutto il ceto medio. E proprio le fasce di popolazione più disagiata restano quasi schiacciate, emarginate dalla vita sociale, impossibilitate a fare un qualsiasi progetto di vita. Ed in quelle fasce ci sono anziani col minimo di pensione, uomini che hanno perso il lavoro dopo i 40 anni, giovani coppie che non riescono ad arrivare a fine mese.

Da tempo il Movimento 5 Stelle aveva proposto il cosiddetto "reddito di cittadinanza", oggi trasformato in "reddito di dignità". La proposta è stata sposata in pieno da Sinistra Ecologia e Libertà e le due sezioni giovinazzesi sostengono la campagna di Libera, l'associazione di Don Luigi Ciotti che lotta contro tutte le mafie. «Dal 2008 al 2014 - scrivono - la crisi in Italia ed Europa, secondo i dati Istat, ha più che raddoppiato i numeri della povertà relativa ed assoluta. Dieci milioni di italiani e italiane vivono in condizione di povertà relativa, e sei milioni in condizione di povertà assoluta. Le diseguaglianze sono cresciute a dismisura e diventate insopportabili. Più la povertà aumenta - sottolineano - più le diseguaglianze si ampliano, più le mafie si rafforzano. Per questo in Italia è necessario avere una misura come il "reddito minimo o di cittadinanza". Non è impossibile, non è una proposta irrealistica: è una scelta di buon senso, necessaria e giusta».

«Ci sono diverse proposte di legge di SEL e del M5S depositate al Senato. Chiediamo - è l'invito - che entro 100 giorni una buona legge sul "reddito di dignità" arrivi in aula per essere discussa e approvata. Non è impossibile, non è una proposta irrealistica: il Parlamento - evidenziano nella nota - può e deve prendere una decisione tanto semplice quanto storica. Il reddito minimo o di cittadinanza, è un supporto al reddito che garantisce una rete di sicurezza per chi non riesce a trovare un lavoro, per chi ha un lavoro che però non garantisce una vita dignitosa, per chi non può accedere a sistemi di sicurezza sociale adeguati».

Infine la chiosa: «Il reddito minimo o di cittadinanza, è una misura necessaria per invertire la rotta della crisi, una risposta concreta ed efficace a povertà e mafie perché garantisce uno standard minimo di vita per coloro che non hanno adeguati strumenti di supporto economico, liberandoli da ricatti e soprusi. È una misura prevista - sottolineano pentastellati e vendoliani - già da tutti i Paesi europei, con l'esclusione di Italia, Grecia e Bulgaria. Il Parlamento Europeo ci chiede dal 16 ottobre 2010 di varare una legge che introduca un "reddito minimo, nella lotta contro la povertà e nella promozione di una società inclusiva". Sono passati cinque anni e nulla è successo. Milioni di italiani non possono più aspettare».

La proposta sino ad ora ha trovato diverse resistenze nell'Assemblea Legislativa italiana, sia da parte del Partito Democratico, sia da buona parte del centro-destra per l'interrogativo circa le coperture. Riuscire a trovarle significherebbe completare una battagli che non abbiamo paura di definire di estrema civiltà.
  • Movimento 5 Stelle Giovinazzo
  • SEL Giovinazzo
Altri contenuti a tema
1 Francesca Galizia, la Deputata con la faccia pulita Francesca Galizia, la Deputata con la faccia pulita L'ormai Onorevole in pectore promette impegno per il territorio con condivisione degli obiettivi attraverso il contatto con la gente
Ciclovia, i 5 Stelle chiedono chiarezza a Depalma Ciclovia, i 5 Stelle chiedono chiarezza a Depalma Sotto la lente d'ingrandimento, le dichiarazioni a Striscia la Notizia
Ricostituito il gruppo operativo Giovinazzo 5 Stelle Ricostituito il gruppo operativo Giovinazzo 5 Stelle Il comunicato giunto in redazione
A gennaio l'Assemblea costituente del Movimento 5 Stelle A gennaio l'Assemblea costituente del Movimento 5 Stelle L'invito a farne parte è rivolto a tutti i cittadini incensurati
Referendum, i 5 Stelle per le ragioni del NO Referendum, i 5 Stelle per le ragioni del NO Appuntamento in San Felice alle ore 18.00
Rifiuti Zero Tour arriva a Giovinazzo Rifiuti Zero Tour arriva a Giovinazzo Giovedì in Sala San Felice
Scrutatori, una proposta del Movimento 5 Stelle Scrutatori, una proposta del Movimento 5 Stelle Contro la corruzione ed il clientelismo elettorale
Scarichi in mare, Antonio Trevisi a Giovinazzo Scarichi in mare, Antonio Trevisi a Giovinazzo Il Consigliere regionale a Levante con il Meetup 5 Stelle
© 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.