Tommaso Depalma
Tommaso Depalma
Politica

Consiglio Comuale, ancora un teatrino

Maggioranza e opposizione a muso duro

E sono anche volate parole grosse tra i consiglieri di maggioranza e opposizione, quando questi ultimi, ad eccezione di Ruggero Iannone, hanno deciso di abbandonare l'aula. Sembrava dovesse essere un consiglio comunale di routine, all'ordine del giorno le determinazioni circa l'utilizzo dell'ex convitto Santarella, ma evidentemente così non è stato.

Gli animi erano «surriscaldati» già dalle prime battute della riunione della massima assise cittadina. Forse perché tutti sapevano quele sarebbe stato il «gioco», le carte erano già scoperte. Ad accendere gli animi, il battibecco sin dall'ingresso in aula tra Vincenzo D'Amato (Lista Schittulli) e il presidente del consiglio Vito Favuzzi. Secondo il consigliere di opposizione il consiglio comunale non sarebbe stato convocato correttamente. Una tesi sposata anche dagli esponenti del Pd che hanno sottoscritto insieme a D'amato un documento attraverso il quale hanno stigmatizzato le procedure adottate da Favuzzi. Reo, secondo loro, di aver «forzato» la mano più di una volta in seno alla conferenza dei capigruppo, quella riunione che anticipa il consiglio comunale vero e proprio. Avrebbe cioè validato la riunione nonostante non ci fosse il numero legale. «Una riunione propedeutica e non solo consultiva - hanno affermato – utile a stabilire l'ordine del giorno, per questo fondamentale per il corretto svolgimento dei lavori consiliari». E per questo hanno chiesto le dimissioni di Favuzzi. «Non possiamo correre il rischio di fermare la macchina amministrativa – è stata la difesa del presidente del consiglio – Se dovesse mancare sempre il numero legale non verremmo più in consiglio comunale. E poi - ha proseguito – il regolamento del consiglio comunale è contraddittorio e farraginoso, andrebbe rivisto e aggiornato». «Intanto quel regolamento è l'unico in vigore – ha controbattuto Lia Dagostino – per cui le norme anche se non ci piacciono vanno rispettate. E poi abbiamo come guida lo Statuto comunale che dice come dobbiamo comportarci».

Uno statuto e un regolamento che per la verità non tutti i consiglieri sembrano conoscere. Persino il presidente del consiglio che, da garante dell'intero consiglio comunale, ha usato parole forti all'indirizzo delle opposizioni, non riuscendo così a garantire un corretto svolgimento dei lavori. Anzi, ha contribuito a far scaldare gli animi. «Ci illumini d'immenso» una sua poco ortodossa affermazione indirizzata verso i banchi dell'opposizione. Il culmine della temperatura si è poi raggiunto proprio nel momento dell'abbandono dell'aula delle opposizioni. Le parole grosse sono volate dai banchi della maggioranza, le risposte altrettanto colorite dai consiglieri di minoranza.
  • Consiglio Comunale
Altri contenuti a tema
Bilancio e TARI, se ne discute in Consiglio comunale Bilancio e TARI, se ne discute in Consiglio comunale Seduta convocata per il 26 giugno
Pace in Palestina, il Consiglio comunale vota mozione all'unanimità Pace in Palestina, il Consiglio comunale vota mozione all'unanimità La soddisfazione di Sinistra Italiana, PrimaVera Alternativa e Civica 22
Il Consiglio comunale di Giovinazzo approva l'adeguamento del Piano Urbanistico Generale Il Consiglio comunale di Giovinazzo approva l'adeguamento del Piano Urbanistico Generale La soddisfazione del sindaco Michele Sollecito e della consigliera delegata, Annamaria Sollecito
Consiglio comunale Giovinazzo, gratifica al giornale "La Piazza" Consiglio comunale Giovinazzo, gratifica al giornale "La Piazza" La massima assise è stata convocata per lunedì 4 marzo
Maria Rosaria Pugliese vicepresidente del Consiglio comunale di Giovinazzo Maria Rosaria Pugliese vicepresidente del Consiglio comunale di Giovinazzo La deliberazione della massima assise pubblicata all'Albo Pretorio
IRPEF e IMU, nuova seduta del Consiglio comunale di Giovinazzo IRPEF e IMU, nuova seduta del Consiglio comunale di Giovinazzo Seduta convocata per le 18.45 di quest'oggi, 28 dicembre
Il Consiglio comunale all'unanimità approva la tassa di soggiorno Il Consiglio comunale all'unanimità approva la tassa di soggiorno Piscitelli: «Grande traguardo, nuove risorse da investire nel settore turistico»
Consiglio comunale Giovinazzo, sette i punti all'ordine del giorno Consiglio comunale Giovinazzo, sette i punti all'ordine del giorno La seduta è convocato per questo pomeriggio, 28 novembre
© 2001-2024 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.