Olio extravergine d'oliva
Olio extravergine d'oliva
Attualità

Agricoltura, M5S: «Necessario attuare il Piano olivicolo»

E l'on. D'Ambrosio sottolinea la latitanza della Regione Puglia

Il "Piano olivicolo" non è più rinviabile, parola del Movimento 5 Stelle.

Nella campagna 2014/2015, il secondo produttore mondiale, a notevole distanza dalla Spagna, è stata la Tunisia con 340.000 tonnellate, seguita dalla Grecia e, in quarta posizione, dall'Italia. Per la campagna successiva (2015/2016), ripresa della produzione italiana, che si è riportata così al secondo posto, stabile la Grecia, che scende in terza posizione, e calo della Tunisia che scivola al sesto posto dopo Siria e Turchia.

È ciò che emerge dal report annuale elaborato dal Crea, il Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l'analisi dell'economia agraria. A fornire uno scenario leggermente più roseo dell'olivicoltura italiana è il Centro Studi Confagricoltura che, rielaborando i dati forniti dall'ONU, vede il nostro Paese al secondo posto tra gli esportatori di olio d'oliva dopo la Spagna e al primo per prezzo medio all'esportazione. Tuttavia, l'esportazione non è accompagnata da un aumento di produzione made in Italy bensì è sostenuta in misura notevole dall'importazione; ciò è accaduto sia nel 2014 sia nel 2016.

Dati solo in parte confortanti, con Giovinazzo che non fa eccezione, nonostante la Xylella da queste parti, per fortuna, non si è vista.

«Mentre la Spagna, nonostante il medesimo attacco della mosca olearia subito dall'Italia, ha mantenuto la propria posizione di vertice, la nostra olivicoltura è scivolata sino al quarto posto. Questo perché in 30 anni, gli iberici hanno realizzato cinque piani olivicoli mentre nel nostro paese stenta a prendere avvio il primo piano ottenuto grazie alla nostra risoluzione in Commissione Agricoltura alla Camera e atteso da tantissimi anni dal comparto - dichiara il deputato pugliese Giuseppe L'Abbate (M5S) - Al contempo, in questi ultimi anni il prezzo medio iberico per l'esportazione è cresciuto maggiormente di quello italiano: altro segnale che denota come, con interventi mirati, gli spagnoli continuano a conquistare terreno nei nostri confronti mentre nel nostro paese regna l'ignavia da parte dei governi».

«A tutto ciò si aggiunge - commenta l'on. Giuseppe D'Ambrosio, esponente della provincia europea più olivetata - una sostanziale latitanza della Regione e della Provincia Bat sul principale elemento trainante della nostra economia a vocazione agricola».

Confrontando il prezzo medio all'esportazione dell'ultimo triennio con quello del 2009, infatti, si evidenzia per l'Italia un incremento sensibilmente inferiore a quello dei diretti concorrenti (Spagna, Grecia, Tunisia), con l'esclusione del Portogallo. Lo scenario mondiale vede nel 2016 a 6,9 miliardi di dollari il valore degli scambi internazionali di olio d'oliva con una diminuzione di circa 400 milioni di dollari rispetto al 2015 ma con una crescita del 39,3% rispetto al 2009. Nel triennio 2014-2016, la quota media di mercato dell'Italia si è attestata intorno al 24% mentre quella della Spagna ha raggiunto il 47%.

«L'olivicoltura italiana continua a lasciare campo ai diretti concorrenti europei e del bacino mediterraneo - conclude L'Abbate, capogruppo M5S in Commissione Agricoltura alla Camera - Peraltro, oltre alla mosca olearia, la produzione pugliese è tuttora martoriata dalla Xylella fastidiosa. Urge, quindi, dare concretezza agli impegni assegnati dal Parlamento al Governo oramai due anni fa, nel maggio 2015. Non possiamo permetterci di perdere più tempo: così rischiamo di perdere ulteriori fette di mercato che significa reddito per i nostri olivicoltori e posti di lavoro in fumo».
  • Olio d'oliva
  • Movimento 5 Stelle
Altri contenuti a tema
A Bitonto festa dell'olio: Giovinazzo c'è A Bitonto festa dell'olio: Giovinazzo c'è Evento lunedì 5 luglio nel Chiostro della Cattedrale
Il Movimento 5 Stelle entra in Giunta regionale: Rosa Barone è Assessora al welfare Il Movimento 5 Stelle entra in Giunta regionale: Rosa Barone è Assessora al welfare Alleanza formalizzata con il Partito Democratico. Emiliano sodddisfatto, Laricchia in silenzio
LÓLIO, per Natale regala il vero sapore della Puglia LÓLIO, per Natale regala il vero sapore della Puglia Le proposte del Frantoio Paparella, con una promozione esclusiva per Barletta
Galizia e i parlamentari pentastellati: «Chiudere le scuole vanifica tutti gli sforzi fatti» Galizia e i parlamentari pentastellati: «Chiudere le scuole vanifica tutti gli sforzi fatti» Totale comunanza d'intenti col ministro dell'istruzione Azzolina
Galizia e Cassese: «Orgogliosi per fondi Governo per rigenerazione olivicola» Galizia e Cassese: «Orgogliosi per fondi Governo per rigenerazione olivicola» Cinque milioni di euro arriveranno in Puglia
Pronti, ripresa e via: le Aziende Agricole Di Martino pronte per l’estate Pronti, ripresa e via: le Aziende Agricole Di Martino pronte per l’estate Si ricomincia con grande entusiasmo dopo i mesi di lockdown
MoVimento 5 Stelle, Fratelli d'Italia e Forza Italia contro il candidato Lopalco MoVimento 5 Stelle, Fratelli d'Italia e Forza Italia contro il candidato Lopalco L'accusa: «Si dimetta da task force se fa campagna elettorale»
Il MoVimento 5 Stelle: «Test rapidi per chi rientra in Puglia» Il MoVimento 5 Stelle: «Test rapidi per chi rientra in Puglia» Stoccata ad Emiliano: «Non ha predisposto nessun obbligo come fatto in altre regioni»
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.