Le panchine allagate
Le panchine allagate
Territorio

De Pergola, le panchine vanno… sott'acqua

La telenovela dei lavori. Sotto accusa il terreno di gioco: leggero e con poco drenaggio

Un nubifragio, un campo reso pesantissimo dalla pioggia e le nuove panchine completamente allagate. È successo tutto nella giornata di ieri quando una violenta tormenta d'acqua ha reso parte del campo sportivo intitolato a Raffaele De Pergola (soprattutto sul lato di fronte alla tribuna scoperta) un vero e proprio lago.

L'episodio ha sollevato forti perplessità, per­chè proprio sul campo (anche se i lavori saranno ultimati entro la prossima settimana) è stata recentemente effettuata la riempitura del rettangolo di gioco con pozzolana (una piroclastite sciolta, a granulometria variabile dal limo alla sabbia) e polvere. Avrebbe dovuto essere dre­nante, e invece si allaga. «Per negligenza di chi dovrebbe pensare ad effettuare i lavori a regola d'arte, quando succedono simili eventi che non si possono prevedere, i risultati finiscono per essere questi», è stato l'amaro sfogo di alcuni dirigenti sportivi. La tesi sostenuta: a rendere il campo impraticabile ha certamente contribuito, oltre alla quantità di pioggia caduta in pochissime ore, l'insufficiente capacità di drenaggio del terreno.

Ma a far chiarezza ed a respingere in modo assoluto qualsiasi accusa nei confronti dell'azienda vincitrice della gara d'appalto, la Re Manfredi di Trani, è proprio il presidente della cooperativa, Corrado Cisotti: «Nella giornata di ieri - afferma - sul territorio di Giovinazzo è caduta una enorme quantità d'acqua, un evento eccezionale, e nonostante ciò l'effettivo drenaggio del terreno di gioco è avvenuto nei tempi previsti. Basti pensare che, nelle ore successive, era già tornato praticabile». La sintesi è che i meccanismi attivati sotto il terreno di gioco sono buoni: «Non ci possiamo lamentare del drenaggio: è stata effettuata la spianatura e la successiva livellatura di tutto il campo e le pendenze sono state portate ai giusti livelli, verso i bordi del campo. Ergo, si sono allagate le panchine, ma non il campo di gioco».

Ad Elio Sannicandro, assessore comunale allo Sport, il segretario del Partito Democratico Michele Delle Fontane chiede «quali moderni sistemi di drenaggio del suolo sono stati utilizzati?». La spesa per il ripristino dell'area di gioco è costata 52.811,84 euro. «Nell'annuncio di questo intervento - prosegue Delle Fontane - l'amministrazione comunale dichiarò che questi lavori sarebbero serviti per rendere adeguato alle norme vigenti, funzionale e agibile il campo sportivo Raffaele De Pergola. Ma dalle immagini si nota tutt'altro. Sono di questa fattezza i lavori tanto enunciati?». Probabile che la vicenda abbia un seguito nei prossimi giorni.
Le panchine allagatecampo02campo03campo04
  • Campo sportivo Giovinazzo
Altri contenuti a tema
De Pergola, c'è il progetto. Ma servono 2 milioni di euro De Pergola, c'è il progetto. Ma servono 2 milioni di euro Palazzo di Città puntava ai soldi del bando "Sport e periferie", ma il piano si sarebbe arenato
Discarica al De Pergola. Anche i camion della Del Fiume Discarica al De Pergola. Anche i camion della Del Fiume Mezzi aziendali, segnali stradali, panchine divelte e cumuli di verde e potature. Sportivi nauseati
Giovinazzo, è finita. Il club non si iscrive neanche alla Terza Categoria Giovinazzo, è finita. Il club non si iscrive neanche alla Terza Categoria Nella delegazione provinciale di Bari non c'è traccia del sodalizio di Folino Gallo
Raffaele De Pergola, il Comune candida il progetto al Ministero Raffaele De Pergola, il Comune candida il progetto al Ministero Un progetto del valore di più di 2 milioni di euro candidato ai fondi "Sport e periferie"
Un defibrillatore per il De Pergola Un defibrillatore per il De Pergola A donarlo "I Nipoti della Nonna"
© 2001-2019 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.