Tutti sul palco a ringraziare il pubblico. <span>Foto Marzia Morva</span>
Tutti sul palco a ringraziare il pubblico. Foto Marzia Morva
Musica

Conclusa la #PrimaVera Musicale con il raffinato omaggio a Mina

Anita Vitale ed Antonio Di Lorenzo ospiti d'eccezione della rassegna giovinazzese

La serata conclusiva della quarta stagione concertistica ♯Primavera Musicale edizione 2019, a cura del raggruppamento temporaneo di scopo delle Associazioni Culturali Musicali composto da "Polifonica", "Giuseppe Verdi" e Concerto Bandistico "Città di Giovinazzo" è stata superlativa sotto tutti gli aspetti: suoni, pubblico numeroso (molti da fuori città), repertorio gradito ed apprezzato. Merito dunque al direttore artistico Gaetano Depalma ed all'intero staff degli organizzatori.

Il concerto "Mina in jazz- Grande, Grande Grande" è frutto di un progetto musicale nato dal celebre batterista di Giovinazzo Antonio di Lorenzo che, dopo tanti anni, è tornato ad esibirsi nella sua città. Con lui sul palco allestito nella suggestiva cornice data dall'atrio dell'Istituto Vittorio Emanuele II, la cantante Anita Vitale e l'"Antonio di Lorenzo Special Edition" band, esito della splendida fusione tra giovani talenti pugliesi e celebri professionisti del jazz.

L'edizione 2019 si è conclusa con un evento di tutto rispetto, che ha, tra gli altri obiettivi, voluto valorizzare il batterista giovinazzese, cittadino del mondo perché sempre impegnato in tour di spessore e da anni residente a Fasano. Antonio di Lorenzo è un talento formidabile in campo jazzistico ed il suo omaggio in chiave jazz alla grande Mina è stato vincente. Lo abbiamo sentito prima del concerto: «L'emozione di tornare a suonare nell'atrio dell'Istituto Vittorio Emanuele è tanta -ha affermato il batterista -. Sono contento, ricordo i nostri Festival Jazz svoltisi in questa location, sono passati tanti anni e mi dispiace per le condizioni in cui la struttura si trova nonostante il lavoro di recupero operato dal delegato De Matteo.

Mi chiedi del progetto... Mina - ha continuato - rappresenta gli anni settanta e tante belle pagine di musica universale. Il repertorio è di quattordici brani e parte dagli esordi della cantante. Tra l'altro ho anche collegato un momento storico. Io da tanto tempo vivo a Fasano e ho scoperto da una serie di fotografie che Mina, nei suoi esordi, si è esibita alla casina municipale di Fasano ed è venuto fuori il mio progetto. La collaborazione con Emma Castellaneta di Fasano Musica, che è il corrispettivo della Camerata Musicale Barese, mi ha fatto conoscere Anita Vitale, già cantante degli Agricantus, che ha una voce meravigliosa!».

La presentazione della serata è stata curata da Gaetano Depalma, docente di musica e direttore artistico della rassegna.. In questi anni è stata rivolta attenzione a professionisti nel campo musicale che portano alto il nome di Giovinazzo: Maria Pia Piscitelli, Nico Stufano ed in questa quarta stagione concertistica l'attenzione è stata posta sul batterista Antonio di Lorenzo. Ha inoltre dato risalto all'impostazione delle loro iniziative che si svolgono in diversi periodi dell'anno per un'offerta culturale destagionalizzata.

Il Sindaco Tommaso Depalma ha rivolto i suoi complimenti e ringraziamenti all'organizzazione, alla Città Metropolitana di Bari, al padrone di casa Nicola De Matteo, e alla bella occasione di condividere serate culturali e musicali belle come questa del concerto che vede sul palco il ritorno di un grande professionista della musica.

La cantante Anita Vitale, a margine dell'evento, con grande piacere ci ha dedicato un po' del suo tempo: «Il repertorio è vario ed ha una chiara impronta jazzistica - ci ha detto. Siamo riusciti ad arrangiare i brani per avvicinarli al mio e al nostro mondo musicale. Sono entrata a far parte di questo progetto molto interessante per me grazie a Mariolina ed in particolare ad Emma Castellaneta di Fasano Musica che mi ha proposto ad Antonio, il quale ha la direzione musicale, ha scelto i musicisti ed eccoci qui al quarto concerto di questa idea live che per me è stata una vera sfida. Infatti, quando mi ha chiamato Antonio, gli ho detto: "io devo cantare Mina?" , poiché ero un po' preoccupata dalla difficoltà di questa interpretazione. È andata molto bene e sono contenta. Con questo gruppo, senza i fiati, ma con un quartetto d'archi, suoneremo nell'area archeologica di Egnazia il 17 luglio in un concerto intitolato " Musiche da sogno" . Poi proseguiranno i concerti e chissà se arriverà il disco, sarebbe bello!».

Il concerto è stato espressione di grande talento stilistico e ha proposto un repertorio di brani molto interessante.
La voce di Anita Vitale ha dato prova di essere duttile nell'esecuzione delle ballads e dei brani più ritmati. La cantante ha dato lustro alla voce di Mina in modo inacantevole e sempre appropriato, accompagnata dagli applausi del numeroso pubblico. La serata, davvero gradevole, ha proposto tra gli altri "Se telefonando", brano scritto da Maurizio Costanzo, " Oggi sono io" scritto da Alex Britti, " L'importante è finire " arricchito da un assolo di Vince Abbracciante alla fisarmonica.

Anita Vitale è riuscita con grande stile e naturalezza a far scorrere tra le dita un percorso musicale che resterà nella storia della canzone italiana. La sua performance vocale ha reso al meglio l'esecuzione di tutte le canzoni in programma . Lo stile che ha caratterizzato la "tigre di Cremona " è entrato nella pelle della cantante siciliana sul palco dell'IVE . Anita Vitale è riuscita molto simpaticamente anche ad imitare quelle movenze originali di Mina ed i suoi giochi con la voce.
Le canzoni sono state accompagnate dalle immagini di repertorio curate dal video maker Francesco Quercia, esperto di tecnologia musicale, mentre i suoni davvero perfetti, anche in questa occasione, sono stati a cura di Claudio Colaluce, professionista giovinazzese in questo campo.

Il concerto ha proposto anche "Nessuno", in cui ha brillato l'ensemble del Liceo Musicale " L. Russo"di Monopoli , una sezione fiati composta di giovani talenti. E poi "Non gioco più", " Parole parole parole ", con un ricordo molto bello del duo Mina- Alberto Lupo su arrangiamenti virtuosi della band di Vince Abbracciante alla fisarmonica, Davide Saccomanno al pianoforte e voce, Sabino Fino al sax e l'eclettico Antonio di Lorenzo alla batteria.

Un' interpretazione intensa è stata quella che Anita Vitale ha dato a "Portati via" e per ricordare un altro duetto, quello di Mina con Riccardo Cocciante su atmosfere jazz incantevoli è arrivata " Questione di feeling " in duo Davide Saccomanno voce con Anita Vitale.

Anche il sax di Sabino Fino ha avuto il pregio di abbellire con sonorità raffinate molte delle canzoni in programma e sul finale è giunta " Brava" nei giochi di voce della cantante con Vince Abbracciante alle tastiere in un assolo che definiremmo "psichedelico", molto d'effetto, condito dal "fuoco pirotecnico " della batteria di Antonio di Lorenzo che con grande energia e vitalità ha dato conferma, qualora ce ne fosse bisogno, della sua professionalità e di un talento unico ed autentico di cui è dotato.

Per lui un attestato di merito su pergamena, consegnato sul palco dall'Assessore alla Cultura, Cristina Piscitelli, che ha letto la motivazione: "Antonio di Lorenzo, talento artistico della nostra terra. La città di Giovinazzo lo ringrazia per averne impreziosito l'immagine attraverso la sua musica. Con affetto e ammirazione i suoi concittadini ".

Il bis immancabile prima dei saluti: si è trattato di un medley tra " E se domani ", "Anche un uomo", "Ancora , Ancora, Ancora ".

Il connubio tra i nuovi talenti e le icone del jazz pugliese ha reso unica e particolarissima la serata conclusiva della #Primavera Musicale, rassegna che sta crescendo di anno in anno ricercando sempre la qualità. Ne resterà senza dubbio un bel ricordo.


5 fotoPrimaVera Musicale 2019 - chiusura
IMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WA
  • Primavera musicale
Altri contenuti a tema
L’omaggio a Mina nell’ultimo appuntamento della #PrimaVera Musicale L’omaggio a Mina nell’ultimo appuntamento della #PrimaVera Musicale Il repertorio in chiave jazz della tigre di Cremona chiuderà la rassegna nell’Istituto Vittorio Emanuele II
Il Carro dei Comici ospite della PrimaVera Musicale 2019 Il Carro dei Comici ospite della PrimaVera Musicale 2019 Questa sera alle 20.00 lo spettacolo "Eroine all'Opera" nell'Auditorium della "Marconi"
I ritmi vibranti del Sud nelle note dell’Accademia Mandolinistica Pugliese I ritmi vibranti del Sud nelle note dell’Accademia Mandolinistica Pugliese Domenica sera il primo concerto della rassegna #PrimaVera Musicale 2019
“Cocapizz”, il suono passionale del mandolino nel primo appuntamento della #PrimaVera Musicale 2019 “Cocapizz”, il suono passionale del mandolino nel primo appuntamento della #PrimaVera Musicale 2019 L’Accademia Mandolinistica Pugliese si esibirà domani nell'Auditorium Marano dell'IVE
Il 19 maggio ritorna la PrimaVera Musicale: il programma Il 19 maggio ritorna la PrimaVera Musicale: il programma Ideata dal Raggruppamento temporaneo delle associazioni musicali giovinazzesi, è giunta alla sua quarta edizione
La magica notte di Gegè (FOTO) La magica notte di Gegè (FOTO) Ritmi accattivanti e coinvolgenti nella terza serata dell'edizione 2018 della #PrimaVera Musicale. Alto gradimento nell'atrio dell'IVE
Gegè Telesforo chiude la #PrimaVera Musicale 2018 Gegè Telesforo chiude la #PrimaVera Musicale 2018 Concerto questa sera nell'atrio dell'Istituto Vittorio Emanuele II
Gegè Telesforo in concerto a Giovinazzo Gegè Telesforo in concerto a Giovinazzo L'appuntamento con il suo 5tet è per domenica sera, 10 giugno, alle ore 20.30
© 2001-2019 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.